Tagliatelle alla boscaiola

Una ricetta un po’ vecchia che risale al tempo dell’uso della panna in cucina, perlomeno nelle nostre zone … trenta, trentacinque anni fa?
Comunque sempre buona e appetitosa.

Cuocere circa un etto di piselli con poco olio, cipolla tritata fine, sale e, se serve, un po’ di acqua calda.
Trifolare circa un etto e mezzo di funghi champignons, o misti, o porcini con poco olio, sale e uno spicchio d’aglio.

Riunire le due verdure in un’unica padella con un dadino di burro aggiungendo un cucchiaio o due di passata di pomodoro. Far cuocere insieme per pochi minuti. Aggiustare di sale e pepare leggermente.
Tagliare  a striscioline due fette di prosciutto cotto e aggiungere insieme a qualche cucchiaiata di panna fresca o panna da cucina. Spegnere il fornello: la panna e il prosciutto cotto devono solo amalgamarsi agli altri ingredienti per un paio di minuti.

Nel frattempo far bollire l’acqua, cuocere le tagliatelle e versarle non molto scolate nella padella con il condimento.

Mescolare e aggiungere un trito di prezzemolo fresco e un pugno di parmigiano grattugiato.
Servire subito altrimenti si asciugano troppo.

Le dosi sono per due-tre persone… poi dipende dalla quantità di tagliatelle che si vuol cuocere. Oggi avevo delle tagliatelle fatte in casa che mi aveva regalato la mia vicina di casa (Le tagliatelle della signora P. ).

Mezze maniche con pancetta e carciofi

Mezze maniche con pancetta e carciofiIn una padella larga mettere due cucchiai di olio extra vergine d’oliva con uno spicchio d’aglio a pezzetti. Far rosolare un minuto, togliere l’aglio e aggiungere dei cubetti di pancetta non affumicata. Rosolare rapidamente roteando la padella e sfumare con poco vino bianco. Aggiungere due carciofi non molto grandi e privati delle parti più dure a striscioline o cubetti. Insaporire qualche minuto con la pancetta e aggiungere un pochino di acqua calda per continuire la cottura. Ci vorranno al massimo sette-otto minuti.

Nel frattempo cuocere le mezze maniche in acqua salata bollente. Scolarle e mettere nella padella; far saltare con il condimento per un minuto aggiungendo un pizzichino di peperoncino, un dadino di burro e un trito di prezzemolo. Secondo i gusti, aggiungere il parmigiano grattugiato.
Servire subito.

Le dosi sono per due persone.

Le ricette di biblos

Menu del 15.02.2009

Menu del 15 febbraio 2009

Negli ultimi tempi mi ripeto un po’, ma con ospiti diversi si può proporre lo stesso piatto: in questo caso solo l’antipasto.

Antipasto:
Sformatino freddo di formaggi con lamelle di mandorle e miele di castagno
Sfogliatine con aromi
Capocollo umbro
Cotognata

Primo:
Cuori colorati con ripieno di prosciutto

Secondo:
Coniglio saporito con salsa di senape e panna con contorno di insalatina mista

Dessert
Dolci di Carnevale e frutta

Salsa di noci

Una salsa ottima e veloce per condire ravioli come quelli con ripieno di prosciutto.
Tritare grossolanamente i gherigli di una decina di noci.
Scaldare in un pentolino un pezzettino di burro, mettere le noci e far insaporire per due minuti.
Aggiungere della panna fresca e far sobbollire per alcuni minuti a fuoco dolce.

Chiudere il fornello e incorporare due cucchiai di parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe. Condire i ravioli con la salsa e altro parmigiano. Servire subito.

Cuori colorati con ripieno di prosciutto

Pasta colorata e ripieno di prosciuttoIngredienti e preparazione del ripieno:

2 patate medie lessate e schiacciate
100 gr di ricotta
abbondante parmigiano grattugiato
150-200 gr di prosciutto crudo saporito tritato bene
un pizzico di noce moscata
un pizzico di pepe e uno di sale

Amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Pasta colorata:
3 uova, 300 gr di farina 0, un cucchiaio di olio, un cucchiaio di vino bianco, un pizzico di sale
.

Impastare bene e poi dividere in tre parti.
In una parte aggiungere un cucchiaio di spinaci lessati, strizzati e tritati, nell’altra qualche cucchiaio di salsa di pomodoro o un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Rimpastare bene ciascun panetto colorato e, se dovessero essere troppo morbidi, aggiungere della farina.
Io impasto inizialmente con il robot da cucina e poi completo “a mano” sulla spianatoia.

Stendere la sfoglia con la macchina della pasta arrivando fino alla penultima tacca; pennellare con uovo battuto,  mettervi sopra i mucchietti di ripieno distanziati tra loro, ricoprire con un’altra sfoglia e pigiare con le mani “a coltello”  intorno al ripieno facendo in modo che non rimanga aria all’interno. Ritagliare con una formina da biscotti a forma di cuore e disporre i ravioli in un vassoio di cartone infarinato e lasciar asciugare un’oretta controllando che non si attacchino sul fondo.
Preparare un sughetto veloce di pomodoro con un pochino di burro, due cucchiai di olio extra vergine di oliva, uno spicchio di aglio, un pezzetto di cipolla e sale.

Cuocere i “cuori” in acqua bollente salata e scolarli con un mestolo forato quando tornano a galla. Versarli in una pirofila calda dove si sarà messo un pezzetto di burro.

Cuori colorati

Cospargere di parmigiano grattugiato.

Cuori colorati

Aggiungere il sugo di pomodoro e mescolare delicatamente.

Cuori colorati

BUON Appetito!

La ricetta mi è stata data da una collega per fare delle “caramelle” colorate di pasta e con  la panna da cucina al posto della ricotta che invece ho usato io.

Ravioli colorati
Ho usato gli stessi ingredienti per fare anche i tradizionali ravioli quadrati e li ho conditi con la salsa di noci.

‘I Primi d’Italia’ a Foligno

Si chiama “I Primi d’Italia” ed è il Festival Nazionale dei Primi Piatti.

Pasta, riso, zuppe, gnocchi e polenta sono i protagonisti della maratona culinaria giunta alla X edizione, che avrà luogo a Foligno (Pg) dal 25 al 28 settembre.

Una manifestazione appetitosa, unica nel suo genere, capace di promuovere tutto tondo la cultura del primo piatto in tavola. Il tema dei questa edizione è “tradizione ed innovazione”. L’intero centro storico di Foligno vestito a festa, accoglierà degustazioni, lezioni di cucina, dimostrazioni di grandi chef, momenti di cultura e di spettacolo.

fonte: www.iprimiditalia.it

Tagliolini allo scalogno

Ingredienti per 4 persone

Tagliolini fatti a mano, meglio se con pasta salata;
g 800 di scalogno;
g 500 di passata di pomodoro (si può fare anche con pomodori freschi ben maturi).

Preparazione
Preparare la pasta sfoglia.

Pulire e affettare sottilmente lo scalogno, metterlo sul fuoco e farlo andare con un po’ d’acqua fino a ridurlo in poltiglia.

Aggiungere l’olio e il pomodoro, salare e pepare e portare il sugo a cottura.

Lessare i tagliolini e condirli direttamente nel vassoio con il sugo mantecato con burro e parmigiano e una grattatina di noce moscata.

Le ricette di Carla
Grazie Carla per questa ricetta!

Penne fumées

penne fumées

Mentre cuoce la pasta ridurre a dadini circa 100 g di pancetta o pancetta affumicata, scaldare poco olio d’oliva in una padella larga, mettere la pancetta ed un piccolo  peperoncino (facoltativo).
Rosolare per pochi minuti e sfumare con della vodka o vino bianco. Aggiungere il gorgonzola tagliato a dadini e due-tre cucchiai di latte. Far sciogliere il formaggio a fuoco moderato o anche spento e per pochissimo tempo.
Versarvi la pasta al dente e amalgamare un minuto a fornello acceso o anche spento. È importante che il formaggio non “frigga”!
Cospargere di parmigiano grattugiato e servire subito.

Tagliatelle con piselli e salsiccia

Tagliatelle con piselli e salsicciaSbriciolare una-due salsicce e cuocere pochi minuti in un tegamino con due-tre cucchiai di acqua.

In un pentolino di acqua bollente e leggermente salata cuocere due cucchiai abbondanti di piselli surgelati.

Preparare un soffritto leggero di cipolla con poco olio d’oliva in una padella larga. Aggiungere la salsiccia scolata. Sfumare con un po’ di vino bianco o brandy. Dopo qualche minuto aggiungere i piselli. Mescolare per far insaporire ed aggiungere mezzo barattolo piccolo di pomodoro a pezzetti.

Cuocere ancora per cinque minuti o poco più.

Cuocere le tagliatelle, versare nella padella con il sugo. Ripassare un minuto a fornello acceso e condire infine con parmigiano grattugiato.

La ricetta è arcinota e molto semplice: il segreto sta nel cuocere i vari ingredienti separatamente come per la maggior parte di questi sughetti veloci.

Le ricette di biblos

Castellane a modo mio

Castellane BarillaTagliare sottilmente un pezzetto di porro e cuocerlo con un poca acqua e un cucchiaio di olio d’oliva.

Aggiungere dei cubetti di pancetta e far dorare; 
aggiungere poi una dadolata di pomodori maturi. 
Cuocere velocemente per pochi minuti.

Mettere qualche cucchiaio di panna da cucina insieme ad un trito di basilico, prezzemolo, maggiorana.

Versare nella padella le ‘castellane’ cotte al dente, mescolare con del parmigiano grattugiato e servire subito.

Si può usare anche altra pasta corta.

Spaghetti con pesce

Far scongelare una confezione di pesce misto per pasta o risotto… anche se sarebbe molto meglio acquistare le varie qualità di pesce e crostacei freschi.

Frullare uno spicchio d’aglio, un ciuffo di prezzemolo, un pezzetto di cipolla, un peperoncino con olio d’oliva la cui quantità dipende dalla pasta che si deve condire: per due persone 2-3 cucchiai.

Mettere in una padella larga la salsina; far riscaldare un poco, aggiungere il pesce sgocciolato, far cuocere qualche minuto. Sfumare con del vino e cognac.

Aggiungere un cucchiaio di salsa di pomodoro o una dadolata di pomodoro fresco. Cuocere ancora brevemente ed amalgamare il tutto con un cucchiaio di panna da cucina.

Cuocere gli spaghetti al dente, versarli nella padella e mescolare bene. Servire subito.

Ravioli di mascarpone e timo con ragù di piccione

Il ragù: Cuocere il piccione intero condito con olio, sale, pepe, dragoncello, timo, ginepro, salvia, aglio vestito  (gli odori vanno messi anche all’interno).

Far rosolare a fuoco vivace e continuare la cottura aggiungendo del vino bianco.

Ultimare la cottura aggiungendo, eventualmente, un pochino di acqua o brodo: ci vorrà circa un’ora.

Togliere il piccione dalla pentola, far raffreddare, eliminare tutti gli odori, disossarlo e tagliare la carne a piccoli pezzi.

Filtrare il sughetto di cottura, aggiungere poco brodo, una noce di burro e un pizzico di farina. Cuocere per qualche minuto a fuoco basso, facendo attenzione a non farlo bruciare. Rimetterci i pezzetti di carne e mescolare delicatamente.

A parte preparare un sugo di pomodoro fresco tagliato a dadini con olio, aglio e maggiorana fresca.

I ravioli: preparare il ripieno mescolando il mascarpone (250 gr) con due rossi d’uovo e un bel pizzico di timo. Tenere in frigo e preparare la pasta fatta in casa. Disporre il ripieno a mucchietti  ben distanziati su una striscia di pasta; sovrapporre un’altra striscia di pasta e ritagliare dei grossi quadrati (circa 4-5 cm di lato). Disporre sopra una griglia i ravioli pronti.

C’è il rischio che si inumidiscano troppo perchè il ripieno è abbastanza morbido.

Cuocere i ravioli in acqua bollente, disporli in un largo piatto da portata, condirli con il sugo di pomodoro e parmigiano grattugiato. Mettere sopra il ragù di piccione e servire subito.

E’ un piatto rielaborato e provato da me anni fa, in una giornata di neve, cercando di cogliere profumi e sapori di ciò che avevo mangiato in un famoso ristorante.

Mezze maniche con … mille ingredienti

Scaldare in una larga padella antiaderente due cucchiai di olio extravergine di oliva con un trito di cipolla e carota, far soffriggere due-tre minuti, aggiungere dei dadini di carne di maiale, rosolare, salare un poco e sfumare con un goccio di vino bianco; lasciar cuocere finchè la carne non sia abbastanza tenera.

Aggiungere delle fettine di funghi champignons e dei cubetti di melanzana. Cuocere ancora alcuni minuti, mescolando spesso e delicatamente.
Versare qualche cucchiaio di pomodoro a cubetti e continuare a cuocere per qualche minuto. Aggiustare di sale e mettere un pizzico di pepe.

Nel frattempo cuocere la pasta, in questo caso le mezze maniche rigate.
Versare la pasta scolata nella padella, a fuoco acceso, mescolare, chiudere il fornello e condire con due cucchiaiate di parmigiano.
Servire subito.

le ricette di biblos
preparati martedì 8 maggio 2007

Spaghetti con zucchine e tonno

Ingredienti (per due persone):

spaghetti 140 g
tonno in scatola da 80 gr
due  zucchine piccole
uno spicchio di aglio
peperoncino
tre-quattro foglie di basilico
olio di oliva extra vergine
sale q.b.
sei-otto pomodori ciliegino

In una padella larga, mettere un paio di cucchiai d’olio d’oliva extravergine, uno spicchio d’aglio e uno o due peperoncini piccoli. Quando l’aglio è imbiondito, aggiungere le zucchine tagliate a dadini, un pizzico di sale, coprire la padella e lasciare cuocere per una decina di minuti a fuoco moderato. Aggiungere  i pomodorini tagliati a quarti e il basilico; lasciar cuocere per altri cinque minuti, dopo aver tolto dalla padella l’aglio e il peperoncino.
Alla fine della cottura aggiungere il tonno ben sgocciolato, mescolare delicatamente e lasciar cuocere per un minuto.
Spegnere il fuoco e lasciare la padella coperta.
Nel frattempo, mettere a scaldare in una pentola l’acqua per gli spaghetti. Al momento dell’ebollizione, salare l’acqua , cuocere gli spaghetti, rispettando i tempi di cottura indicati sulla confezione.
Scolare gli spaghetti, versarli nella padella e, a fuoco acceso, farli saltare per una decina di secondi, mescolando il tutto delicatamente.

le ricette di biblos
preparati venerdì 4 maggio 2007
Fenicotteri

Fusilli in salsa di pomodoro e ricotta al profumo di curry

Preparare la salsa di pomodoro: scaldare due cucchiai di olio e far appassire  carota, sedano, cipolla a pezzetti piccoli per un paio di minuti; aggiungere la passata di pomodoro, salare e cuocere per circa cinque-sei minuti.

fusilli Spegnere il fornello e aggiungere un pizzico di curry in polvere e del basilico tritato.
Aggiungere due cucchiai di ricotta, amalgamare e cuocere ancora per un minuto o due.

Condire i fusilli, aggiungendo una spolverata di parmigiano grattugiato.
Guarnire con foglioline di basilico.

Garganelli alle verdure estive

garganelli alle verdure estive In una padella larga, mettere un pezzetto di cipolla tritata finemente con un pochino di acqua e un pizzico di sale; far ammorbidire la cipolla e aggiungere dell’olio extravergine d’oliva, farlo scaldare leggermente e aggiungere mezza salsiccia sbriciolata e un peperoncino.
Far saltare velocemente dei dadini di melanzane e zucchine, tenute sotto sale per almeno un quarto d’ora e poi scolate e asciugate, insieme a dei dadini di peperone.
Muovere sempre la padella in modo da non far bruciacchiare le verdure; infine aggiungere qualche dadino di pomodoro fresco e un trito di basilico.
Spegnere il fornello.

Mentre si prepara il condimento, cuocere i garganelli in acqua salata; versarli, poi, nella padella con le verdure: far saltare a fuoco vivo un minuto, mescolando delicatamente.

Buon appetito … erano ottimi …