VERDURE grigliate e Tzatziki

Grigliare le verdure: qui melanzane e zucchine a fette e pomodorini tagliati a metà. Regalo dall’ORTO di un AMICO!
Condire con poco sale ed un filo d’olio.
Preparare la salsa Tzatziki con uno o due cetrioli sbucciati, grattugiati e tenuti per mezz’ora sotto sale e poi strizzati molto bene, amalgamare con yogurt greco (qui yogurt bianco normale che ho scolato un po’ – vasetto da 125 ml), aggiungere foglioline di menta (o aneto), 2-3 cucchiai di olio evo e uno spicchio di aglio a pezzi che poi io tolgo. A chi piace lo può anche tritare molto bene. Mescolare bene con una frustina e mettere in frigo.
Facoltativo un pizzico di pepe nero.
Accompagnare le verdure con la salsa.

Leggi anche un vecchio post: Antipastino o cenetta?

VERDURE grigliate e Tzatziki
VERDURE grigliate e Tzatziki

PARMIGIANA semplice di MELANZANE

PARMIGIANA semplice di MELANZANE
PARMIGIANA semplice di MELANZANE

PARMIGIANA SEMPLICE di MELANZANE
… non é melanzana fritta, ma grigliata e un po’ di differenza c’è, ma è comunque molto buona.
Cuocere per circa venti minuti in forno ben caldo (180°-200°) delle fette di melanzane alte almeno un cm su teglia di alluminio con cartaforno, girandole almeno una volta.
Oliare leggermente una teglia da forno (la mia è in acciaio inossidabile delle tante che ho: splendide Steel Pan zigrinate) e stendere qualche cucchiaio di sugo di pomodoro già preparato con gli odori, mettere le fette di melanzane, salare leggermente e condire ciascuna fetta con parmigiano grattugiato, sugo, mozzarella tritata grossolanamente con abbondante basilico fresco e al termine un filo d’olio e un pizzico di pepe (facoltativo).
Ed ora in forno ben caldo per circa 10-15 minuti.
Buon appetito!

Polpettine di melanzane

La cucina del riciclo: una melanzana vagabonda in cucina, due uova prossime alla scadenza, pane grattugiato da un po’ di tempo, una mousse di caprino e panna usata per le tagliatelle ed ecco ottime polpettine!
Una melanzana, poco olio evo, origano, sale e poco pepe: sbucciare e tagliare a cubetti la melanzana condire con il tutto e cuocere alcuni minuti in forno caldo o in padella.
Passare la polpa con il passatutto o tritacarne, aggiungere parmigiano, pecorino romano e pane grattugiati, prezzemolo tritato. Amalgamare fino ad avere una consistenza morbida in modo da formare con le mani le polpettine (circa 4 cm di diametro). In una ciotolina mettere il pane grattugiato e rotolarle in esso.
Friggere in olio profondo e scolare su carta assorbente.

Polpettine di melanzane

Mi sono accorta poco fa che avevo già scritto questa ricetta … il bello è che ho usato senza ricordarmi più o meno gli stessi ingredienti!!
https://www.matebi.it/2017/08/21/polpettine-di-melanzane/

Polpettine di melanzane

Tagliare a cubetti due melanzane medie sbucciate, cuocere in padella con poco olio scaldato e uno spicchio d’aglio, salare e pepare leggermente; cuocere per circa mezz’ora, aggiungendo un po’ d’acqua calda se serve. Mescolare spesso.

Lasciar raffreddare e poi tritare grossolanamente, aggiungere due uova battute, un pugno di pecorino romano ed uno di parmigiano, pane grattugiato, fino ad avere una consistenza morbida, foglioline di maggiorana e un po’ di prezzemolo tritato.

Formare delle polpettine di circa 4 cm di diametro. A me ne sono venute trenta.
Cuocere in padella su olio evo ben caldo (o forno preriscaldato su carta da forno).  Far rosolare bene e servire, magari accompagnandole con una buona salsa di pomodoro al basilico.

melanzane

Melanzane trifolate alla menta

Tagliare una melanzana tonda a dadini ed eventualmente lasciarla spurgare sotto sale (io non l’ho fatto), tritare due-tre spicchi di aglietto fresco e  mettere in padella con qualche cucchiaiata di olio evo, far leggermente stufare, aggiungere i dadini di melanzana, un pezzetto di peperoncino e rosolare girando spesso; dopo la rosolatura salare e spruzzare con il succo di mezzo limone e una spruzzata di aceto; far evaporare ed infine aggiungere un pezzetto di foglia di alloro e qualche fogliolina di menta.

Far raffreddare in una ciotola e servire dopo qualche ora.

Melanzane trifolate alla menta

E stasera per cena anche hummus di ceci e il mio pane con farina macinata a pietra di tipo 1, un pugno di semola rimacinata di Puglia e germe di grano.

hummus di ceci

Frullare nel mixer due cucchiai di sesamo, aggiungere poi un pezzetto di aglietto fresco, un rametto di aneto fresco o una foglia di basilico o prezzemolo, il succo di mezzo limone, ceci già lessati, circa 50 ml di olio extravergine di oliva e un pizzico di paprika dolce. Frullare fino ad avere una crema densa. Salare un poco se necessario.

pane

Il moussakà (μουσακάς)

 

Ho letto varie ricette in rete e dal mix di idee il moussakà è stato sfornato per cena. Non sarà certo l’originale μουσακάς greco, ma devo dire che l’abbiamo proprio gustato!

  • due-tre patate medio-grandi a fette (4-5 mm di spessore) tenute in acqua e sale per un’ora circa
  • due melanzane medie affettate e tenute sotto sale
  • una cipolla medio-grande tritata sottile, due spicchi di aglio spezzati (per toglierli alla fine), una foglia di alloro, poco prezzemolo, sale, un pizzico di pepe, uno di cannella e una grattugiata di noce moscata, carne macinata di vitello (300 g circa), tre cucchiai di passata di pomodoro, mezzo bicchiere di vino rosso
  • besciamella (40 g di burro, 40 g di farina, 550 g di latte intero, sale)
  • parmigiano grattugiato

Scolare ed asciugare le patate e le melanzane, passarle in poco olio evo, mescolando con le mani in una ciotola e poi distenderle in una teglia coperta di carta da forno e cuocere a 250° per circa 20 minuti, girandole a metà cottura facendo attenzione che non brucino.

Nel frattempo preparare il sugo: stufare la cipolla e l’aglio con poco olio evo ed un pizzico di sale, aggiungere la carne, l’alloro e far rosolare, sfumare con il vino rosso; quando non si sente più l’odore dell’alcol del vino aggiungere il pomodoro e far cuocere per circa 40 minuti, aggiungendo, se occorre, un po’ di acqua calda. Terminata la cottura, aggiustare di sale, pepare ed aggiungere un po’ di prezzemolo tritato, la cannella e la noce moscata. Consiglio moderazione con questi ultimi profumi per non farli prevalere troppo.
Mentre il sugo cuoce si può preparare la besciamella;  al termine della cottura mescolarci un bel pugno di parmigiano grattugiato e ancora un pizzico di noce moscata.

Quando tutti gli ingredienti sono cotti si procede a disporre in una pirofila uno strato di patate, uno di melanzane, la carne con il suo sughetto, una spolverata di formaggio e la besciamella.
Io ho fermato qui gli strati, ma si potrebbero mettere dopo la carne ancora melanzane e poi carne e quindi la besciamella.

Cuocere a 180° per circa 35 minuti. Far riposare un po’ prima di tagliarla a quadrotti!

Cena con avanzi ‘doc’

Piccolo avanzo di ottimo Risotto con i funghi preparato da S.:
ho aggiunto un uovo e un pochino di parmigiano e fatto una velocissima “frittata” … buona!

Piccolo avanzo di  Peperonata con melanzane preparata da S. (L’enciclopedia della Cucina Italiana, vol. 10 – Verdure e contorni, pag. 199 – Supplementi di Repubblica di qualche anno fa):
ho cotto delle patate intere e sbucciate nel microonde, poi le ho tagliate a metà tipo barchette e rimesso sopra le verdure ben riscaldate … buone!

L’importante è non buttare via nulla!

Spaghetti alla Norma

Tagliare una melanzana a fettine sottili – circa venti – e metterle sotto sale per mezz’ora.

Nel frattempo preparare un sughetto con un trito di cipolla, olio d’oliva e pomodori freschi o conservati a pezzettini.

Mettere a bollire l’acqua per la pasta e cuocere gli spaghetti. Mentre la pasta cuoce, scolare e asciugare bene le melanzane e friggerle velocemente in olio d’oliva. Farle asciugare in carta assorbente.

Scolare la pasta e versarla nella padella dove si è preparato il sughetto, mescolare, aggiungere abbondante ricotta salata grattugiata in una grattugia a fori larghi e le melanzane.

Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

Servire subito.