Rotolo di tacchino

  • Una fetta grande (circa un kg) di petto di tacchino preparata dal macellaio per arrotolare
  • un uovo, un pizzico di sale e uno di pepe, due cucchiai di pane grattugiato, due cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di prezzemolo essicato, un pizzico di paprica dolce: amalgamare bene il tutto come fosse un polpettone
  • due salsicce sbriciolate grossolanamente
  • due carote medie tagliate a striscioline

Spalmare sulla fetta l’impasto preparato, la salsiccia e le carote; arrotolare e legare con spago da cucina.
Cuocere in pentola a fondo spesso facendo rosolare, inizialmente in poco olio evo; aggiungere una cipolla e una carota a pezzi, uno spicchietto di aglio.

A rosolatura avvenuta, salare moderatamente quindi sfumare con un bicchiere di vino bianco. Aggiungere un po’ di acqua calda, un cucchiaino di paprica dolce e cuocere con il coperchio per circa un’ora controllando ogni tanto. 

Far raffreddare bene, tagliare a fette, frullare grossolanamente il fondo di cottura.
Al momento di servire scaldare per pochissimo tempo le fette irrorate dal sughetto. In genere faccio questa operazione al microonde per un paio di minuti.
Servire con verdure: qui fagiolini e peperoni arrostiti.

Involtini di tacchino

Stendere sopra a delle fette di tacchino piccole e sottili (o ritagliando dei pezzi da una fetta grande), una fettina di prosciutto crudo  e una strisciolina di caciotta o altro formaggio morbido.
Arrotolare e chiudere con uno stecchino di legno.

Passare gli involtini in una panatura di pane grattugiato, olio, sale, pepe, prezzemolo tritato. Adagiarli in una teglia con carta alluminio o carta forno per chi la preferisce.
Cuocere in forno ben caldo (180°)  per circa 10-15 minuti, facendo formare una bella crosticina.
Gli involtini devono essere piccoli… poco più di un boccone.
Servire con piselli al prosciutto o purée di patate.

Bocconcini di tacchino con salsa alla senape e mandarini caramellati

Ingredienti per due/tre persone:

  • 200-250 g di fesa di tacchino

Tagliare a tocchetti la carne e metterla in un piatto con poco succo di mandarino ed un pizzico di sale.

Nel frattempo preparare la Salsa allo scalogno e senape e i Mandarini caramellati:

  • Salsa allo scalogno e senape
  • un cucchiaio di senape (tipo Maille)
  • due scalogni (romagnoli o francesi)
  • vino bianco secco
  • acqua
  • mezzo cucchiaino di fecola
  • saleIn una padellina mettere lo scalogno tritato  finemente coperto di acqua e vino bianco.  Salare leggermente e far cuocere finchè sarà morbido. Togliere dal fornello e frullare il tutto; aggiungere mezzo cucchiaino di fecola o maizena precedentemente sciolta in un pochino di acqua tiepida. Rimettere a  fuoco bassissimo per un paio di minuti, aggiungere la senape e mescolare per formare la salsa.
  • Mandarini caramellati
  • due mandarini
  • un cucchiaio abbondante di zucchero di canna
  • acquaPulire i mandarini togliendo tutte le pellicine bianche e dividerli a spicchi. Mettere in un pentolino lo zucchero con un cucchiaio d’acqua e portare a “quasi caramello”. Immergervi gli spicchi di mandarino e far caramellare. Devono risultare lucidi.

Quando salsa e mandarini sono pronti preparare la carne: scolarla dal liquido che si é formato ed infarinarla leggermente.
Mettere in padella un filo di olio evo e far rosolare delicatamente. Aggiungere vino bianco e un pochino di brodo vegetale e muovendo sempre la padella portare a cottura.

Disporre in un piatto caldo la carne con la sua salsina di cottura, versare sopra la salsa di senape ben calda, appoggiare i mandarini vicino. Guarnire il piatto con prezzemolo tritato e una foglia di alloro.

Bocconcini di tacchino con mandarini caramellati

fasi della preparazione e piatto finale:

p.s.: il mandarino non era molto dolce e il succo dove ho marinato la carne l’ha resa leggermente amara

Scaloppe di tacchino con verdure in agrodolce

Scaloppe di tacchino con verdure in agrodolceLasciar marinare le fette di tacchino con del succo di limone per almeno un’ora.

Preparare cipolline e peperoni friggitelli in agrodolce separatamente (vedi ricette).

Salare e infarinare la carne e cuocere velocemente in una padella con tre cucchiai d’olio evo e una piccola noce di burro ben caldi, ma non fumanti.
Disporre la carne in un piatto e coprire con le verdure e il sughetto agrodolce. Servire subito.

Rotolo di tacchino

Prendere un petto di tacchino e aprirlo con il coltello in modo da farne una fetta larga, stendere sopra la carne di due o tre salsicce, arrotolare e legare con un filo da alimenti.

Scaldare tre cucchiai di olio extravergine d’oliva con due spicchi d’aglio non sbucciati, rosolare la carne girandola rapidamente, salare e aggiungere qualche foglia di salvia e, volendo, un rametto di rosmarino.

Bagnare con una spruzzata di vino bianco e continuare la cottura per circa mezz’ora, oppure nella pentola a pressione per dieci-quindici minuti. La carne di tacchino cuoce abbastanza velocemente.

Far intiepidire la carne, togliere il filo, tagliarla a fette e disporla in un piatto da portata. Far ritirare il sughetto sul fuoco e versare sulla carne.

Abbinare un contorno di verdure cotte come spinaci, fagiolini, piselli, cipolline in agrodolce oppure puré di patate.

  • invece di un’unica fetta di tacchino si possono preparare allo stesso modo delle fettine e fare degli involtini.
  • dal commento di marcoP:
  • Ne conosco due-tre varianti, tutte molto gustose! ;-P
    1. sostituire il ripieno con formaggio tagliato a fette sottili
    2. riempire con una frittatina molto sottile
    3. riempire con carote a filini e prosciutto in fette
    Buon appetito!