Filetto di maiale con guanciale al marsala

Filetto di maiale con guanciale al marsala
Filetto di maiale con guanciale al marsala

Per 2 persone

4 fette di filetto di maiale alte almeno 2 cm

fettine di guanciale tagliate sottili

2 cucchiai scarsi di olio evo, poco sale, un bicchierino di marsala secco, mix di pepi

un peperone cornetto tagliato a striscioline e un pezzetto di cipolla bianca tagliata sempre sottile, sale, alloro

Avvolgere la carne con il guanciale e legarla intorno con spago da cucina. Infilare due fette in uno stecchino di legno lungo.

In una padella larga mettere l’olio, scaldarlo appena e cuocervi velocemente il peperone con la cipolla e mezza foglia di alloro, salare e trasferire nel piatto da portata. Per la cottura ci vorranno al massimo dieci minuti.
Nella stessa padella cuocere la carne a fuoco vivo per circa 4/5 minuti (all’interno deve essere rosea, ma cotta cioè non al sangue), sfumare con il marsala. Mettere nel piatto da portata accanto ai peperoni, spolverizzare con il mix di pepi ed irrorare con il sughetto che si è formato. Servire subito.

Filetto in salsa al porto e lamponi

Filetto in salsa al porto con lamponi
Filetto in salsa al porto e lamponi

Altra ricetta della cenetta di San Valentino.

una fetta alta di filetto di vitellone o manzo a testa
Le quantità successive sono da regolare secondo il numero di fette che si cuociono: io ne ho preparate tre.
burro (o meglio burro chiarificato) 30 g circa
un cucchiaio di olio evo
uno scalogno
150/200 ml di Porto
un cucchiaio di miele d’acacia
15/20 lamponi freschi
sale rosa dell’ Himalaya

In una padella scaldare bene il burro e l’olio insieme allo scalogno tritato molto finemente facendo attenzione che non bruci. Cuocere le fette per due/tre minuti per parte, porle poi tra due piatti e tenere al caldo [io avevo il forno spento ma caldo e le ho tenute lì].

Il tempo di cottura dipende dall’altezza delle fette e da quanto le si voglia “al sangue” o no. Io preferisco una cottura media che lascia la carne rosata all’interno.

Nel fondo di cottura versare il porto e il miele e far evaporare a fuoco vivo per alcuni minuti. Si deve ottenere una consistenza sciropposa. Aggiungere alla fine i lamponi e mescolare dlicatamente: al massimo un minuto.
Disporre la carne in un piatto caldo da portata, salare e versare sopra la salsa caldissima; decorare con qualche lampone fresco.

Patate viola
Affettare le patate sottilmente (2/3 mm). Salare e oliare mescolando con le mani. Cuocere in forno a 200° fino a cottura. Ci vorranno circa10/15 minuti.

Nota: non ho trovato il filetto ma un pezzo che mi dicono comunque pregiato; qui a Gubbio lo chiamano FINTA BASSA … a cosa corrisponde?

San Valentino 2022

Ancora siamo in casa con un po’ di dubbi di andare al ristorante … speriamo presto!

Allora ecco una cenetta per il nostro San Valentino:

Baci di dama salati al pistacchio con ricotta e mortadella, ricotta e gorgonzola, granella di pistacchio (vai alla ricetta)
Bresaola con mousse di ricotta e gorgonzola e noci
Prosciutto cotto alle erbe

Baci di dama salati al pistacchio
Baci di dama salati al pistacchio

clic per la ricetta: Filetto in salsa al porto e lamponi – Patate viola

Filetto in salsa al porto e lamponi - Patate viola
Filetto in salsa al porto e lamponi – Patate viola

Qui la ricetta: pan brioche al pepe e paprika

Cheesecake al pistacchio
Cheesecake al pistacchio
Intrecci di pan brioche
Intrecci di pan brioche
Intrecci di pan brioche
Intrecci di pan brioche
Cuore di pan brioche con sesamo e semi di papavero
Cuore di pan brioche con sesamo e semi di papavero
Cuore di pan brioche con paprika dolce
Cuore di pan brioche con paprika dolce

Filetto di maiale al vino rosso e cipolle in agrodolce

La “rossa” e la “borrettana” di Cannara in agrodolce per accompagnare il filetto di maiale al vino rosso

CIPOLLE di CANNARA
Pulire le cipolle togliendo il velo esterno; mettere in pentola con olio evo appena scaldato per pochi minuti, salare, aggiungere vino bianco, aceto, un cucchiaio di zucchero, una foglia di alloro. Cuocere fino a raggiungere la morbidezza delle cipolle e, se serve, mettere un po’ di acqua calda.

Ho usato la pentola pressione per circa 20 minuti (controllare comunque i tempi) e alla fine ho tolto le cipolle e fatto ritirare il sughetto a pentola scoperta.

FILETTO di MAIALE al VINO ROSSO
Inserire all’interno del filetto facendo un piccolo buco per tutta la lunghezza e al centro la pasta di una salsiccia. Legare con lo spago da cucina e passare nel sale aromatizzato al finocchio (altrimenti finocchio tritato e sale).
Lasciar insaporire per qualche ora: io l’ho condito ieri sera e cotto oggi.

In una pentola mettere olio evo, uno spicchio di aglio e rosolare bene la carne. Aggiungere un bicchiere di vino rosso e sfumare. Far cuocere per circa mezz’ora, aggiungendo un po’ di acqua calda qualora necessiti. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza del filetto. Questo è piccolo: circa 400 g.
Anche qui ho usato la pentola a pressione chiudendo il coperchio dopo l’evaporazione del vino e cotto per circa 15/20 minuti.

Tagliare a fette non troppo sottili dopo averlo fatto riposare per almeno mezz’ora.
Servire irrorando con il fondo di cottura passato in un colino.

La "rossa" e la "borrettana" di Cannara in agrodolce
La “rossa” e la “borrettana” di Cannara in agrodolce
Filetto di maiale al vino rosso
Filetto di maiale al vino rosso

SPIEDINI di FILETTO di maiale

Spiedini di filetto di maiale con patate arrosto e radicchio variegato
Spiedini di filetto di maiale con patate arrosto e radicchio variegato

Ingredienti

Filetto di maiale non molto grande tagliato a fette alte circa due centimetri/due centimetri e mezzo (due/tre fette a persona e poi dipende dall’appetito!)
Timo, rosmarino, salvia, alloro, grani di pepe, aglio
Tante fettine sottili di pancetta tesa quante sono le fette di filetto
Olio evo, Vino rosso, Sale
Per contorno: patate arrosto a fette con aglio, salvia, rosmarino, sale, pepe e poco olio, radicchio al forno con poco olio, sale e spruzzata di aceto balsamico alla fine.

Preparazione
In una ciotola mettere la carne con tutti gli aromi e lasciar insaporire per alcune ore in frigo. Se si ha poco tempo, anche un’ora può essere sufficiente.
Togliere gli aromi e avvolgere intorno ad ogni fetta la pancetta; infilare in spiedini di legno alternando con foglie di alloro.
Scaldare molto bene nel fornello una padella a fondo spesso, poi aggiungere un filo di olio, adagiare gli spiedini, coprire (io ho usato il coperchio magico della Stanhome) e cuocere tre minuti circa per parte.
Fare molta attenzione che non si brucino!
Salare pochissimo e sfumare con il vino a fuoco vivo e senza coperchio per un minuto.
Servire subito con i contorni.