Polpo, patate al limone, cipolla e peperone in agrodolce

Polpo
patate al limone
cipolla e peperone in agrodolce
Polpo
patate al limone
cipolla e peperone in agrodolce

POLPO
Lavare il polpo (questo di circa 750 g) e metterlo intero in pentola a pressione con il succo di un limone e i mezzi limoni rovesciati sotto lo stesso, pochissima acqua. Aggiungere una costa di sedano e un pezzetto di carota.
Cuocere per circa 25 minuti dal sibilo della pentola (aprire e provare a sentire con uno stecchino se è morbido altrimenti continuare la cottura per qualche minuto). Lasciare la pentola chiusa e far raffreddare.
Disporre in una ciotola con tutto il liquido.

Questa operazione la si può fare anche il giorno prima di servirlo.
Poco prima di servire, scaldare poco olio evo in una padella antiaderente, mettere i tentacoli del polpo e “rosticciare” a fuoco vivo.

PATATE al LIMONE
Lessare due/tre patate medio-grandi, scolarle e, da calde, schiacciarle bene ed amalgamare come fosse un puré con qualche cucchiaio di olio evo, il succo e la buccia grattugiata di un limone bio, un pizzico di pepe nero.

Cipolla e peperone in agrodolce
Tagliare a fette una cipolla di Tropea e a listerelle un peperone giallo .
Mettere in pentola con due/tre cucchiai di olio evo, mezzo bicchiere di aceto delicato, mezzo bicchiere di vino bianco, uno spicchio di aglio fresco, un cucchiaio abbondante di zucchero, un bel pizzico di sale.
Cuocere finché le verdure risultino morbide e il liquido sarà un po’ denso.
Far raffreddare e conservare in un contenitore di vetro.
Sicuramente il tutto più buono dopo un paio di giorni.

Cipolla e peperone in agrodolce
Cipolla e peperone in agrodolce

Disporre le patate nel piatto da portata, mettere sopra i tentacoli del polpo, quindi peperoni e cipolla in agrodolce.
Decorare con buccia di limone a filetti e pepe nero.

Arista in agrodolce

La ricetta mi fu data un paio di anni fa da un collega durante gli esami di stato.
Grazie M.!
Quando faccio un po’ di ordine ritrovo mille cose.

Credo che questo sia il periodo giusto per provarla.

Ingredienti:

  • fettine di arista alte poco più di un centimetro
  • mele e/o pere
  • poco zucchero
  • vino bianco
  • cipolla a fettine
  • rosmarino, salvia, aglio
  • sale e pepe

Adagiare in una padella delle fettine di mele o pere (anche insieme) coprendo tutto il fondo. Spolverare sopra con un po’ di zucchero e coprire con il vino. Mettere sopra le fette di arista, salare e pepare, aggiungere la cipolla e gli odori.
Cuocere a fuoco dolce con il coperchio per circa un’ora.
Togliere da sopra tutti gli odori. Disporre le fette di carne in una fiamminga ben calda e servire con la salsa di mele che si è formata sul fondo.

Menu invernale

Antipasto con sformatino freddo di formaggi

Antipasto:

Sformatino freddo ai formaggi con lamelle di mandorle e miele di castagno
Lombetto di maiale
Sfogliatine natalizie

 

Nidi di tagliatelle ai funghiPrimo:

Nidi di tagliatelle
ai funghi e mozzarella

 

 

 

Controgirello di vitello Bouquetière, Cipolline in agrodolce, Arance condite, Patate arrosto agli aromi
Secondo:

Controgirello di vitello Bouquetière
Cipolline in agrodolce
Arance condite
Patate arrosto agli aromi

Scaloppe di tacchino con verdure in agrodolce

Scaloppe di tacchino con verdure in agrodolceLasciar marinare le fette di tacchino con del succo di limone per almeno un’ora.

Preparare cipolline e peperoni friggitelli in agrodolce separatamente (vedi ricette).

Salare e infarinare la carne e cuocere velocemente in una padella con tre cucchiai d’olio evo e una piccola noce di burro ben caldi, ma non fumanti.
Disporre la carne in un piatto e coprire con le verdure e il sughetto agrodolce. Servire subito.

Scaloppe all’arancia

La ricetta è della sig.ra Anna, che ha viaggiato con noi.

Infarinare delle fette di arista di maiale e cuocere rapidamente in burro e/o olio caldo, facendo attenzione a non far staccare l’infarinatura. Quando saranno dorate spruzzare con succo di arancia e far evaporare. Distribuire sopra la buccia dell’arancia grattugiata oppure tagliata a filetti sottili e lasciar cuocere qualche minuto. Attenzione a mettere solo la parte arancione della buccia, altrimenti si avrebbe un cattivo sapore amarognolo.

Decorare con fettine di arancia e servire.

Credo che possano essere ben accompagnate da purée di patate, piselli cotti con cipolla, pezzettini di carota, olio e sale, oppure da un’ insalata agrodolce di arance pelate al vivo e affettate, qualche sottile fettina di cipolla tenuta sotto sale per una mezz’ora, olive nere e ribes, il tutto condito con olio d’oliva, sale e qualche goccia di aceto balsamico.

Magari aspetteremo la stagione invernale per prepararle …

Peperoni in agrodolce

peperoni

Allo stesso modo delle cipolline si possono preparare i peperoni tagliati a listerelle più o meno grandi, secondo il gusto.
Si può aggiungere nell’olio uno spicchio d’aglio a pezzetti e ridurre, se si mangiano subito, la quantità di aceto. Infine mettere un trito di prezzemolo, anche questo secondo i gusti.

Si accompagnano molto bene alle cipolline.

Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce

Sbucciare e lavare 500 gr di cipolline. In una padella larga mettere mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, far scaldare e aggiungere le cipolline. Salare e dopo qualche minuto versare mezzo bicchiere di aceto bianco. Lasciar cuocere finchè le cipolline risulteranno morbide. Aggiungere un cucchiaio di zucchero e cuocere ancora qualche minuto, facendo attenzione che non si scuriscano troppo.

  • sono ottime come contorno a molti piatti di carne e tra gli antipasti

  • si conservano anche per più di un mese in un vasetto di vetro, in frigo, coperte dal loro liquido

Cipolline in agrodolce

Cipolline in agrodolce