Cotolette di agnello e verdure

Oggi Domenica!

Cotolette di agnello con sale aromatizzato, patate, funghi, bietola e cicoria, carciofi, riscoli

Cotolette di agnello, verdure e patate
Cotolette di agnello, verdure e patate

Cotolette di agnello con sale aromatizzato

Condire le cotolette con il sale sale aromatizzato, succo di limone, pepe nero. Lasciar insaporire per almeno un’ora.
Riscaldare il forno al massimo, deporre la carne sopra ad una griglia appoggiata in una teglia da forno ricoperta con carta da forno o foglio di alluminio (metodo pratico per non sporcare molto: al temine della cottura si butterà la carta. Io ho una vecchia teglia antiaderente leggera che ormai uso solo così).

Cuocere nel ripiano più alto del forno per circa 10 minuti per parte. Controllare la cottura con il proprio forno. Servire subito.

Patate

Tagliare a fette sottili, circa 2/3 mm, le patate (qui rossa di Colfiorito) ed immerrgerle per un’ora circa in acqua salata abbondantemente. Scolare ed asciugare.

Deporre in una teglia da forno condendo con sale aromatizzato, poco olio evo e un pizzico di pepe (facoltativo). Mescolare con le mani e stendere sulla teglia senza sovrapporre le fette. Cuocere in forno preriscaldato a 250° per circa 10/15 minuti finchè non diventeranno croccanti.

Funghi champignon

Tagliare a fette con la mandolina o con coltello (spessore 2/3 mm circa) dei funghi abbastanza grandi. Condire con olio evo, sale, aglietto fresco, prezzemolo tritato e cuocere in forno a 200° finchè tutto il liquido non si è ritirato, Ci vogliono circa 15/20 minuti.
Verso la fine della cottura delle patate, aggiungere qua e là un po’ di funghi.

Bietola e cicoria
Lessare in acqua bollente salata, scolare, strizzare e quindi ripassare per un paio di minuti in padella con olio e aglietto fresco (o aglio secco).

Carciofi

Carciofi tagliati a spicchi e cotti in pentola a pressione per massimo 10 minuti (controllare anche dopo 5/6 minuti la cottura ed eventualmente continuare).

Condimento: olio evo, sale, mentuccia romana (nepitella) o prezzemolo tritato, aglietto fresco o aglio secco.

Riscoli (agretti)
Lessare i riscoli in acqua moderatamente salata e, dopo averli scolati, condirli con olio evo, aglietto fresco e nepitella.

Ho usato cotolette di agnello di Villa Dama, patate rosse di Colfiorito comprate al mercato, carciofi pugliesi, verdure ed odori di Azienda Agricola Vispetto … funghi del supermercato!
Il sale era stato preparato da me con gli odori della mia terrazza e del giardino di una cara amica.

Tagliata e patate con sale aromatizzato

E se prepari il Sale aromatizzato (rosmarino, salvia, timo comune-Thymus vulgaris, timo limone-Thymus citriodorus, finocchio, alloro, pochissimo olio, sale) non lo vuoi usare per la tagliata e le patate?

Tagliata e patate con sale aromatizzato
Tagliata e patate con sale aromatizzato

Patate: tagliare le patate a tocchetti e scottarle in acqua bollente leggermente salata per 4-5 minuti. Scolarle e disporle sopra un canovaccio o carta da cucina per far asciugare almeno per mezz’ora.

In una padella antiaderente scaldare due cucchiai di olio evo con uno spicchio di aglio, mettere le patate e cuocere mescolando molto spesso e coprendo con un coperchio. Rimuovere l’aglio e verso la fine della cottura cospargere di sale aromatizzato e, volendo, un pizzico di pepe nero.

Tagliata: carne alta circa 2/3 cm e di ottima qualità (qui è noce da azienda locale) lasciata per un po’ di tempo fuori dal frigo. In una piastra o padella antiaderente a fondo spesso, mettere pochissimo olio evo e scaldare bene. Mettere la carne facendo cuocere 3 minuti per parte e tenendo coperto. Al termine controllare la cottura e tagliare a fettine. Cospargere di sale aromatizzato e un filo d’olio. Servire subito.

Sale aromatizzato

Sale aromatizzato
Sale aromatizzato

Da molti anni preparo il sale agli aromi, ma dopo aver letto quello di Fort Valeriano (per ora non trovo il link), uso anche un po’ di olio di oliva e il tutto ci guadagna!

Sale grosso integrale marino (circa 300-350 g)
due tazze colme di aghi di rosmarino (in prevalenza), foglie di salvia, foglioline di timo di molti rametti, un rametto di finocchio, foglioline di maggiorana/origano, due foglie di alloro, due fili di erba cipollina, tre cucchiai di olio evo.

Preparare le erbe aromatiche: mondare, lavare, asciugare molto bene lasciandole anche qualche ora sopra un panno o carta da cucina.
Frullare gli odori con una parte di sale, continuare a frullare e aggiungere sale e quando si è raggiunta la consistenza voluta (più o meno fino), aggiungere l’olio e frullare ancora.
Per frullare ho usato il bimby.

Sale al finocchio
stesso procedimento con rametti di finocchio selvatico.
Sale all’arancia/limone
Stesso procedimento con bucce di arancia/limone senza la parte bianca fatte essiccare e poi frullate con il sale. Ottimo per il pesce e le carni bianche come petto di pollo o tacchino.

Lasciar asciugare in vassoi per qualche ora e poi invasare.
Conservare in frigo.
Prepararlo richiede un po’ di tempo, ma assicuro che una volta fatto lo si userà molto spesso: patate o altre verdure in padella o al forno, carni grigliate, tagliata, arrosti!