Tagliolini allo Scalogno di Romagna IGP

Ingredienti per 4 persone

Tagliolini fatti a mano, meglio se con pasta salata;
g 800 di scalogno;
g 500 di passata di pomodoro (si può fare anche con pomodori freschi ben maturi).

Preparazione
Preparare la pasta sfoglia.

Pulire e affettare sottilmente lo scalogno, metterlo sul fuoco e farlo andare con un po’ d’acqua fino a ridurlo in poltiglia.

Aggiungere l’olio e il pomodoro, salare e pepare e portare il sugo a cottura.

Lessare i tagliolini e condirli direttamente nel vassoio con il sugo mantecato con burro e parmigiano e una grattatina di noce moscata.

Le ricette di Carla
Grazie Carla per questa ricetta!

La Scienza fa rumore

17-21 agosto 2008 – Perugia

Convegno internazionale su “Stochastic Resonance 2008

Responsabile scientifico: Prof. L. Gammaitoni – Dipartimento di Fisica.

A quest’ ultima è associata la manifestazione scientifico-artistica La Scienza fa rumore;

v.: Promemoria (pdf).

Si tratta di una serie di eventi culturali (associati all’idea di “rumore”) destinati ad un pubblico più ampio di quello dei soli addetti ai lavori e partecipanti alla conferenza. Tra le varie iniziative si segnala, il 21 agosto presso il complesso di Santa Giuliana (Perugia), un balletto di danza moderna appositamente coreografato ispirandosi ai temi scientifici in oggetto. Chi intendesse partecipare è pregato di registrarsi nell’ apposito sito: www.stochastic-resonance.org.

fonte: Universita’ degli Studi di Perugia – Dipartimento di Fisica

Navelli, lo zafferano e il ristorante ‘Antica Taverna’

Da lontano Navelli sembra un borgo disabitato con le case punteggiate dalle molte finestre…
Arriviamo in una piazzetta, chiediamo informazioni ad alcuni abitanti del posto per trovare un ristorante; dopo una lunga e piacevole chiacchierata sullo zafferano e la sua coltivazione, ci consigliano un ristorante aperto da pochi giorni: l’Antica Taverna.
Sembra strano ma non riuscivamo a trovarlo perchè è un po’ fuori dal paese.
Ci ha accolto un ambiente gradevolissimo insieme ad un’ottima cucina.
Non si può assaggiare tutto, ma l’ antipasto molto vario, i primi – anelli alla pecorara, ravioloni con salsa di zafferano – e il gelato allo zafferano ci hanno messo veramente di buonumore.
Siamo partiti a malincuore, chissà quando potremo tornarci… ma se passate da Navelli non perdetelo…

Riferimenti: Consorzio per la tutela dello zafferano dell’Aquila
14 agosto 2008

San Demetrio ne’ Vestini e dintorni

AbruzzoDa San Demetrio ne’ Vestini
San Demetrio ne' VestiniTramonto
un percorso tra piccoli paesi arroccati: Fontecchio, Acciano, scoprire per caso Corfinio (Corfinium) e la sua storia, Popoli, Bussi sul Tirino, Capestrano e Navelli, patria dello  Zafferano dell’Aquila DOP.
Chiese e rocche appaiono ogni tanto lungo il percorso.

Riferimenti: Parco Naturale Regionale Sirente VelinoNavelli: borghi d’Italia – Perle d’Abruzzo: zafferano
14 agosto 2008

Rocca Da Varano e Abbadia di Fiastra

Percorrendo la strada SS77, poco dopo il Lago di Polverina si innalza a sinistra sopra un  cono brullo e roccioso la Rocca Da Varano.

Rocca Da Varano

Dopo circa 35 km, sulla destra, si trova la deviazione per Abbadia di Fiastra – (Tolentino MC).
Veramente sorprendente: il complesso  monastico dell’Abbazia Cistercense Santa Maria di Chiaravalle, la riserva naturale,i reperti archeologici, il palazzo Giustiniani Bandini, il parco con moltissime piante tra cui una quercia da sughero…

MeridianaMeridianaPalazzo Giustiniani BandiniQuercia da sugheroIl chiostroLa sala delle oliereLa sala delle oliereLa sala del CapitoloIl chiostroAcquasantieraLa chiesaIngresso al chiostro

Riferimenti: Abbazia Cistercense S.Maria di Chiaravalle di FiastraRiserva naturale Abbadia di Fiastra

L’aspetto divertente della giornata: vado nei bagni del parco per lavarmi le mani… nel primo lavandino c’è un bel cocomero a rinfrescarsi sotto l’acqua corrente. Dico alle signore che stavano allestendo il loro pic-nic: “Vorrei lavarmi le mani… ma c’è un cocomero” e intanto vado nell’altro pre-bagno e … un bel bottiglione di vino bianco da cinque litri si rinfrescava anche lui… Senza neanche pensare che forse era il caso di togliere o l’uno l’altro, mi sento dire: “Il lavandino c’è anche dentro al bagno”.
Non ho risposto perchè non sapevo se ridere o arrabbiarmi… meglio ridere!

13 agosto 2008

Intermezzo di Ferragosto

viaggio 2008

Quattro-cinque giorni di vacanza: nessun lungo viaggio, ma un giro alla ricerca di un po’ di fresco e fuori dal grande traffico di questi giorni. Con calma e tranquillità, senza frenesia, senza prenotazioni, per strade e stradine del Centro Italia.

Quando viaggio scrivo in un libricino un breve diario: proverò anche qui.

I blog sono/erano dei diari online in fondo…

Insalata frutta e verdura

Cucinare AppassionataMente

Questa è un’insalata ottima e fresca che mangiamo in un ristorante di Gubbio.

Gli ingredienti più o meno sono questi:

abbondante rucola (o altra insalatina), dadini di formaggio tipo caciotta, dadini di frutta di stagione, pesche, melone, fragole, arancia, ananas, mela, pera … il tutto condito con sale, olio d’oliva e aceto balsamico.

I dadini di frutta e formaggio sono proprio … ini, cioè saranno meno di un cm di lato: qui sta secondo me la bontà; se fossero tagliati più grandi non si avrebbe il buon amalgama di sapori.