I Panicocoli di San Nicolò

Al termine del TG3 regionale, poco fa, ho visto la preparazione dei  Panicocoli di San Nicolò, dolci tipici di Bevagna e anche dell’area eugubina e del Monte Cucco con il nome di Ciarabaldoni.

Ecco la ricetta  degli alunni dell’Istituto Alberghiero di Assisi:

  • 200 gr di farina
  • vino bianco: una tazzina da caffè
  • olio extra vergine d’oliva: una tazzina da caffè
  • zucchero: una tazzina da caffè
  • semi di anice 
  • un pizzico di sale

Ferro per panicocoli

 

Si dispone la farina a fontana, si mettono al centro gli ingredienti e si impasta.
Si fanno poi dei rotoli e si ricavano delle palline di impasto da mettere sui ferri ben caldi.

Si formano dei cannoli arrotolando le sfogliette

 

 

 

 

 

 Qui sono stati serviti con crema pasticcera al vinsanto da aggiungere alla crema alla fine.

Panicocoli di San Nicolo'

Da provare! Ma il ferro dove lo trovo?

altre informazioni:  Panicocoli di San Nicolo’ –Ricette/Ciarabaldoni

Purea di fave con bietola

Purea di fave con bietola

Ho cotto le fave essiccate e sbucciate in acqua bollente con uno spicchio di aglio, una stecca di rosmarino e sale; a cottura ultimata (quasi un’ora!), le ho ridotte in purea con il Bimby che secondo me per questa funzione è meraviglioso! Ho servito con bietola lessata, purtroppo surgelata, e condito con olio extravergine d’oliva nuovo. Una macinatina di pepe nero e bruschette calde di pane.

Crema di zucca gialla e porri e Mini-carré di maiale

E’ da tanto tempo che non la faccio, ma visto che stamattina ho comperato la zucca  gialla al Mercato di Campagna Amica, sto preparando la crema con zucca, patate e porro con la cottura nel Bimby.
Il Bimby è un acquisto recente e sto facendo un po’ di prove come questa di stasera.

– una fetta grande di zucca gialla tagliata a dadini
– una patata tagliata a dadini
mezzo porro piccolo tagliato a fettine
– una noce di burro
– mezzo cucchiaio di farina
– circa mezzo bicchiere di latte
brodo vegetale (acqua con mezzo cucchiaino di dado vegetale Bimby)
sta cuocendo…

In forno, intanto sta cuocendo un mini-carré di maiale insaporito con un trito di aglio, rosmarino, salvia, alloro, timo contornato da fette di cipolla bionda di Cannara e condito con un filino di olio.
E, immancabili, in un’altra teglia le mie patate al forno a fette condite con gli stessi aromi del carré.

Qualcuno vuol venire a cena? A dopo!

… … … abbiamo cenato e tutto era buono, almeno secondo noi!

Nelle ciotoline della  crema di zucca ben calda,  ho aggiunto dadini di taleggio che si è leggermente liquefatto e ho servito con bruschettine di pane e parmigiano (facoltativo).

Crema di zucca gialla e porri

Nel mini-carré di maiale, tra una fetta e l’altra ho inserito delle piccole fettine di pancetta: l’idea mi è venuta leggendo qui.
In un primo momento l’ho lasciato scoperto, poi ho chiuso bene il contenitore di cottura ed infine, di nuovo aperto per far colorire la carne. Ci sono voluti  circa 45 minuti di cottura, ma per pezzi grandi credo ce ne voglia di più.
Mini-carré di maiale

Dopo tre secondi da questa foto, quel bicchiere di vino si è rovesciato completamente sulla tovaglia: Allegria!

Cena di Maria Teresa e Sergio, 24 novembre 2012

Cena con avanzi ‘doc’

Piccolo avanzo di ottimo Risotto con i funghi preparato da S.:
ho aggiunto un uovo e un pochino di parmigiano e fatto una velocissima “frittata” … buona!

Piccolo avanzo di  Peperonata con melanzane preparata da S. (L’enciclopedia della Cucina Italiana, vol. 10 – Verdure e contorni, pag. 199 – Supplementi di Repubblica di qualche anno fa):
ho cotto delle patate intere e sbucciate nel microonde, poi le ho tagliate a metà tipo barchette e rimesso sopra le verdure ben riscaldate … buone!

L’importante è non buttare via nulla!

Showcooking: Anna Moroni e i suoi ospiti

Il mese del tartufo
 Sabato 17 novembre 2012

Showcooking: Anna Moroni e i suoi ospiti
 
Arconi di Via Baldassini

Anna Moroni, Arconi di Via Baldassini

Preparazione di “tartufi salati
Impasto base: pane in cassetta morbido sbriciolato e ammorbidito con latte, burro, formaggio cremoso.
Amalgamare bene e dividere l’impasto; in ogni parte incorporare pezzetti di salmone affumicato,  pezzetti di acciuga, capperi tritati …
Formare delle palline e passare in semi di sesamo o pistacchi tritati o spezie (per es. timo, erba cipollina …)

tartufi salati

Anna Moroni ha poi dato la ricetta del Ciambellone fantastico che si può trovare qui nel video de “La prova del cuoco”: 

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6dbc17f2-31e3-47b2-b1f9-46886234679f-popup.html

… il limoncello nelle ciambelle l’ho spesso usato anch’io… vedi  Ciambella con gocce di cioccolato 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Video: Anna Moroni, Natalia Cattelani e i bambini

fonte: Tartufo in tavola

Presentazione del libro: SOFFRIGGO PER TE di Fabio Picchi

Il mese del tartufo

Venerdì 16 novembre 2012
Biblioteca Sperelliana
Chiara Giallonardo e lo chef-scrittore Fabio Picchi

Presentazione del libro:
SOFFRIGGO PER TE
di Fabio Picchi
Edizioni Rai Eri, pp. 126, euro 16,90

Chiara Giallonardo e lo chef-scrittore Fabio Picchi

Salade chèvre chaud aux noix

Insalata con crostini di formaggio di capra e noci

Da qualche giorno ho in mente di farla nel ricordo delle tante volte che l’ho mangiata in Francia.
Ci si deve accontentare un po’… non la baguette francese, ma una “frusta” eugubina e del formaggio di capra non stagionato ed un morbido caprino.

  • lavare l’ insalata: in questo caso ho usato una busta pronta con indivia riccia, indivia scarola e radicchio rosso
  • preparare una vinagraitte con olio evo, un pizzico di sale, succo di limone aggiungendo un cucchiaio di senape con grani ed emulsionando il tutto in una ciotolina con una piccola frusta
  • tritare qualche fogliolina di timo e origano, aggiungere un pizzico di pepe nero
  • tagliare il formaggio di capra a fettine e cospargerlo con il trito; il caprino morbido l’ho amalgamato con le erbe
  • tagliare il pane a fettine alte circa un centimetro, farlo tostare leggermente in una griglia da fornello, mettere sopra ad ogni fetta una nocciolina di burro e il formaggio, passare per 2 minuti sotto al grill del forno
  • nel frattempo condire l’insalata con la vinagraitte in un piatto largo (da pizza) aggiungendo i gherigli di noce
  • disporre sopra i crostini caldi e servire subito

…  et voilà!

 Il risultato ed il sapore non erano proprio male!

Mostra del tartufo 2012 e “finger food”

GEOMETRIEGEOMETRIE

SURREALESURREALE

Il 2 novembre, alle 15.30, nel padiglione degli Aromi a piazza Grande, si continua con gli appuntamenti delle Officine del gusto. Però bando alle posate, il protagonista è lo spassoso e modaiolo “finger food”, il cibo mangiato con le mani. Il cuoco Marco Gargaglia, infatti, guiderà i partecipanti nella realizzazione di un menù a base di prodotti tipici del territorio.

Marco Gargaglia Marco Gargaglia ha preparato:

finger food

  • Battuta di Chianina con uovo di quaglia e tartufo
  • Baccalà in purea di patate e chips croccanti
  • Mazzafegati e roveglia in purea di broccolo
  • Vellutatata di fagiolina del Trasimeno con quenelle di paté di fegatini
  • Lenticchia di Castelluccio con salsiccia sbriciolata e salvia fritta e crostino croccante
  • Coratina d’agnello e crescia (torta al testo) su letto di cicoria

e poi: Chiara Giallonardo e LA CARBONARA al TARTUFO

http://youtu.be/_HtZv7bXroY

Io e S. siamo in prima fila!!

Poesia per me

Chissà se in qualche libro di cucina

C’è la ricetta della felicità?

Chissà in quali ingredienti si declina

Se prepararla sia semplice, in realtà?

 

Come chi del viaggiare ama il viaggio

Del cucinare tu ami gli ingredienti

Il farli stare insieme, amalgamarli

Immaginare che si sentano contenti

 

Il risultato? Conta, ma di certo

Non come quella gran soddisfazione

Di trasformare un ordine imperfetto

Nella Parigi dopo la Rivoluzione

 

………………………………………………….

da biblos … per me