Crostate salate di pasta sfoglia

Acquistare della pasta sfoglia già pronta, meglio se di forma rotonda.

Io le preparo così:

  • cuocere in una padella per pochi minuti delle zucchine tagliate a rondelle sottili con un po’ di olio e sale e a piacere qualche fettina sottile di cipolla. Aggiugere qualche fogliolina di maggiorana o timo o prezzemolo. Togliere dal fornello e aggiungere due/tre uova battute con un pochino di latte o panna liquida. A piacere aggiungere un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Fare un bordo alla pasta sfoglia pizzicandola tutto intorno con le dita. Versare il composto sulla pasta sfoglia e infornare a 180° finchè il tutto non è ben dorato (circa 20-25 minuti).

    Crostata di pasta sfoglia con zucchine

  • cuocere in una padella un porro grande (la parte bianca) tagliato a rondelle sottili con poco olio e sale ed eventualmente qualche cucchiaio di acqua. Prepararare la besciamella con 25 gr di farina, 25 gr di burro e 250 ml di latte (per la preparazione vedi ricette precedenti). Mescolare il porro alla besciamella, aggiungere un pizzico di pepe, di noce moscata, dadini di fontina dolce e/o groviera, due cucchiai di parmigiano grattugiato; mescolare bene e versare sulla pasta sfoglia. Procedere poi come precedentemente indicato.

Buon appetito!!

This post has already been read 9016 times!

» 6.775 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

4 thoughts on “Crostate salate di pasta sfoglia

  1. Ohccielo…ci vuole prendere proprio per la gola eh? Ogni giorno scopriamo nuovi lati del suo carattere…e penso che abbia ancora tanto da impararci.
    E’ bellissimo questo blog…è accogliente e ricorda tanto uno dei vicoli di Gubbio.
    Buon Anno!!

  2. 29 Gennaio 2010 – 11:49
    con la pasta sfoglia surgelata, usando il solito sistema descritto da lei, preparo molti tipi di crostate di verdure usando carciofi/ spinaci/ bietoline/ erbe di campo ecc. saltati in padella con olio e aglio (volendo anche peperoncino) e condendoli con ricotta, parmigiano, uova, noce moscata.
    Sono tutte molto buone e si possono mangiare sia calde che fredde.
    un’altra crostata che a me piace molto è quella di scarola: si prepara il solito fondo di pasta sfoglia (si può usare anche la pasta brisée) e si copre con uno strato formato da scarola lessata e poi saltata in padella con olio, aglio, olive nere snocciolate, capperi e un peperone rosso arrostito e tagliato a striscioline). in questo caso, mancando la ricotta e le uova che fanno addensare il composto, bisogna coprire il tutto con un altro foglio di pasta,spennellato d’uovo e cuocere per circa quaranta minuti. è una ricetta ligure che faceva sempre mia nonna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina 1 di 11

XML Sitemap