La fiera dei morti

La “Fiera dei morti” di Perugia risale all’epoca medievale: si hanno testimonianze scritte della Fiera sin dal 1260 – definita già allora come “consuetudinaria” – e il suo nome era allora “Fiera di Ognissanti”, essendo collocata nel periodo di tale ricorrenza religiosa.

leggi qui 

la ricetta delle fave dei morti di Artusi

Altrocioccolato

La festa del cacao equo e solidale Gubbio – 20 – 23 ottobre 2005

Altrocioccolato, manifestazione culturale giunta ormai alla sua quinta edizione, anche quest’ anno intende sensibilizzare il grande pubblico sulle tematiche inerenti la produzione, la commercializzazione, la trasformazione e il consumo innanzitutto del cacao, ma anche di ogni altro bene di cui siamo soliti far uso.

Risotto ai funghi al profumo di arancia

Scaldare olio e burro con un trito di cipolla e uno spicchio di aglio, aggiungere i funghi porcini a pezzetti piccoli e  cuocere  pochi minuti; versare il riso, vialone nano o carnaroli,  e far tostare velocemente. Bagnare con del vino bianco e il succo di mezza arancia. Far evaporare e portare a cottura il riso aggiungendo acqua calda o brodo.

Cuocere, intanto, altri funghi a pezzetti con olio, aglio, sale e, infine, un trito di prezzemolo tritato e filetti sottili di scorza d’arancia … solo la parte colorata e senza il bianco.

Quando il riso è pronto mantecarlo con una noce di burro, aggiungendo un pochino di prezzemolo tritato finemente e, a piacere, del parmigiano grattugiato.

Versare nella risottiera o nei piatti singoli con sopra i funghi cotti separatamente con le scorzette di arancia.

Se non si hanno i porcini si può preparare anche con un misto di funghi surgelati: sarà comunque buono.

p.s.:    questo piatto l’ho gustato  qui    ( leggi anche  http://mtb.splinder.com/post/1415960 ) ed ho provato a “riadattarlo” così come lo ho descritto …

Innovamatica 2005-06

Progetto Matematica & Realtà, presentato al Convegno Scuola & Società: i modelli matematici – Urbino 23,25.9.2005.

progetto generale in formato *.pdf

Scheda Unità locale in formato *.pdf

Scheda adesione light in formato *.pdf
______________________________

Sottoprogetto M & R del polo INNOVAMATICA di Perugia

Sottoprogetto POLO INNOVAMATICA di PERUGIA in formato *.pdf

Scheda iscrizione studenti in formato *.pdf

SCADENZA ISCRIZIONE STUDENTI 30 ottobre 2005

Involtini di melanzane

Allora … ricettina :
involtini con le melanzane 
Tagliare le melanzane per il verso lungo e lasciarle sotto sale per un’ora.
Friggerle in olio (senza infarinarle) e metterle sopra una carta scottex affinche’ l’unto venga assorbito.
Fare gli involtini con una fettina di melanzana, una fettina di fontina e una fettina di prosciutto cotto.
Metterle un una teglia e spolverizzarle con grana grattugiato.
Infornare per dieci minuti a 150 gradi.
Si puo’ variare la ricetta facendo gli involtini con una fetta di melanzana e una di fontina poi si sparge sugli involtini un poco di pomodoro e il grana grattugiato. Diventano simili alla parmigiana di melanzane come sapore. Questa ricetta l’ho gustata al ristorante poi l’ho copiata con qualche modifica ed è veramente facile ed ottima.
Ciao Maria Teresa.un bacio, Ferny

grazie Ferny per le tue ricette sempre graditissime

mt

Bistecchine di maiale con patate e funghi

Condire delle bistecchine di maiale con aglio, sale, pepe, poco olio di oliva e prezzemolo tritato; lasciare insaporire.

Condire allo stesso modo, in due piatti separati, dei funghi a pezzi, meglio se porcini, ma va benissimo anche un misto di funghi surgelati e delle patate a fette alte circa un centimetro e mezzo.

Disporre in una larga teglia da forno uno strato di patate, le bistecche e i funghi. Far cuocere in forno caldo a 170°-180° per almeno 45 minuti, aggiungendo una spruzzata di vino bianco a metà cottura.

Se si dovesse formare troppo liquido che non si è riassorbito del tutto, verso la fine della cottura, toglierlo e far prosciugare un pochino.

E’ un piatto autunnale e invernale ottimo e ho avuto questa ricetta tanti anni fa da una collega a scuola.