Mario Luzi

Con dolore leggo questa notizia:

FIRENZE – Il poeta e senatore a vita Mario Luzi e’ morto.
”Mario Luzi, grande poeta e senatore a vita, si e’ spento stamani nella sua casa fiorentina. …
Ansa

L’11 febbraio era qui a Gubbio:  A MARIO LUZI CITTADINANZA ONORARIA – MARIO LUZI EUGUBINO 

« Mi sono sempre sentito un po’ “eugubino” in fondo al cuore e ora essere insignito ufficialmente come concittadino più che sorprendermi mi emoziona e conferma il senso di appartenenza già provato »

da CERIMONIA ALTA E RAPPRESENTATIVA PER LA CITTADINANZA ONORARIA A MARIO LUZI

Filetto di maiale con pancetta e patate

Nulla di preventivato per il pranzo, visto che la domenica non ci siamo quasi mai, ma  ancora la neve ci costringe in casa e cosa mangiare?

Ho scongelato un filetto di maiale, ho fatto delle fette di spessore di circa 3 cm, non tagliando fino in fondo; vi ho inserito delle mezze fette di pancetta, l’ho ben legato con lo spago da cucina e insaporito con rosmarino, finocchio e sale.

Ho scaldato l’olio d’oliva con due-tre spicchi d’aglio non sbucciato in una padella e ho fatto rosolare la carne. L’ho spruzzata con del marsala secco e fatto evaporare. Ho trasferito il tutto nella pentola a pressione e, dal fischio, ho lasciato cuocere per 5-6 minuti.

Intanto, ho lessato delle patate sbucciate per alcuni minuti in un’altra pentola a pressione con poca acqua e sale: la cottura le deve lasciare intere!

Le ho fatte raffreddare un pochino e le ho tagliate a pezzi. Ho scaldato in una padella antiaderente l’ olio d’oliva con l’aglio vestito, e messo giù le patate. Le ho fate rosolare, girandole continuamente e, verso la fine, ho aggiunto un po’ di rosmarino e finocchio.

Ho servito, irrorarando il filetto con il sughetto, contornato dalle patate.

Piatto dal gusto sicuramente tradizionale e non innovativo, ma  ottimo … almeno secondo me!

Domenica …

 Stamani ci siamo svegliati di nuovo sotto il bianco di un bel manto di neve; non ricordo un periodo così lungo di nevicate.

Dal 22 gennaio, la neve non ha quasi mai abbandonato queste zone!

Ora è uscito un tiepido sole che ha dileguato un po’ il bianco compatto e accecante, ma dei leggeri fiocchi stanno di nuovo svolazzando e le previsioni non sono confortanti …

I miei genitori mi raccontavano del grande freddo del 1956, con i lupi che scendevano dai loro rifugi e arrivavano famelici vicino al paese: ero troppo piccola per ricordare, ma quegli  ululati mi sembra ancora di sentirli dietro la mia casa di allora …

Babbo parlava spesso anche del 1929, anno di grande freddo e neve.

Io ricordo molto bene il 1985, quando iniziò a nevicare nei primi giorni di gennaio e poi si ebbero delle  gelate memorabili: il lago Trasimeno era completamente ghiacciato …

Asintoti non lineari

Una funzione può essere asintotica, all’ ∞, non necessariamente ad una retta, ma anche ad un’altra funzione.

Consideriamo la funzione razionale fratta:
       x3 + 1
y = ———–
             x

Tale funzione può essere anche scritta così:

                       1
y =  x2   +  —-
                       x

La differenza tra la funzione e la parabola y =  x2  è    1/x  e,  per x tendente ad infinito, tale quantità  tende a zero.

Si ha allora un grafico di questo tipo:

Grafico Asintoto Parabolico

Ricerca di asintoti

 Data una funzione y = f (x) , si possono avere tre tipi di asintoti:

  • asintoto verticale: quando x tende ad un valore finito la funzione tende all’ infinito
    • in questo caso la retta è parallela all’asse y ed ha equazione x = c, dove c è il valore al quale tende x
      • si ha quindi asintoto verticale se:
        lim f(x) =
        x ->c
  • asintoto orizzontale: quando x tende ad infinito e la funzione tende ad un valore finito

    • in questo caso la retta è parallela all’asse x ed ha equazione y = k , dove c è il valore al quale tende x
      • si ha quindi asintoto orizzontale se:
        lim f(x) = k
        x ->∞

      • si ha quindi asintoto orizzontale se:
        lim f(x) = k
        x ->∞ 


     
  • asintoto obliquo: quando x tende ad infinito e la funzione tende ad  infinito "avvicinandosi" indefinitamente ad una retta di equazione y =mx + q
    • in questo caso la condizione necessaria per avere l’asintoto obliquo è lim f(x) = ∞
                                                                                                         
      x ->∞
    • si devono poi determinare gli eventuali  valori di m e q; per determinarli devono esistere ed essere finiti i seguenti limiti:

m = lim f(x)/ x      q = lim [ f(x) -mx]     entrambi per x tendente ad infinito
        

Gli asintoti

Asintoto  dal greco asymtotos
composto  da  a   negativo e dall’aggettivo verbale di   sympipto "io coincido".

Per una curva che si estende all’infinito, retta cui la curva data si avvicina quanto si vuole, allorchè un punto si allontana indefinitamente sulla curva | Tangente in un punto improprio.

da "IL NUOVO ZINGARELLI" – Vocabolario della Lingua Italiana

Ciambellone

Ingredienti: 3 uova; 2 bicchieri di latte; 2 bicchieri di olio di mais; 3 etti di zucchero; una bustina di lievito vanigliato per dolci,  per una dose da 1/2 Kg; farina quanto basta per amalgamare.

Preparazione: sbattere le uova con lo zucchero; aggiungere il latte e l’olio, poi la farina finché l’impasto sia diventato denso.  Aggiungere la cartina e la vaniglia. Disporre su una teglia imburrata ed infornare. Cuocere a 180 -200° per  circa un’ora e anche più.