La ricetta della torta di Pasqua

16 uova, 1 kg e mezzo di farina, 200 gr di lievito di birra, 600 gr di formaggio misto (parmigiano e pecorino romano grattugiati, groviera a dadini), 30 gr di sale fino, 400 gr di condimento (olio d’oliva, strutto, burro), un cucchiaio di pepe in grani (se piace).

Battere le uova insieme ai formaggi grattugiati e al condimento in una pentola e scaldare leggermente il composto a bagnomaria con dell’acqua tiepida ( non calda altrimenti le uova si “bruciano”). Mettere il pepe con mezzo bicchiere d’acqua in un tegamino e farlo bollire qualche minuto e poi filtrare l’acqua. Unire al composto quando si è quasi raffreddata.

Porre la farina a fontana e sgretolarci il lievito di birra, impastare con il composto preriscaldato di uova e gli altri ingredienti. Lavorare energicamente almeno un quarto d’ora l’impasto. Infine aggiungere la groviera a dadini.

Ungere molto bene degli stampi alti e lisci. Questa dose è per tre torte con stampi di 20-22 cm di diametro.  Mettere la pasta in modo che non superi la metà dello stampo. Porre in luogo caldo e al riparo dall’aria e porre, ad una certa distanza, una pentola di acqua bollente. Dopo tre o quattro ore, quando la pasta avrà raggiunto i bordi dello stampo, indorare molto delicatamente la superficie con un tuorlo battuto con un po’ di acqua.

Infornare in forno preriscaldato a 200° e poi ridurre a 170°. Cuocere per circa un’ora.

Tolta la torta dal forno, farla raffreddare e poi sformarla appoggiandola in una griglia per farla definitivamente raffreddare.

Colazione di Pasqua

La mattina di Pasqua si fa “la colazione” con la torta, il capocollo, il salame, il lonzino, le uova sode benedette e il vino.

Questa ricetta è quella che faceva la mia mamma
mtb

Altre ricette dal web

ricetta1ricetta2ricetta3ricetta4ricetta5

This post has already been read 14165 times!

» 16.628 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

12 thoughts on “La ricetta della torta di Pasqua

  1. ennò! mi spiace, ma a questo punto devo commentare PER FORZA, eheheh! mi hai “toccato” su una delle cose che mi sono più care al mondo, la colazione di pasqua e… non è proprio così come dici, non dalle mie parti almeno! da noi la colazione di pasqua (che, lo dico per chi non lo sa, avviene più o meno tra le 10 e le 10.30 della mattina) è composta da: uova sode, torte salate al formaggio, salame tipo “corallina”, lonza, prosciutto, coratella (fegato, polmone e cuore) con i carciofi, vino bianco e rosso, colombe, torte dolci, cioccolata (sia tavolette che le classiche “uova” e pecorelle di zucchero! ma non è finita qui! alle 15-15.30 tutti nuovamente con le gambe sotto al tavolo per il pranzo (a base di pasta e, naturalmente, di agnello!)! la sera, però, non si cena, eheheh… ah, dimenticavo: quest’anno siamo appena 33 persone la domenica, ancora non ho la più pallida idea di quanti saremo il giorno dopo… prevedo danni! CIAO!

  2. Hai visto quanto ho scritto negli ultimi giorni? La verità è che non riesco a sintonizzarmi con l’uffico in questi giorni, e siccome tutti o quasi sono in ferie, e io debbo stare qui a tenere d’occhio il telefono che non squilla, e le mie incombenze le ho già sistemate almeno fino a fine mese, sto girellando un po’….

  3. eccomi di nuovo… solo per dirti che “parola” è soltanto il nome del mio blog, ma il mio nick è diverso! ad ogni modo, da oggi non occorrerà “firmarmi” con il link del mio sito, come vedi… CIAO!

  4. CHE NOSTALGIA LE VACANZE DI PASQUA A CASA DEI NONNI ! IL VINO , IL CARTOCCETTO DEL SALE ,    LE UOVA E IL CAPOCOLLO PORTATE A BENEDIRE CON IL CESTINO  IN CHIESA LA SERA PRIMA , LE BUCCE DELLE UOVA SODE BRUCIATE NEL CAMINETTO PERCHE’ BENEDETTE.
    QUESTO E’ UN PEZZO PREZIOSO DELLA MIA INFANZIA CHE NON TORNERA’ PIU’.  
    CIAO E GRAZIE ANCORA .  SANDRA
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina 1 di 11

XML Sitemap