Shakshuka con Pita

Grazie all’amica Romina Sannipoli (ricetta) attraverso la quale ho conosciuto questo piatto mediterraneo/mediorientale: Shakshuka che ho accompagnato con Pita. Ottima cena!

Shakshuka con Pita
Shakshuka con Pita

Shakshuka
Seguendo più o meno la ricetta di cui al link precedente ecco come ho preparato per due persone (o meglio per noi!):
mix di spezie in polvere: peperoncino piccante, aglio, coriandolo, cumino
Ho mescolato queste spezie in prevalenza peperoncino – 2 cucchiaini – e poi meno di mezzo cucchiaino delle altre; poi ne ho usato mezzo cucchiaino per paura che venisse troppo piccante.
Nella ricetta originale si usa l’harissa che però non avevo.
– un cucchiaio di olio evo
– uno spicchio di aglio
– mezzo peperone rosso lavato e tagliato a dadini piccoli
– un cucchiaino scarso di concentrato di pomodoro
– 5/6 cucchiai di polpa di pomodoro allungata con un pochino di acqua
– due uova

Mettere l’olio e farlo leggermente scaldare nella padella o tegame a fondo spesso, aggiungere l’aglio e le spezie. Dopo un minuto mettere i peperoni, il concentrato di pomodoro e un pizzico di sale. Far insaporire un paio di minuti mescolando ed aggiungere i pomodori. Se serve, allungare eventualmente con un pochino di acqua. Cuocere per circa 10 minuti.
Questa base si può preparare prima e rimettere al fuoco pochi minuti prima di mangiare. Nella salsa ben calda sgusciare dentro le uova. Salarle un pochino sopra, coprire e cuocere finchè l’albume non si è ben rappreso. Servire subito.

Pita
Ho seguito la ricetta di Fulvio Marino, ma cercando in rete più o meno si somigliano tutte, grammo più grammo meno.

500 g di farina 0
280 g di acqua
10 g di sale
20 g di olio evo
5/6 g di lievito di birra fresco

Porre in una ciotola l’acqua e il lievito sbriciolato, aggiungere la farina ed impastare, unire il sale a pizzichi ed impastare ancora ed infine inserire a filo l’olio. Io ho usato il Bimby a velocità spiga per 2 minuti, poi ho fermato ed ancora due minuti con lo stesso ordine di inserimento degli ingredienti. Si otterrà un bel panetto liscio che va messo a lievitare coperto e per non meno di due ore in luogo caldo. Il volume deve quasi triplicare.

Riprendere l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e dividere in 6 / 8 parti. Formare con le mani e delicatamente una pallina da ciascun pezzo. Far riposare dai 15 ai 30 minuti quindi stendere le palline dando una forma circolare con le mani o delicatamente con il mattarello fino ad un’altezza di circa 2/3 mm. Deporle in teglia da forno coperta con carta forno leggermente oleata. Oleare un poco anche sopra con le mani o un pennello (si può fare anche prima di infornare).

Far lievitare coperto per un’ora / un’ora e un quarto.
Preriscaldare il forno a 250° e cuocere dai 5 ai 10 minuti: ovviamente controllare perchè ciascuno conosce il proprio forno.
Servire calde.

Commenti Facebook

This post has already been read 568 times!

» 360 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.