POLPETTONE e PISELLI

POLPETTONE e PISELLI

500/600 g di carne macinata mista (3/4 di vitello e 1/4 di suino)
250 g di ricotta di mucca
100 g pane grattugiato (la quantità può variare secondo se l’impasto si presenta più o meno molle)
100 g parmigiano grattugiato
2 uova battute
olio evo, aceto balsamico, vino rosso o bianco
una cipolla rossa grande, una-due carote, una costina di sedano, un rametto di rosmarino, due foglie di salvia, alcune foglioline di prezzemolo, sale, pepe
Piselli per il contorno (surgelati o precotti)

Avevo già la carne preparata come scritto sotto altrimenti seguire lo stesso procedimento di cottura breve.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti: carne, ricotta, parmigiano, pane, uova, prezzemolo, pochissima cipolla tritata, qualche dadino di carota, sale, pepe unendo anche circa 100 ml di vino.
Ungere con olio un foglio di carta da forno e cospargerlo di pane grattugiato e formare il polpettone che risulterà piuttosto morbido. Per facilitare il tutto si può mettere la carta in uno stampo da plumcake e riempire con il composto. Stringere bene la carta, togliere dalla forma ed adagiare in una teglia da forno.
Mettere nella teglia tutti gli odori e le verdurine a pezzetti (volendo anche più della quantità indicata), salare, aggiungere olio evo, un pochino di acqua, due-tre cucchiai di aceto balsamico (o vino se non lo abbiamo); il liquido deve arrivare ad almeno 1/3 dell’altezza del polpettone.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per almeno 40 minuti aggiungendo un po’ di acqua calda se il fondo di cottura si asciuga. Delicatamente aprire la carta e, se la cottura è soddisfacente, toglierla del tutto.
Continuare a cuocere per altri 15- 20 minuti sempre lasciando il fondo ben bagnato.
Togliere tutto il fondo di cottura insieme alla parte liquida e frullare. Far asciugare ancora per qualche minuto in forno il polpettone, lasciar intiepidire o anche raffreddare del tutto.
Tagliare a fette e coprire con la salsina o, come ho fatto io, lessare dei piselli surgelati (io ho usato quelli già cotti) e in una padella completare la cottura con la salsina del polpettone.

Piccoli consigli per questo periodo per non andare sempre a fare la spesa:
– carne macinata (di vitello o mista – vitello e suino):
appena comprata metterla in una pentola con un filo di olio e, volendo, un dadino di burro, qualche odore a gradimento (io metto un po’ di dado vegetale o di carne che preparo con il Bimby); lasciar cuocere una decina di minuti finché non risulti più “rosa”. Trasferire in un contenitore di vetro da frigo e si può usare in tanti modi: per ragù, polpette, polpettoni, ripieni ecc. Volendo si può surgelare in piccole porzioni.
#iorestacasa #restoacasa

Polpettone e verdure in agrodolce

polpettone
POLPETTONE
carne macinata di vitello e di suino, pane grattugiato, parmigiano grattugiato, patata grattugiata (cruda), uova,  sale, pepe, scamorza e mortadella (al centro).
Avvolgere in carta da forno o alluminio. Lasciar riposare.
Cuocere in una pirofila in forno con olio, alloro, rosmarino, un bicchiere di vino bianco.
VERDURE
zucchine, carote, peperone giallo e rosso, cipolle tagliate a listarelle lunghe e cotte con un bicchiere di vino bianco, un po’ d’aceto, sale e zucchero
Le ricette di F.

Polpettone al prosciutto e aceto balsamico

Amalgamare bene 500 g di carne di bovino macinata finemente con quattro cucchiai di pane grattugiato, 80 g di parmigiano grattugiato, 80 g di prosciutto di Parma tritato, 2 uova battute, un pochino di latte, qualche fogliolina di prezzemolo tritato, sale e un pizzichino di pepe (facoltativo).
Comporre con le mani il polpettone e rotolarlo su carta forno spolverizzata di parmigiano grattugiato. Disporre sulla stessa carta delle fette di prosciutto perpendicolarmente alla lunghezza del polpettone e rotolare in modo da formare una copertura di prosciutto.
Chiudere con la carta da forno.
Oliare bene uno stampo piccolo da plumcake, adagiare il polpettone, coprire di acqua, versare un cucchiaino di dado vegetale (meglio se fatto in casa) e due cucchiai di aceto balsamico.
Infornare a 180° per mezz’ora.
Togliere dallo stampo il polpettone ed eliminare delicatamente la carta. Rimetterlo nello stampo contenente il liquido di cottura e di nuovo in forno caldo per cinque minuti.
Far riposare ed affettare bagnando con il sughetto.
Servire con insalatina fresca.

La tecnica di cottura l’ho imparata in un corso di cucina dell’anno passato per un’altra ricetta.

Polpettone profumato

polpettone profumato700 g di carne macinata di vitello e di maiale ( 400 g e 300 g )
3 salsicce di suino
2 uova
100-150 g di parmigiano grattugiato
dadini di formaggio ( emmenthal o fontina o… sottilette )
qualche cucchiaiata di pane grattugiato
un misto di odori tagliati fini con le forbici (erba cipollina, mentuccia, maggiorana, basilico, prezzemolo)
un po’ di olio e mezzo bicchiere di latte
sale, pepe,una grattatina di noce moscata, due spicchi d’aglio

Mettere tutta la carne, comprese le salsicce spellate, in una pentola con poco olio, gli spicchi d’aglio tagliato in due e il sale.

Scottare per alcuni minuti a fuoco vivace mescolando le carni. Togliere l’aglio.

Versare il composto in una ciotola e aggiungere tutti gli altri ingredienti.

Amalgamare bene il tutto: il composto deve essere morbido. Eventualmente aggiustare la consistenza con altro pangrattato o latte.

Oliare uno stampo a ciambella o da plum-cake, cospargerlo di pane grattugiato e togliere quello sovrabbondante. Mettere all’interno l’impasto modellandolo con le mani, ma senza comprimerlo troppo.

Coprire con una carta stagnola e infornare in forno preriscaldato a 180°.

Cuocere per circa mezz’ora togliendo la carta una decina di minuti prima del termine della cottura.

Far raffreddare qualche minuto e rovesciare in un piatto da portata che possa andare in forno. Decorare sopra con delle fettine di formaggio. Rimettere in forno per pochissimi minuti per far fondere il formaggio.

Questa dose riempe uno stampo a ciambella di 26 cm di diametro.