6 anni di blog…

Già… sono passati sei anni da quando ho cominciato con il blog… quante parole ho letto, quanti commenti… quante persone sono volate sopra questo schermo, alcune fuggevoli, altre che si sono fermate più a lungo.
Ho vagato tra vecchi e nuovi link rimescolando nella mente ricordi di volti mai visti e solo immaginati.
Mi assale una nostalgia profonda del come eravamo, nascosti dietro un nick, ma desiderosi di comunicare, di conoscersi… 
Oggi, soppiantati dal mordi e fuggi di FB, da clic sempre più frenetici e veloci non ci troviamo più come allora se non con pochi e sporadicamente.

Grazie a tutti per avermi fatto compagnia in questi anni.
Io, comunque, rimarrò qui con i miei blog.
mt

This post has already been read 4840 times!

» 2.172 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

4 thoughts on “6 anni di blog…


  1. #3 
     



    20 Dicembre 2009 – 09:37
     

    6 anni…….!!!!!!!!
    io, sono 6 mesi, quindi, rivolgendomi a te lo faccio con il massimo di umiltà.
    avrai 6000 amici, quindi neanche pretendo che tu mi sisponda subito.
    vedo che sei eugubina, quindi a me particolarmente simpatica (alla festa dei ceri, credo che si chiami così se non ricordo male, io, avevo 20 anni, ora ne ho 53, è stata la mia prima "notte di nozze" all’interno di una canadese 3 posti).
    che ricordi!!!!!!
    mi ricordo i giri dietro la fontana a tirarsi l’acqua, le locande, che spasso gente, le case di pietra……ecco, ora mi prende la nostalgia.
    ma torniamo a noi.
    tu che hai esperienza di blog, fammi capire una cosa.
    io sono il tipo che se qualcuno mi disturba lo spedisco direttamente a "fare in culo".
    mi spieghi il senso degli "amici nascosti", dei "bloccaggi", del fatto di "bannare", "bloggare" (che neanche so la differenza), di presentarsi come "utenti anonimi", di "nascondermi quando sono sul blog", di tutte le stronzate, i "nascondigli segreti", di dove sei? “sono della Oceania”. Io sono di Roma e mi chiamo Mauro Petrocchi”
    io ritengo di essere una persona seria, oltre che diretta.
    io, se tu mi sei simpatica (o simpatico), o antipatica (o antipatico) te lo dico, dove mi devo nascondere?
    che cosa sono questi infingimenti, queste "pugnette" che la gente si fa sul blog, queste false immagini, queste "trappole"?
    e poi…le "categorie", i "link", che roba è?
    scusami, amica mia se te lo chiedo.
    io, sul blog scrivo quello che mi capita ogni giorno. può essere un problema di nettezza urbana, piuttosto che mio figlio che mi ha fatto incazzare o il vicino di casa che ha lasciato un preservativo sul pianerottolo e io ci scivolo sopra.
    Poi vado lì e lo stendo in terra.
    E lo scrivo sul blog.
    Io, noterai, ho 15 – 20 amici. Con i quali però mi scambio commenti tutti i giorni. Un’oretta poi al lavoro.
    Tutte brave ragazze e ragazzi .
    Ma cosa ci vuole a semplificare la vita?
    con amicizia e complimenti per il tuo sesto compleanno.
    mauro
     

  2. #4

    mauro,
    ho visto solo ora il tuo lungo commento… forse perchè il 20 preparavo i cappelletti…

    Mi hai fatto tante domande sul mondo dei blog che non so da dove cominciare: comunque il problema centrale è quello dell’identità in rete che sta, però,  cambiando. All’inizio pochi mettevano il proprio nome, forse per un senso di pudore o di… libertà, non so.
    Oggi molti si fanno tranquillamente riconoscere e con FB direi che questo è molto palese.
    La rete non è così virtuale come sembra: dietro c’è tutto il nostro mondo con le sue gioie e i suoi dolori, ma anche con le paranoie e l’imbecillità.
    Bisogna sapersi riconoscere: credo che sia questa la cosa più importante, ma del resto anche nella vita di tutti i giorni è così.

    Invece i Link e le Categorie sono altra cosa: importanti per un blog.
    Il link è il "rimando" ad un altro articolo o blog, o a qualsiasi spazio web.
    In genere, in un blog c’è il blogroll cioè l’elenco di link preferiti dall’autore.
    La categoria è un nome generale che si dà ad un argomento importante e ricorrente nel proprio blog e la si richiama ogni volta che si scrive un articolo su quell’argomento. Servono, in pratica, a creare dei capitoli all’interno del proprio blog. Poi ci sono i Tags che possono essere considerati un’ulteriore modo di catalogare i contenuti.

    Faccio un esempio: Ricetta di risotto con zucchine e zafferano. Metto l’articolo nella categoria Primi Piatti e aggiungo come tags riso, risotto, zucchine, zafferano. Il lettore, poi potrà scegliere la propria modalità di lettura cliccando o sulla categoria o sul tag.

    Ora ti saluto e Buon Blog!
    … Gubbio è sempre bella come la ricordi
    mt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina 1 di 11

XML Sitemap