CIAMBELLA di MELE

CIAMBELLA di MELE
CIAMBELLA di MELE

Di quelle torte sempre buone in cui neanche pesi più gli ingredienti …
un paio d’uova, un 100 g di zucchero, circa 200-220 g di farina, tante mele a pezzetti (da mettere nell’impasto) e a spicchi (da mettere sopra), una grattugiata di buccia d’arancia, un po’ di olio di semi, circa 30 ml, mezza bustina di lievito per dolci, un gocciolino di latte, un po’ di burro e farina per lo stampo da ciambella con diametro 20 cm, un po’ di zucchero a velo e semolato da distribuire sopra prima di infornare!
E poi una mezz’oretta in forno a 170° ventilato (con il mio forno).

PANCAKES con MELA

Hai voglia di qualcosa di dolce con le mele per colazione, ma ormai non si fa in tempo a preparare una torta! Ti ricordi di avere una confezione di preparato per pancakes biologico D’Osa Coop da 250 g (da aggiungere un uovo e 300 ml di latte).
Un uovo ce l’hai, il latte pure così come lo zucchero, una mela, la granella di nocciole ed anche la cannella e un po’ di burro.
Prepari la pastella con il preparato, l’uovo e il latte, imburri bene una padella molto larga antiaderente e la cospargi di zucchero, poi metti le fettine di mela, la cannella, la granella di nocciole, ancora un po’ di zucchero; metti sul fornello con lo spargifiamma e a fuoco moderato; versi la pastella e fai cuocere per qualche minuto, muovendo un po’ come si fa per la frittata. Dopo circa 5/6 minuti ci siamo per girare usando un coperchio ben imburrato. Qualche altro minuto ed ecco pronto il dolcetto per accompagnare una bella tazza di caffelatte!
Semplice, veloce, buono!
Ovviamente se non si ha il preparato per pancakes si può fare la pastella seguendo una delle tante indicazioni che si trovano in rete.

PANCAKES con MELA
PANCAKES con MELA

sono anche qui: https://www.facebook.com/matebi

PANCAKES con MELA

PANCAKES con MELA

MARIA TERESA BIANCHI
Hai voglia di qualcosa di dolce con le mele per colazione, ma ormai non si fa in tempo a preparare una torta! Ti ricordi di avere una confezione di preparato per pancakes biologico D’Osa Coop da 250 g (da aggiungere un uovo e 300 ml di latte).Un uovo ce l’hai, il latte pure così come lo zucchero, una mela, la granella di nocciole ed anche la cannella e un po’ di burro. Prepari la pastella con il preparato, l’uovo e il latte, imburri bene una padella molto larga antiaderente e la cospargi di zucchero, poi metti le fettine di mela, la cannella, la granella di nocciole, ancora un po’ di zucchero; metti sul fornello con lo spargifiamma e a fuoco moderato; versi la pastella e fai cuocere per qualche minuto, muovendo un po’ come si fa per la frittata. Dopo circa 5/6 minuti ci siamo per girare usando un coperchio ben imburrato. Qualche altro minuto ed ecco pronto il dolcetto per accompagnare una bella tazza di caffelatte!Semplice, veloce, buono! Ovviamente se non si ha il preparato per pancakes si può fare la pastella seguendo una delle tante indicazioni che si trovano in rete.
Preparazione 10 min
Cottura 12 min
Tempo totale 22 min
Portata Colazione
Cucina Americana
Porzioni 6

Equipment

  • padella
  • frusta
  • ciotola

Ingredienti
  

  • 250 g preparato per pancakes biologico D’Osa Coop da 250 g
  • 300 ml latte
  • 1 uovo
  • 1 mela
  • 1 cucchiaio granella di nocciole
  • 2 cucchiai zucchero

Istruzioni
 

  • Preparare la pastella con il preparato aggiungendo l’uovo e il latte
  • Imburrare bene una padella molto larga antiaderente e cospargerla di zucchero
  • Disporre le fettine di mela, la cannella, la granella di nocciole, ancora un po’ di zucchero
  • Mettere sul fornello con lo spargifiamma e a fuoco moderato; versare la pastella e far cuocere per qualche minuto, muovendo un po’ come si fa per la frittata
  • Dopo circa 5/6 minuti girare usando un coperchio ben imburrato
  • Qualche altro minuto ed ecco pronto il dolcetto per accompagnare una bella tazza di caffelatte!

Note

Semplice, veloce, buono!
Keyword mela, pancakes

e sempre TORTA DI MELE!

e sempre TORTA DI MELE!
Tagliare a tocchetti piuttosto grandi quattro mele e cospargerle con un po’ di cannella in polvere e due cucchiai di zucchero di canna. Cuocerle per alcuni minuti in una padella antiaderente aggiungendo un dadino di burro. Far raffreddare.
Battere due uova con altri due cucchiai o anche meno di zucchero, uno yogurt bianco (io lo avevo alla banana, ma è andato bene lo stesso), circa 200 g di farina mescolata con una bustina di lievito per dolci. Mescolare il tutto con le mele e versare in una teglia (24-26 cm) imburrata e infarinata o rivestita con carta forno.
Cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa mezz’ora.

p.s.: la foto è brutta, ma il sapore è ottimo!

Torta con uvetta e mele

torta mele e uvetta
Usare come misurino un contenitore da 250 g (tipo quelli della ricotta confezionata)

per la base: 3 uova, un misurino scarso di zucchero, due misurini di farina, buccia grattugiata di arancia, uno yogurt bianco, mezzo misurino dello yogurt di olio di semi di mais, mezza bustina di lievito per torte
Battere bene con le fruste le uova con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, la buccia d’arancia, l’olio e, sempre mescolando, la farina setacciata insieme al lievito.

per la copertura: 2 mele, 50 g di uvetta ammollata e strizzata, due cucchiai di zucchero, succo di mezza arancia, un pizzico di cannella in polvere
Prima di iniziare la base, preparare in un piatto le mele  a tocchettini, l’uvetta e mescolare con il succo,  la cannella e lo zucchero

Versare la base in una tortiera da 24 cm rivestita di carta da forno o imburrata ed infarinata, coprire sopra con le mele condite.

Mettere in forno ventilato a 160° per circa 30 minuti, Controllare la cottura secondo il proprio forno! A cottura ultimata disporre su una griglia per farla raffreddare.

Non c’è bisogno di pesare ed è ottima per la prima colazione!

Torta di mele

Una tortina di mele per i bimbi … di oltre 190 anni in due!

Torta di mele

Al solito faccio seguendo ricette e un po’ ad occhio… comunque la ricetta base è qui nel mio blog  – www.matebi.it  – (ho messo meno burro, ma una vaschetta di ricotta da 100 g e non i pinoli sopra)

Le mele sono condite con succo di limone, zucchero, cannella e un goccino di liquore Moretto,  messe infilate nell’impasto e poi ancora una spolverata di zucchero sopra.

Due “sbriciolate” e tanto affetto!

fiori

Giornata bellissima con i miei compagni di Liceo! Il tempo non è passato …

sbriciolate

Sbriciolata con mele, noci, mandorle, crema e cannella

Sbriciolata con ricotta e scaglie di cioccolato

Ricetta della base per ogni torta: 300 gr di farina 00, un uovo, 100 gr di zucchero, un pizzico di sale, un pizzico di vaniglia, 100 gr di burro morbido, una bustina di lievito per dolci
Impastare velocemente ottenendo   un composto “sbriciolato”.  Stendere circa la metà in una tortiera imburrata accomodando leggermente con le mani, ma senza schiacciare.
Il resto delle “briciole” andranno messe sopra dopo aver distribuito il ripieno.

Ripieno con ricotta e scaglie di cioccolato: 500 gr di ricotta, 100 gr di zucchero, 100 gr di scaglie di cioccolato fondente, un bicchierino di liquore Moretto o di rhum, un pizzico di vaniglia.
Mescolare bene il tutto e distribuire sopra la base.

Ripieno con mele: due mele grandi tagliate a pezzetti, un cucchiaio scarso di cannella in polvere, due-tre cucchiai di zucchero di canna, il succo di mezzo limone, un pizzico di vaniglia, alcuni gherigli di noce spezzati grossolanamente e scaglie di mandorle, mezzo bicchierino di rhum.
Mescolare bene il tutto, lasciare insaporire per almeno un quarto d’ora e distribuire sopra la base. Preparare uno o due uova di crema e versare sopra, ma senza coprire del tutto.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30-40 minuti.
Spolverizzare, dopo la cottura, con zucchero a velo.

Grazie al mio caro collega per la ricetta (Sbriciolata con ricotta e scaglie di cioccolato)! La versione con mele e crema è un mio “pasticcio”.

Ovviamente abbiamo merendato con tante cose buone: panini con porchetta, capocollo e torta di Pasqua, fave e pecorino, panzanella, ciliege e altri ottimi dolci preparati dalle amiche: crostata con marmellata di fichi, salame del re con fragole e panna.

foto mtb

Sbriciolate del 1° febbraio 2014
sbriciolate
ricotta e cioccolata e un cuore con le mele
Poichè mi erano avanzate un po’ di briciole della base, ho fatto il cuore di mele  senza briciole sopra.
Mele a fettine condite con un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di liquore “Moretto”, pinoli, uvetta, cannella e poi sopra una spolverata di zucchero di canna.

Purea di mele al rhum con marmellata di cotogne

Sbucciare e tagliare a dadini due-tre mele golden, metterle a cuocere con un pochino di acqua in una padella larga. Attendere che diventino morbide e schiacciarle bene con una forchetta.
Sfumare con del buon rhum e cuocere ancora un paio di minuti.

Aggiungere un bel cucchiaio di marmellata di cotogne. Mescolare e lasciar raffreddare.
Al momento di servire eventualmente riscaldare un pochino nel microonde.

purea di mele al rhum

Riferimento: Menu di terra

Menu di terra

Pappardelle al ragù di lepre

Pappardelle con ragù di lepre

Ho cucinato per la prima volta la lepre e ho seguito la ricetta Pappardelle sulla lepre di erborina … Ovvero Le signore pappardelle del mio fidanzato.

Grazie mille: ottimo!

Ingredienti:
Carne di lepre frollata 600 g
Pappardelle 350 g
Carota 1 (grande)
Scalogno 1
Vino rosso 200 ml
Latte 200 ml
Prezzemolo tritato 1 cucchiaio
Alloro 1 foglia
Semi di senape 1 cucchiaino
Chiodi di garofano 6-7
Bacche di ginepro 1 cucchiaino
Cannella 1 cucchiaino
Sale e pepe di Sichuan qb
Olio extravergine d’oliva qb

Preparazione:
1 Tagliare la lepre in piccoli bocconcini e passarla nel mixer in modo da avere un trito grossolano.
2 Pelare, lavare e tagliare finemente la carota e lo scalogno. Farli soffriggere con un po’ d’olio, aggiungere la carne trita e dorarla bene. Sfumare con il vino rosso e lasciar evaporare su fuoco moderato.
3 Versare il latte, aggiungere le spezie (alloro, senape, chiodi di garofano, bacche e cannella) aggiustare di sale e pepe, coprire, abbassare la fiamma e continuare la cottura fino a quando la carne comincerà a disfarsi.
4 Cuocere le pappardelle al dente in abbondante acqua salata. Incorporarle al ragù e far saltare il tutto per qualche istante. Servire immediatamente con abbondante parmigiano grattugiato al momento.

Per la frollatura: in un tegame, mettere la carne tagliata a pezzi in ammollo con del vino rosso; lasciare riposare in un luogo fresco per, almeno, 24 ore.

Le pappardelle me le ha fatte in casa la mia cara vicina.

 

Stinchi di maiale e contorniStinco di maiale al forno alla birra ed aromi

Rossa di Cannara al porto con profumo di alloro

Purea di mele al rhum con marmellata di cotogne

 

clic sui titoli per andare a leggere la ricetta