14 estemporanei

Una bambina …

il 2 settembre 19… doveva operarsi alle tonsille; non era spaventata, anzi le sembrava una splendida avventura: andare in clinica, poter raccontare poi a tutti quello che le era accaduto, sentirsi ancor più coccolata di quanto non fosse già da figlia unica di due genitori che la amavano più di ogni altra cosa … poi la realtà dell’ intervento, il sentirsi sola in quell’ascensore con una coperta marrone tipo militare addosso, la freddezza della suora acida che non sopportava le bambine che facessero un solo gemito, il professore che allargava sempre di più il divaricatore per la bocca, il sangue che si raccoglieva in due grosse ampolle, il dolore al risveglio dalla mini-anestesia, il gelato, reperito faticosamente da una zia amorevole nell’unica gelateria aperta in città … a settembre solo qualche privilegiato e chi abita in città forse può permettersi di mangiarlo …, il lancio del gelato e l’urlo soffocato dal dolore “Mi avevate detto che non era nulla! Solo il pizzico di una pulce” …

Altri tempi, altre realtà per fortuna, ma questa è una delle cose che ricordo con tanta nitidezza quasi che mi sento i brividi addosso come allora.

12 commenti

  1. Wow…un blog di cucina…che bello 🙂

  2. Allora dici che non sono matta…

  3. povera bambina 🙁 .. buonanotte Maria Teresa e buon inizio anno 🙂

  4. sai che ti dico? questo blog era già bello di suo quando parlava soltanto di cucina, ma adesso sta diventando ancora più bello da quando la sua autrice ha deciso di regalarci qualche “pillola di sè”…
    bacio!

  5. zia che bella sorpresa questi attimi di te!!!:*****

  6. blog succulento e.. appetitoso … sento quasi gli odori di menta e rosmarino arrivare dal computer…. a proposito perchè non mi suggerisci una ricetta tipica di Gubbio ? Che non sia “lupo all’ agrodolce “…
    Perdona la mia battutaccia da quattro soldi !!!!
    un abbraccio
    mara

  7. per Mara: le ricette eugubine fanno parte della cucina umbra in generale, magari cercherò qualcosa di particolare.
    Per ora ti risegnalo:
    http://mtb.splinder.com/post/2030710 con i link annessi
    http://www.ilmiositoweb.it/cucinaregionale/N95.HTM del “Baccalà alla ceraiola”
    mt

  8. …attrezzata di carta e penna ho copiato la ricetta ” ciaramicola” penso che sia molto semplice realizzarla , o no? Anche per una pasticciona come me?
    A proposito del Coniglio…. dove trovo la bacca di ginepro ? quaggiù a due passi delll’ Africa posso trovare al massimo peperoncino e capperi! Con che cosa potrei sostituire la bacca ?
    ciao mara:)

  9. per mara:
    la ciaramicola è un dolce pasquale, le ricette linkate nell’articolo, non le ho provate, ma quella scritta da me (non è mia intendiamoci!) sì: non è assolutamente difficile.
    Le bacche di ginepro si trovano in qualsiasi supermercato tra i vari vasetti delle spezie, odori essiccati ecc.; noi le utilizziamo per i salmì e altre carni.
    Ciao mt

  10. grazie MT
    mara

  11.  
    Mirella Liberatore Dev’essere stato davvero traumatico!!! Quanti ricordi ritornano alla mente… A volte solo dei flash, ma sicuramente importanti nella nostra vita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe anche interessarti...

Questo errore è visibile solamente agli amministratori WordPress

Errore: Nessun feed trovato.

Vai alla pagina delle impostazioni del feed di Instagram per creare un feed.