Cotolette di agnello e verdure

Oggi Domenica!

Cotolette di agnello con sale aromatizzato, patate, funghi, bietola e cicoria, carciofi, riscoli

Cotolette di agnello, verdure e patate
Cotolette di agnello, verdure e patate

Cotolette di agnello con sale aromatizzato

Condire le cotolette con il sale sale aromatizzato, succo di limone, pepe nero. Lasciar insaporire per almeno un’ora.
Riscaldare il forno al massimo, deporre la carne sopra ad una griglia appoggiata in una teglia da forno ricoperta con carta da forno o foglio di alluminio (metodo pratico per non sporcare molto: al temine della cottura si butterà la carta. Io ho una vecchia teglia antiaderente leggera che ormai uso solo così).

Cuocere nel ripiano più alto del forno per circa 10 minuti per parte. Controllare la cottura con il proprio forno. Servire subito.

Patate

Tagliare a fette sottili, circa 2/3 mm, le patate (qui rossa di Colfiorito) ed immerrgerle per un’ora circa in acqua salata abbondantemente. Scolare ed asciugare.

Deporre in una teglia da forno condendo con sale aromatizzato, poco olio evo e un pizzico di pepe (facoltativo). Mescolare con le mani e stendere sulla teglia senza sovrapporre le fette. Cuocere in forno preriscaldato a 250° per circa 10/15 minuti finchè non diventeranno croccanti.

Funghi champignon

Tagliare a fette con la mandolina o con coltello (spessore 2/3 mm circa) dei funghi abbastanza grandi. Condire con olio evo, sale, aglietto fresco, prezzemolo tritato e cuocere in forno a 200° finchè tutto il liquido non si è ritirato, Ci vogliono circa 15/20 minuti.
Verso la fine della cottura delle patate, aggiungere qua e là un po’ di funghi.

Bietola e cicoria
Lessare in acqua bollente salata, scolare, strizzare e quindi ripassare per un paio di minuti in padella con olio e aglietto fresco (o aglio secco).

Carciofi

Carciofi tagliati a spicchi e cotti in pentola a pressione per massimo 10 minuti (controllare anche dopo 5/6 minuti la cottura ed eventualmente continuare).

Condimento: olio evo, sale, mentuccia romana (nepitella) o prezzemolo tritato, aglietto fresco o aglio secco.

Riscoli (agretti)
Lessare i riscoli in acqua moderatamente salata e, dopo averli scolati, condirli con olio evo, aglietto fresco e nepitella.

Ho usato cotolette di agnello di Villa Dama, patate rosse di Colfiorito comprate al mercato, carciofi pugliesi, verdure ed odori di Azienda Agricola Vispetto … funghi del supermercato!
Il sale era stato preparato da me con gli odori della mia terrazza e del giardino di una cara amica.

Fagioli rossi al cajun

  • una scatola di fagioli rossi già cotti
  • 2 cucchiai di olio evo
  • mezza cipolla media
  • mezza carota media
  • un cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 150 g/200 g di polpa di pomodoro
  • poco sale se occorre
  • mezzo cucchiaino di mix di spezie cajun
  • prezzemolo, alcuni aghi di rosmarino, mezza foglia di alloro

un vasetto di tranci di tonno sottolio

Mettere in una casseruola l’olio e farlo scaldare appena, aggiungere la cipolla a fettine sottili e la carota a dadini. Rosolare un minuto ed aggiungere un po’ di acqua calda e cuocere per circa 7/8 minuti (io uso la pentola a pressione). A questo punto aggiungere il concentrato e la polpa di pomodoro con ancora un po’ di acqua, le spezie e gli odori escluso il prezzemolo. Far cuocere per circa 10 minuti; aggiungere i fagioli scolati e far insaporire insieme per alcuni minuti.

Servire con tranci di tonno sottolio e cospargere il tutto con prezzemolo tritato.

Bocconcini di ricotta e bietolina

Bocconcini di ricotta e bietolina
Bocconcini di ricotta e bietolina

Avere un tuorlo d’uovo, un ciuffetto di bietolina già cotta e della ricotta fresca: piccoli avanzi da usare. Ecco allora questi bocconcini di circa 3 cm di diametro ottenuti mescolando la bietola tritata ma non troppo, la ricotta, l’uovo insieme ad un cucchiaio abbondante di parmigiano, un pizzico di sale e uno di noce moscata. Formare le palline con le mani aiutandosi con un cucchiaino.
Cottura in forno a 200° per pochi minuti.


I bocconcini nel panino mimosa

I bocconcini nel panino mimosa
I bocconcini nel panino mimosa

Fagioli con le cotiche

Pranzo non domenicale, ma ottimo: Fagioli con le cotiche con Azienda Agricola Vispetto

In una pentola far stufare un bel trito di sedano, carota e cipolla con due-tre cucchiai di olio evo. Salare pochissimo. Aggiungere qualche cucchiaiata di polpa di pomodoro e far cuocere il sughetto.

Mettere delle listerelle di cotiche precedentemente pulite e lessate in acqua salata aggiungendo un gambo di sedano, un pezzetto di carota uno spicchio di cipolla (oggi non ho messo gli odori).
Far insaporire bene insieme per qualche minuto ed eventualmente aggiungere un pochino di acqua calda.
Mettere i fagioli già lessati e scolati, preferibilmente borlotti.
Aggiungere due foglioline di salvia, una piccola foglia di alloro e qualche aghetto di rosmarino.
Mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno e far ancora ben insaporire il tutto per almeno dieci minuti.

Aggiustare di sale e macinare sopra, al momento di servire, del pepe nero.

Fagioli con le cotiche
Fagioli con le cotiche

Filetto di maiale al vino rosso e cipolle in agrodolce

La “rossa” e la “borrettana” di Cannara in agrodolce per accompagnare il filetto di maiale al vino rosso

CIPOLLE di CANNARA
Pulire le cipolle togliendo il velo esterno; mettere in pentola con olio evo appena scaldato per pochi minuti, salare, aggiungere vino bianco, aceto, un cucchiaio di zucchero, una foglia di alloro. Cuocere fino a raggiungere la morbidezza delle cipolle e, se serve, mettere un po’ di acqua calda.

Ho usato la pentola pressione per circa 20 minuti (controllare comunque i tempi) e alla fine ho tolto le cipolle e fatto ritirare il sughetto a pentola scoperta.

FILETTO di MAIALE al VINO ROSSO
Inserire all’interno del filetto facendo un piccolo buco per tutta la lunghezza e al centro la pasta di una salsiccia. Legare con lo spago da cucina e passare nel sale aromatizzato al finocchio (altrimenti finocchio tritato e sale).
Lasciar insaporire per qualche ora: io l’ho condito ieri sera e cotto oggi.

In una pentola mettere olio evo, uno spicchio di aglio e rosolare bene la carne. Aggiungere un bicchiere di vino rosso e sfumare. Far cuocere per circa mezz’ora, aggiungendo un po’ di acqua calda qualora necessiti. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza del filetto. Questo è piccolo: circa 400 g.
Anche qui ho usato la pentola a pressione chiudendo il coperchio dopo l’evaporazione del vino e cotto per circa 15/20 minuti.

Tagliare a fette non troppo sottili dopo averlo fatto riposare per almeno mezz’ora.
Servire irrorando con il fondo di cottura passato in un colino.

La "rossa" e la "borrettana" di Cannara in agrodolce
La “rossa” e la “borrettana” di Cannara in agrodolce
Filetto di maiale al vino rosso
Filetto di maiale al vino rosso