Due mini torte al cioccolato

Ho battuto un uovo con due cucchiai e mezzo di zucchero, poi ho aggiunto tre cucchiai di farina, uno di cacao amaro, meno di mezza bustina di lievito per dolci ed infine tre cucchiai di olio di semi di mais, tre di liquore “moretto”. Ho leggermente unto con olio due cocottine di circa 7 cm di diametro, versato l’impasto per 2/3 e messo al centro un ovetto di cioccolato fondente, ricoperto con il resto dell’impasto e cotto per circa 15 minuti in forno ventilato a 170°. Ho fatto raffreddare un po’ e spolverizzato con zucchero al velo.

et voilà … piccolo dolce per i nostri 29 anni …

ciocco muffins

Carciofi ed uova … scomposti

 

L’idea era di fare la classica frittata con i carciofi… poi ho cambiato!
per 2 persone:
4 carciofi medi, puliti, tagliati a metà e messi in acqua acidulata con limone
due spicchi di aglio tritato insieme ad un ciuffo di prezzemolo
4 cucchiai di olio evo, sale e un pizzico di pepe
3 uova medie

Cospargere i carciofi con il trito di prezzemolo ed aglio, scaldare l’olio nella pentola a pressione, disporre i carciofi con la “gobba” verso il basso, salare e pepare, rosolare per un paio di minuti ed aggiungere del vino bianco in modo che li copra solo per metà. Chiudere la pentola e far cuocere per 5/6 minuti dal fischio.
Far sfiatare la pentola e sentire con uno stecchino la cottura. Se non fossero cotti chiudere di nuovo la pentola e far andare per altri minuti, tenendo conto di far attenzione perchè non si devono “spappolare”.
Se non si ha la pentola a pressione, si possono cuocere allo stesso modo in una padella alta.

Prelevare un po’  del sughetto di fondo e metterlo in una padellina da frittata, far evaporare la parte acquea a fuoco vivo e versarci le uova leggermente battute. Far rapprendere le uova sempre mescolando con un cucchiaio di legno in modo che vengano strapazzate.
Disporle a cupola al centro di un piatto e appoggiare sopra i carciofi. Versarci un po’ del sughetto di cottura e guarnire con prezzemolo fresco.
Servire subito.
S. ha definito questo piatto “scomposto”, ma da rifare presto!
Carciofi ed uova

Una giornata con QUINTO QUARTO

QUINTO QUARTO
a Gubbio
Kermesse gastronomica dedicata ai tagli poveri, ma ricchi di gusto
quintoquarto2015

Agli Arconi con Alessandro LestiniFabrizio Rivaroli, Marino Marini
quintoquarto7nov2015

Il Quinto Quarto incontra il primo piatto – Chef Alessandro Lestini e Chef  Fabrizio Rivaroli
Il fegato di vitello – Chef Fabrizio Rivaroli:
Il bollito e le sue salse – Chef Fabrizio Rivaroli
Le origini del Quinto Quarto – by Slowfood con Marino Marino
Un vino eugubino: SEMONTE Umbria IGT, dolcetto, 2013