Risotto con verdure estive

risotto con verdure estive
Dosi per due persone:
circa 150/160 g di riso carnaroli,
una zucchina piccola, una falda di peperone rosso, un pomodoro rosso, (volendo anche un pezzetto di melanzana: era nella ricetta, ma non l’ho messa), un cipollotto, brodo di verdure, due spicchi di aglio, olio evo, vino bianco, parmigiano grattugiato, sale e pepe.

Tagliare a dadini le verdure (zucchina, peperone, pomodoro, melanzana); cuocerle separatamente per pochi minuti ciascuna in una padellina con poco olio e l’aglio intero che poi sarà eliminato.
Lasciarle da parte al caldo.

Nel frattempo preparare un risotto classico rosolando un trito di cipolla in olio o burro (volendo anche sedano e carota; non li abbiamo messi). Far tostare il riso, sfumarlo con il vino bianco e poi con il brodo bollente.

Togliere dal fuoco e insaporire con pepe macinato, amalgamare delicatamente le verdure scolate dall’olio se necessario e servire con parmigiano per chi lo gradisce aggiungere.

Le verdure le ho preparate io e il risotto Sergio

Rivisitazione della ricetta Risotto con verdure nel vol. 3 RISO (L’enciclopedia della cucina italiana, – La Biblioteca di Repubblica – De Agostini Editore)

Replay del corso con Hiro

 

Oggi replay a casa: Risotto allo zafferano e Petto d’anatra (Corso di cucina di ieri pomeriggio con Chef Hiro, La Casa delle Cuoche)

tavola

risotto allo zafferano

petto d'anatra
petto d'anatra
petto d'anatra
cottura risotto
cipollotti

Risotto rosso con radicchio e Asiago

Per due persone:
Preparare un brodo vegetale con circa 3/4 di litro di acqua con dado vegetale o meglio verdure (sedano carota cipolla).
Tritare molto sottilmente uno spicchio di cipolla rossa di Cannara o Tropea e alcune foglie di radicchio rosso di Chioggia; scaldare in una pentola a fondo pesante un cucchiaio di olio evo e una noce di burro, stufare la cipolla e il radicchio salando subito per far mantenere il colore.
Versare due mestoli da brodo di riso Carnaroli e far tostare girando con un mestolo di legno, sfumare a fuoco vivo con vino rosso.
Quando il vino sarà evaporato, versare il brodo bollente coprendo il riso e cuocere per circa 10-15 minuti con il coperchio. Controllare la cottura ed aggiungere eventualmente altro brodo caldo.

Nel frattempo tagliare a cubetti una fetta di formaggio Asiago (circa 60-80 g), metterlo in una ciotolina coperto di latte intero con un cucchiaio di parmigiano grattugiato.
Far sciogliere nel microonde per un minuto oppure sul fornello a fuoco dolce.
Al termine della cottura del riso mantecare con la crema di formaggio e servire subito.
Se si ama il contrasto cotto-crudo, servire con radicchio crudo tagliato a striscioline finissime disposto sopra o intorno al riso.

Risotto primavera

La primavera non arriva, ma le verdure di stagione ispirano comunque!

dose per due persone con verdure abbondanti

– riso (vialone nano o Carnaroli – oggi ho usato il vialone nano): due mestoli da minestra

– un carciofo tagliato a spicchi sottili

– 4 cucchiai di piselli

– una carota tagliata a julienne

– 4 asparagi tagliati a rondelle sottili lasciando integre le punte

– mezzo scalogno, un pezzetto di porro ed uno di cipolla fresca

– 7-8 mestoli di brodo vegetale bollente

– qualche dadino di pecorino fresco e parmigiano grattugiato

– circa 30 gr di burro e un cucchiaio di olio evo

– un po’ di vino bianco (meno di mezzo bicchiere)

Scaldare il burro e l’olio, aggiungere cipolla, scalogno e porro e far stufare per un paio di minuti, aggiungere le verdure e farle insaporire per circa cinque minuti.
Versare da una parte della pentola il riso allontanando le verdure e, a fuoco vivo, farlo tostare.
Versare nel bordo della pentola, sempre dalla parte del riso, il vino e far sfumare. 
Rimescolare delicatamente il tutto e portare a cottura con il brodo bollente.

Al termine mettere un pizzico di prezzemolo tritato e mantecare con il pecorino e qualche cucchiaio di parmigiano.

Maria Teresa e Sergio – pranzo, 25 maggio 2013

Cena con avanzi ‘doc’

Piccolo avanzo di ottimo Risotto con i funghi preparato da S.:
ho aggiunto un uovo e un pochino di parmigiano e fatto una velocissima “frittata” … buona!

Piccolo avanzo di  Peperonata con melanzane preparata da S. (L’enciclopedia della Cucina Italiana, vol. 10 – Verdure e contorni, pag. 199 – Supplementi di Repubblica di qualche anno fa):
ho cotto delle patate intere e sbucciate nel microonde, poi le ho tagliate a metà tipo barchette e rimesso sopra le verdure ben riscaldate … buone!

L’importante è non buttare via nulla!

Risotto al Nero d’Avola con salsa di taleggio

Risotto al Nero d'Avola con salsa di taleggioPreparare la base del risotto con uno scalogno grande stufandolo con poco olio, un pezzetto di burro e un pizzico di sale.

Nel frattempo preparare in un pentolino un brodo vegetale (un po’ più del triplo di acqua del riso: un mestolo di riso e tre di acqua).

Versare il riso e cuocerlo per 2-3 minuti finchè non diventa traslucido, girando delicatamente e spesso; aggiungere il Nero d’Avola e farlo evaporare.

Aggiungere quindi due-tre mestoli di brodo bollente. Mescolare dolcemente e non toccare fino alla successiva aggiunta di brodo. A fine cottura mantecare con un pezzetto di burro e qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato.

Servire subito versando sopra la salsa di taleggio ben calda.

Salsa di taleggio: Mentre il riso cuoce mescolare in una ciotola della panna fresca con pezzetti di taleggio, un pizzico di pepe bianco, un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Scaldare nel microonde fino ad ottenere una crema.

Per ogni persona si può usare un mestolo da brodo di riso.

Ringrazio chi mi ha dato la ricetta giorni fa. Ho voluto subito provare: veramente ottimo!

Risotto con zucchine mantecato con salsa di pecorino e zafferano

Risotto zucchine e zafferanoScaldare due-tre cucchiai di olio extravergine d’oliva nella pentola a pressione oppure in una pentola a fondo spesso, aggiungere uno spicchio di cipolla tagliata sottilmente e far insaporire due minuti, facendo attenzione chè non bruci. Aggiungere dei dadini di zucchina, mescolare e versare due mestoli di riso carnaroli o vialone nano; far tostare il riso e versare un bel goccio di spumante o vino bianco.
Far evaporare e aggiungere cinque mestoli di acqua fredda nel quale si è sciolto un pochino di dado vegetale (questo se si usa la pentola a pressione, altrimenti si fa bollire l’acqua con il dado e la si tiene pronta da mettere nel riso mano a mano che si cuoce); se si ha il brodo vegetale o di carne già pronto sicuramente è meglio. 
Aggiungere un po’ di sale se ce n’è bisogno.
Cuocere il riso: nella pentola a pressione circa cinque minuti dal fischio.
Intanto preparare in un pentolino circa due dl di acqua o latte, far bollire e spegnere il fornello; sciogliervi lo zafferano e aggiungere una noce di burro, del pecorino morbido a tocchetti, tre cucchiai di parmigiano grattugiato. Mescolare in modo che si formi una crema gialla.

Versare la crema nel riso, mantecare un paio di minuti a fuoco dolce o spento e servire.

Ho mangiato questo risotto in un ristorante …  forse non era proprio così …
Il tocco finale, che non ho potuto dare oggi per mancanza di ingredienti, era un bel ciuffo di lattuga cruda tagliata a striscioline sopra: ottimo!

Risotto ai funghi al profumo di arancia

Scaldare olio e burro con un trito di cipolla e uno spicchio di aglio, aggiungere i funghi porcini a pezzetti piccoli e  cuocere  pochi minuti; versare il riso, vialone nano o carnaroli,  e far tostare velocemente. Bagnare con del vino bianco e il succo di mezza arancia. Far evaporare e portare a cottura il riso aggiungendo acqua calda o brodo.

Cuocere, intanto, altri funghi a pezzetti con olio, aglio, sale e, infine, un trito di prezzemolo tritato e filetti sottili di scorza d’arancia … solo la parte colorata e senza il bianco.

Quando il riso è pronto mantecarlo con una noce di burro, aggiungendo un pochino di prezzemolo tritato finemente e, a piacere, del parmigiano grattugiato.

Versare nella risottiera o nei piatti singoli con sopra i funghi cotti separatamente con le scorzette di arancia.

Se non si hanno i porcini si può preparare anche con un misto di funghi surgelati: sarà comunque buono.

p.s.:    questo piatto l’ho gustato  qui    ( leggi anche  http://mtb.splinder.com/post/1415960 ) ed ho provato a “riadattarlo” così come lo ho descritto …

Pagina 1 di 11

XML Sitemap