Tortelli con ricotta e noci

Ho gustato questo piatto al Ristorante Il cavaliere di Foligno e ho provato a rifarlo. Non è certo all’altezza di quello originale, ma sono soddisfatta!

Pasta: 6 uova grandi, 500 g di farina 0, 30 g di semola rimacinata, un pizzico di sale, un cucchiaio di vino bianco.
Impastare e lasciar riposare tra due piatti circa mezz’ora.

Ripieno (il mio): 300 g di ricotta fresca di mucca, 100 g di ricotta fresca di pecora, 150 g di formaggio cremoso, 100 g di robiola, 80 g di noci tritate, 100 g di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale
Amalgamare bene tutti gli ingredienti in una ciotola e lasciar insaporire.

Crema per il condimento: due cucchiai della farcia mescolata con panna da cucina fresca, parmigiano grattugiato, un poco di latte all’occorrenza. Riscaldare leggermente il tutto a fuoco dolce per pochi minuti al momento di servire.

Per finire il piatto: salsa al tartufo, qualche goccia di olio d’oliva, noci e pistacchi tritati

Procedimento: stendere la pasta sottile e ritagliare dei quadrati con un coppapasta di 7/8 cm di lato. Riempire con la farcia, chiudere a triangolo e poi “girare” come per i cappelletti.
Lasciar asciugare in una griglia.
Cuocere i tortelli in acqua salata cinque-sei minuti, scolare.
In ogni piatto versare due-tre cucchiai di crema al parmigiano, disporre sopra i tortelli (5-7 a persona o più … secondo la fame!), condire ancora con la crema, la salsa al tartufo, qualche goccia di olio d’oliva e la granella di noci e pistacchi.

Nota: con queste dosi sono venuti 103 tortelli!

Tortelli con ricotta e noci

Tortelli con ricotta e noci

 

Pasta alla “norma”

Oggi PASTA alla NORMA!

Pasta alla Norma

Ricetta da Sale&Pepe

Replica del giorno dopo per amici
pasta alla norma

Torta al formaggio e ricotta

torta salata al formaggio, torta dolce con ricotta e nutella, taralli napoletanitorta salata al formaggio, torta dolce con ricotta e nutella, taralli napoletani

Torta salata al formaggio e ricotta

250 gr di ricotta
300 gr di farina
3 uova
100 gr di groviera a dadini
50 gr di parmigiano grattugiato
50 gr di pecorino romano grattugiato
50-60 ml di olio di semi di mais (tipo Cuore)
un cucchiaino scarso di sale
un pizzico di pepe
una bustina di lievito istantaneo per torte salate

Battere bene le uova con la frusta, aggiungere piano ed impastando tutti gli ingredienti tranne la groviera a dadini e il lievito che vanno aggiunti alla fine.
Imburrare uno stampo da forno di 24-26 cm e versare il composto. Si può fare anche in uno stampo da ciambella con il buco.
Cuocere in forno preriscaldato a 170-180° per circa 35 minuti.
Sformare quando si è un po’ raffreddata e porre in una griglia.

note: si può mettere anche solo parmigiano (100 gr) senza il pecorino romano
– nella foto è a sinistra in alto

Polpettine

Un piccolo avanzo di lombo di maiale macinato già cotto “a spezzatino” in bianco con rosmarino, due cucchiai di ricotta da una vaschetta  aperta oggi, due cucchiai di puré di patate avanzato, un pugno di pangrattato e uno di parmigiano grattugiato, un uovo battuto, un pizzico di pepe e… tanti semini di girasole, di papavero e due friselline sbriciolate per la copertura.

Cottura in forno a 180° per circa 15/20 minuti.

Polpettine
L’aspetto non è eccezionale perchè ho fatto tutto di fretta, ma il sapore ottimo!

Il tutto accompagnato da bruschetta con cicoria ripassata con aglio e olio evo.

E per finire una fetta di pane abbrustolito con la marmellata di cotogne di quest’anno.

Gnocchetti di ricotta con zucchine e speck

Gnocchetti di ricotta con zucchine e speck

La ricetta degli gnocchi mi è stata data nel negozio dove producono la ricotta:

400 g di ricotta di pecora
200/230 g di farina bianca 00
un uovo
due/tre cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
un pizzico di sale

Per quattro persone

Lavorare la ricotta in una terrina con una forchetta in modo da renderla cremosa, aggiungere l’uovo battuto e piano piano la farina fino a formare un panetto morbido impastando con le mani.

Sulla spianatoia infarinata formare dei cordoni di circa un cm e mezzo di diametro e tagliare gli gnocchetti. Deporli in un vassoio di cartoncino infarinato.
Io li ho fatti oggi, quindi li ho messi senza coprire in frigo.
Il resto l’ho preparato per cena.
Far bollire abbondante acqua leggermente salata e, nel frattempo, tritare un piccolissimo pezzo di cipolla bianca e grattugiare una zucchina dalla parte esterna in modo da avere verde e un po’ di bianco.
In una padella versare pochissimo olio evo e le verdure con un pizzico di sale. Cuocere per 5 minuti al massimo sempre muovendo la padella.

Scolare gli gnocchi quando vengono a galla con un “ragno” e versarli nella padella con le verdure.
Mescolare delicatamente aggiungendo una noce di burro e due cucchiai di latte.
Spegnere il fornello e aggiungere 50/60 g di speck a striscioline sottili. Saltare il tutto con un pizzico di pepe nero e un po’ di parmigiano grattugiato.
Servire ben caldi.

E’ un piatto gustoso e veloce da fare!
La ricotta può essere sostituita con quella di mucca o mista.

Tortelli al tartufo

Ingredienti per il ripieno

  • 100 g di ricotta
  • 250 g di patate grattugiate
  • 2 uova
  • sale
  • olio
  • 4  grattugiate di tartufo bianco

Far riposare il ripieno e poi riempire la pasta già preparata.
Cuocere in acqua bollente salata, meglio se in brodo di gallina.
Condire con olio e tartufo

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Altro vecchio fogliettino trovato in giro… forse la provenienza della ricetta è da un giornale locale e scritta da uno chef di Gubbio
Se qualcuno reclama il diritto d’autore mi contatti subito, per favore!

Non avevo copiato la quantità di pasta ma la dose del ripieno potrebbe essere per 3 uova e 300 g di farina

della serie … foglietti sparsi

Due “sbriciolate” e tanto affetto!

fiori

Giornata bellissima con i miei compagni di Liceo! Il tempo non è passato …

sbriciolate

Sbriciolata con mele, noci, mandorle, crema e cannella

Sbriciolata con ricotta e scaglie di cioccolato

Ricetta della base per ogni torta: 300 gr di farina 00, un uovo, 100 gr di zucchero, un pizzico di sale, un pizzico di vaniglia, 100 gr di burro morbido, una bustina di lievito per dolci
Impastare velocemente ottenendo   un composto “sbriciolato”.  Stendere circa la metà in una tortiera imburrata accomodando leggermente con le mani, ma senza schiacciare.
Il resto delle “briciole” andranno messe sopra dopo aver distribuito il ripieno.

Ripieno con ricotta e scaglie di cioccolato: 500 gr di ricotta, 100 gr di zucchero, 100 gr di scaglie di cioccolato fondente, un bicchierino di liquore Moretto o di rhum, un pizzico di vaniglia.
Mescolare bene il tutto e distribuire sopra la base.

Ripieno con mele: due mele grandi tagliate a pezzetti, un cucchiaio scarso di cannella in polvere, due-tre cucchiai di zucchero di canna, il succo di mezzo limone, un pizzico di vaniglia, alcuni gherigli di noce spezzati grossolanamente e scaglie di mandorle, mezzo bicchierino di rhum.
Mescolare bene il tutto, lasciare insaporire per almeno un quarto d’ora e distribuire sopra la base. Preparare uno o due uova di crema e versare sopra, ma senza coprire del tutto.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30-40 minuti.
Spolverizzare, dopo la cottura, con zucchero a velo.

Grazie al mio caro collega per la ricetta (Sbriciolata con ricotta e scaglie di cioccolato)! La versione con mele e crema è un mio “pasticcio”.

Ovviamente abbiamo merendato con tante cose buone: panini con porchetta, capocollo e torta di Pasqua, fave e pecorino, panzanella, ciliege e altri ottimi dolci preparati dalle amiche: crostata con marmellata di fichi, salame del re con fragole e panna.

foto mtb

Sbriciolate del 1° febbraio 2014
sbriciolate
ricotta e cioccolata e un cuore con le mele
Poichè mi erano avanzate un po’ di briciole della base, ho fatto il cuore di mele  senza briciole sopra.
Mele a fettine condite con un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di liquore “Moretto”, pinoli, uvetta, cannella e poi sopra una spolverata di zucchero di canna.

Torta di carciofi con ricotta

Stasera torta salata con la pasta sfoglia, ricetta di Casa Buitoni presa dall’interno della confezione (Torta di carciofi fumé).

Carciofi, ricotta, provola affumicata, uova, prosciutto di Praga (ho usato il prosciutto crudo non avendo a disposizione tale ingrediente), vino bianco, aglio, prezzemolo, timo, sale e pepe.
Sta cuocendo…

Tagliare  a spicchi quattro carciofi dopo averli ben puliti; rosolarli in tre cucchiai di olio evo con uno spicchio di aglio e prezzemolo, cuocere per circa dieci minuti a fuoco moderato. Aggiungere il prosciutto (150 gr) tagliato a striscioline, salare e pepare. Bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciarlo evaporare completamente. Far raffreddare.
In una ciotola unire la ricotta (350 gr) con due uova battute e i cubetti di provola (100 gr). Aggiungere al composto i carciofi dopo aver tolto l’aglio, un cucchiaino di foglioline di timo ed eventualmente sale e pepe.
Mettere il composto sopra la pasta sfoglia, facendo un piccolo bordo rialzato.
Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa mezz’ora.

Mi sono accorta adesso, rileggendo il blog,  che lo avevo già preparato abbastanza simile senza aver letto ricette… … leggi qui.

Torta di carciofi con ricotta

Menu del Giovedì Grasso

Le tradizioni devono essere rispettate… Giovedì sera, nonostante questa fiacca che mi sta regalando una mezza influenza che mi trascino da più di due settimane, abbiamo festeggiato il giovedì grasso così:

Menu del giovedì grasso

La tavola è un po’ arruffata, ma la nostra cena non era male.

TORTINO con carciofi e ricotta

POLPETTE di Carnevale con patatine al forno

CASTAGNOLE … non sono venute molto bene, ma buone

Un ottimo Corvo di Salaparuta rosso

TORTINO con carciofi e ricotta

Ho preparato la pasta brisé e cotto 4 carciofi piccoli a pezzetti nella pentola a pressione con poco olio, aglio e vino bianco. Nella farcia ho messo due ricottine piccole, un bel pugno di parmigiano grattugiato, i carciofi, scolati dal liquido di cottura e leggermente frullati, due fette di prosciutto crudo tritato, un uovo battuto, un pizzico di sale e uno di pepe

Le polpette le ho preparate con della carne cotta che già avevo (un pezzetto di filetto di maiale in crosta e ho aggiunto gli altri ingredienti tipici delle polpette) e poi le ho cotte, un po’ schiacciate, in forno.

Maria Teresa e Sergio, 11 febbraio 2010

Cuori colorati con ripieno di prosciutto

Pasta colorata e ripieno di prosciuttoIngredienti e preparazione del ripieno:

2 patate medie lessate e schiacciate
100 gr di ricotta
abbondante parmigiano grattugiato
150-200 gr di prosciutto crudo saporito tritato bene
un pizzico di noce moscata
un pizzico di pepe e uno di sale

Amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Pasta colorata:
3 uova, 300 gr di farina 0, un cucchiaio di olio, un cucchiaio di vino bianco, un pizzico di sale
.

Impastare bene e poi dividere in tre parti.
In una parte aggiungere un cucchiaio di spinaci lessati, strizzati e tritati, nell’altra qualche cucchiaio di salsa di pomodoro o un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Rimpastare bene ciascun panetto colorato e, se dovessero essere troppo morbidi, aggiungere della farina.
Io impasto inizialmente con il robot da cucina e poi completo “a mano” sulla spianatoia.

Stendere la sfoglia con la macchina della pasta arrivando fino alla penultima tacca; pennellare con uovo battuto,  mettervi sopra i mucchietti di ripieno distanziati tra loro, ricoprire con un’altra sfoglia e pigiare con le mani “a coltello”  intorno al ripieno facendo in modo che non rimanga aria all’interno. Ritagliare con una formina da biscotti a forma di cuore e disporre i ravioli in un vassoio di cartone infarinato e lasciar asciugare un’oretta controllando che non si attacchino sul fondo.
Preparare un sughetto veloce di pomodoro con un pochino di burro, due cucchiai di olio extra vergine di oliva, uno spicchio di aglio, un pezzetto di cipolla e sale.

Cuocere i “cuori” in acqua bollente salata e scolarli con un mestolo forato quando tornano a galla. Versarli in una pirofila calda dove si sarà messo un pezzetto di burro.

Cuori colorati

Cospargere di parmigiano grattugiato.

Cuori colorati

Aggiungere il sugo di pomodoro e mescolare delicatamente.

Cuori colorati

BUON Appetito!

La ricetta mi è stata data da una collega per fare delle “caramelle” colorate di pasta e con  la panna da cucina al posto della ricotta che invece ho usato io.

Ravioli colorati
Ho usato gli stessi ingredienti per fare anche i tradizionali ravioli quadrati e li ho conditi con la salsa di noci.

Tortino di porri

Tortino di porri
Un rotolo di pasta sfoglia rotonda
Ricotta 250 gr
(ho usato una vaschetta di ricotta Vallelata)
Due fette di prosciutto cotto
Un porro di media grandezza
80 gr di parmigiano grattugiato
(la quantità dipende dal gusto di ognuno)
Due uova
Tre sottilette
Un pizzico di sale, uno di pepe e uno di noce moscata
Un cucchiaino di burro
Acqua e poco latte

Pulire il porro fino all’inizio della parte verde, lavare, tagliare a rondelle sottili e tuffare in un pentolino con acqua, latte e sale. Far bollire due minuti e scolare. Rimettere il porro nel pentolino con il burro e far asciugare per pochi minuti al fuoco.

Preparare il ripieno amalgamando bene in una ciotola la ricotta, il parmigiano, le uova, il prosciutto cotto tagliato a listerelle o quadretti, il sale, il pepe e la noce moscata. Incorporare, infine, il porro.

Cospargere la pasta sfoglia già distesa su carta da forno nella teglia con un cucchiaio di parmigiano grattugiato e pezzetti di sottilette. Adagiare il ripieno  senza comprimere e infornare a 180° per circa mezz’ora.

L’idea di usare la ricotta mi è venuta frequentando un bellissimo corso di cucina dove era stato preparato un tortino di gobbi.

leggi anche: crostate salate di pasta sfoglia

Dolce improvvisato

Dolce improvvisato

Un rotolo di pasta brisée, una-due mele renetta, una fetta di panettone, due uova, un bicchierino di rhum,4-5 cucchiai di zucchero, 250 gr di ricotta.

Mettere la pasta in una teglia rotonda con sotto la sua carta da forno e ricoprire con il panettone spezzettato e poi i pezzetti di mela. Frullare le uova con lo zucchero, aggiungere la ricotta e il rhum. Frullare ancora il composto e versarlo sopra alle mele in modo da coprire il tutto.

Infornare a 180°-200° e cuocere per circa 20-25 minuti. Cospargere sopra con un cucchiaio di zucchero e far cuocere ancora per qualche minuto.

Tortelloni con ricotta e spinaci

Tortelloni ricotta e spinaci 1 Tortelloni ricotta e spinaci 2non era
proprio il caso di farli oggi con questo caldo …
ma avendo scongelato per errore una vaschetta di ripieno …Tortelloni ricotta e spinaci 3

Altre idee per utilizzare il ripieno dei tortelloni qui nel blog.

Fusilli in salsa di pomodoro e ricotta al profumo di curry

Preparare la salsa di pomodoro: scaldare due cucchiai di olio e far appassire  carota, sedano, cipolla a pezzetti piccoli per un paio di minuti; aggiungere la passata di pomodoro, salare e cuocere per circa cinque-sei minuti.

fusilli Spegnere il fornello e aggiungere un pizzico di curry in polvere e del basilico tritato.
Aggiungere due cucchiai di ricotta, amalgamare e cuocere ancora per un minuto o due.

Condire i fusilli, aggiungendo una spolverata di parmigiano grattugiato.
Guarnire con foglioline di basilico.

Ricotta, spinaci e un po’ di fantasia …

Preparare un impasto tipo quello dei ravioli con ricotta, spinaci, lessati, strizzati, tritati  e ripassati per qualche minuto in padella con una noce di burro, in modo da far assorbire un po’ di liquido, abbondante parmigiano grattugiato, noce moscata, un pizzico di sale.

Aggiungere, secondo la quantità, due-tre uova battute e mescolare delicatamente.

Imburrare e infarinare leggermente uno stampo ad anello o rettangolare da plum-cake; versarvi il composto e battere un po’ lo stampo per far sì che  lo stesso si “aggiusti” all’interno.

Mettere in forno preriscaldato a 170°-180° per circa 30-40 minuti: il tempo dipende dalla grandezza dello stampo.
Si deve formare una leggera crosticina abbastanza asciutta.

Far raffreddare, capovolgere in un piatto da forno più grande del precedente e leggermente imburrato; con un coltello ben affilato e inumidito con acqua, tagliare delle fette di circa due cm di spessore e farle adagiare nello stesso piatto senza far perdere la forma circolare o rettangolare.

Condire sopra, a piacere, con:

  • un sughetto o una dadolata di pomodoro e basilico, parmigiano grattugiato
  • una colata di besciamella, volendo mescolata con un po’ di panna, un pizzico di noce moscata (facoltativa), parmigiano e qualche porcino secco,  fatto rinvenire e cotto con pochissimo olio a pezzettini piccoli o funghi champignons sempre cotti a pezzettini con poco olio, uno spicchio di aglio, sale, un pizzico di pepe.
  • una colata di besciamella, volendo mescolata con un po’ di panna, un pizzico di noce moscata (facoltativa), parmigiano e qualche pezzetto di formaggio tritato, come fontina e/o groviera dolce ( può essere buono anche con l’aggiunta di un po’ di gorgonzola, ma non è detto che piaccia a tutti)

Mettere in forno ben caldo per alcuni minuti e servire.

n.b.: Questo piatto può essere preparato in anticipo e tenuto in frigo senza il condimento che comunque si terrà pronto in frigo. Al momento di mettere in forno si condisce sopra.
Volendo si può lasciare intero e tagliare le fette in tavola: se è già affettato si fa prima a servire, anche se, forse, da un punto di vista estetico, è più bello lasciato intero.

Pagina 1 di 212

XML Sitemap