Tagliatelle alla boscaiola

Una ricetta un po’ vecchia che risale al tempo dell’uso della panna in cucina, perlomeno nelle nostre zone … trenta, trentacinque anni fa?
Comunque sempre buona e appetitosa.

Cuocere circa un etto di piselli con poco olio, cipolla tritata fine, sale e, se serve, un po’ di acqua calda.
Trifolare circa un etto e mezzo di funghi champignons, o misti, o porcini con poco olio, sale e uno spicchio d’aglio.

Riunire le due verdure in un’unica padella con un dadino di burro aggiungendo un cucchiaio o due di passata di pomodoro. Far cuocere insieme per pochi minuti. Aggiustare di sale e pepare leggermente.
Tagliare  a striscioline due fette di prosciutto cotto e aggiungere insieme a qualche cucchiaiata di panna fresca o panna da cucina. Spegnere il fornello: la panna e il prosciutto cotto devono solo amalgamarsi agli altri ingredienti per un paio di minuti.

Nel frattempo far bollire l’acqua, cuocere le tagliatelle e versarle non molto scolate nella padella con il condimento.

Mescolare e aggiungere un trito di prezzemolo fresco e un pugno di parmigiano grattugiato.
Servire subito altrimenti si asciugano troppo.

Le dosi sono per due-tre persone… poi dipende dalla quantità di tagliatelle che si vuol cuocere. Oggi avevo delle tagliatelle fatte in casa che mi aveva regalato la mia vicina di casa (Le tagliatelle della signora P. ).

Salsa di noci

Una salsa ottima e veloce per condire ravioli come quelli con ripieno di prosciutto.
Tritare grossolanamente i gherigli di una decina di noci.
Scaldare in un pentolino un pezzettino di burro, mettere le noci e far insaporire per due minuti.
Aggiungere della panna fresca e far sobbollire per alcuni minuti a fuoco dolce.

Chiudere il fornello e incorporare due cucchiai di parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe. Condire i ravioli con la salsa e altro parmigiano. Servire subito.

Ananas con panna al torrone e ciliege sotto spirito

Per quando si vuol presentare un dessert … al volo…

Pulire l’ananas e tagliare in quattro spicchi. Affettare per lungo gli spicchi in modo da avere delle fette molto sottili. Ananas con panna al torrone e ciliege sotto spirito
Preparare dei piatti singoli disponendo alcune fettine da una parte.
Montare la panna senza zucchero e metterne un ciuffo accanto all’ananas.
Sbriciolare grossolanamente il torrone con una moulinette e cospargere sopra la panna. 
Decorare accanto con ciliege sotto spirito e spolverizzare il tutto con zucchero al velo.

Nota: qui l’ananas era troppo maturo e le fettine si sono un po’ rotte…

Coniglio saporito con salsa di senape e panna

Ieri sera ho preparato il coniglio così: ho tagliato a pezzi non molto grandi la carne e l’ho lasciata coperta di aceto per un’oretta e la stessa cosa con i fegatini del coniglio in un altro contenitore. Poi ho sgocciolato bene il tutto.

Ho scaldato leggermente un po’ d’olio nella pentola a pressione con un cucchiaino di odori sottosale, un pizzico di aglione (vedi ricette qui), uno spicchio d’aglio, un ciuffetto di salvia, due rametti di timo, qualche bacca di ginepro e una fetta di limone. Ho messo la carne facendola rosolare delicatamente, ho bagnato con il vino bianco, l’ho fatto evaporare un poco e chiuso la pentola. Cottura quindici-venti minuti. Ho aperto e aggiunto un bel pugno di capperi e fatto cuocere, a pentola scoperta per pochi minuti, facendo riassorbire gran parte del liquido (parte ne ho usato per i fegatini), ho aggiunto un cucchiaino di senape e un cucchiaio di panna, amalgamando i pezzi di carne con il sughetto.

Contemporaneamente, in un altro pentolino, con gli stessi odori del coniglio e con l’aggiunta di una salsiccia e capperi ho cotto le interiora finchè non si fosse riassorbito il vino. Infine ho macinato tutto con l’aggiunta di un po’ del sughetto della carne tolto prima di mettere la senape e la panna.

Ho messo la carne in un piatto coperta dalla salsa e accompagnata dal paté che si può stendere sopra la carne mentre si mangia o su dei crostini di pane.

Era veramente ottimo!

p.s.: al posto degli odori sotto sale e dell’aglione si può mettere un piccolissimo pezzo di carota, uno di cipolla e uno di sedano, qualche fogliolina di rosmarino e ovviamente salare!

Aggiornamento di febbraio 2009: sfumare, oltre che con il vino anche con un bicchierino di brandy.

Pagina 1 di 11

XML Sitemap