Involtini di melanzane

Allora … ricettina :
involtini con le melanzane 
Tagliare le melanzane per il verso lungo e lasciarle sotto sale per un’ora.
Friggerle in olio (senza infarinarle) e metterle sopra una carta scottex affinche’ l’unto venga assorbito.
Fare gli involtini con una fettina di melanzana, una fettina di fontina e una fettina di prosciutto cotto.
Metterle un una teglia e spolverizzarle con grana grattugiato.
Infornare per dieci minuti a 150 gradi.
Si puo’ variare la ricetta facendo gli involtini con una fetta di melanzana e una di fontina poi si sparge sugli involtini un poco di pomodoro e il grana grattugiato. Diventano simili alla parmigiana di melanzane come sapore. Questa ricetta l’ho gustata al ristorante poi l’ho copiata con qualche modifica ed è veramente facile ed ottima.
Ciao Maria Teresa.un bacio, Ferny

grazie Ferny per le tue ricette sempre graditissime

mt

Paste estive veloci

Con il grande caldo anche cuocere la pasta è un’ impresa!

Suggerisco qualche ricetta veloce veloce:

  • mettere nel piatto per condire la pasta pezzettini di pomodoro, uno spicchio d’ aglio tagliato in due – tre pezzetti, un cucchiaino abbondante di bottarga macinata o grattugiata, olio d’oliva e passare per un minuto nel microonde oppure lasciare crudo, magari preparandolo un pochino prima per far insaporire. Versare sul condimento gli spaghetti cotti e aggiungere prezzemolo tritato o basilico.
  • mettere nel piatto per condire la pasta  del tonno ben scolato dal proprio olio, uno spicchio d’ aglio tagliato in due – tre pezzetti, olio d’oliva,  dei funghetti sott’olio oppure dei capperi precedentemente dissalati o fettine di olive verdi e prezzemolo tritato
    Preparare  prima per far insaporire gli ingredienti e lasciare in frigo. Versare sul condimento gli spaghetti o altra pasta cotta.
  • il classico: pezzettini di pomodoro, uno spicchio d’ aglio tagliato in due – tre pezzetti, mozzarella a dadini, olio d’oliva, basilico tritato, sale e volendo un pizzico di pepe. Preparare  prima per far insaporire gli ingredienti e lasciare in frigo.
  • pezzettini di pomodoro, uno spicchio d’ aglio tagliato in due – tre pezzetti, olio d’oliva, basilico tritato, pinoli interisale e volendo un pizzico di pepe.
    Preparare  prima per far insaporire gli ingredienti e lasciare in frigo.
  • tagliare a dadini una melanzana piccola, lasciar spurgare sotto sale per una mezz’ora almeno, asciugare e cuocere velocemente in poco olio d’oliva. Preparare un sughetto con poca cipolla tritata, olio e  pomodoro; infine aggiungere  un pochino di panna e del curry in polvere.
    Condire la pasta con il sugo e le melanzane. A piacere si può aggiungere del parmigiano grattugiato.
  • tagliare a listarelle sottili un pezzetto di  melanzana, lasciar spurgare sotto sale per una mezz’ora almeno e asciugare. Tagliare a listarelle sottili anche un pezzetto di peperone giallo, di peperone rosso, di zucchina e cuocere velocemente in poco olio d’oliva con della cipolla tritata.
    Versare la pasta, meglio se corta, nella padella di cottura delle verdure. Mescolare bene. A piacere si può aggiungere del parmigiano grattugiato. Con questo sughetto si possono condire anche tortellini o ravioli.

Pizzette di … melanzane

Lavare e tagliare a fette di circa un cm le melanzane. Metterle sotto sale per un’oretta.

Scaldare bene una piastra da fornello e grigliarle.

Disporre in una teglia da forno lievemente oleata, le fette; mettere in ogni fetta una foglia di basilico, una sottile fetta di pomodoro maturo, salare e pepare leggermente, poi ancora una fettina di mozzarella, un pizzico di origano sbriciolato, un filo di olio d’oliva.

Infornare in forno caldo finchè la mozzarella non abbia formato una leggera crosticina dorata.

Una versione più calorica, ma ottima: invece di grigliare le melanzane, friggerle in olio caldo dopo averle passate in uovo battuto e farina.

Consiglio: quando uso la mozzarella per preparazioni tipo questa la taglio e la metto in un colino per far uscire un po’ di acqua che altrimenti rischia di “ammollare” il tutto.

Melanzane grigliate

Tagliare a fette alte almeno mezzo centimetro le melanzane; metterle per circa un’ora sotto sale. Strizzarle in modo che perdano l’acqua e asciugarle. Grigliare o cuocere in una padella antiaderente, facendo attenzione che non rimangano molto morbide, ma nemmeno che brucino.

Spruzzare, da calde, con aceto; preparare un abbondante trito di aglio, prezzemolo, basilico, qualche fogliolina di maggiorana, un pizzico di origano e peperoncino in una ciotola con olio d’oliva. Passarle rapidamente nel condimento e disporle in un contenitore stretto ricoprendole con l’olio rimasto.

Lasciar riposare almeno mezza giornata. Si mantengono in frigo per alcuni giorni.

Verdure estive al forno

Tagliare a pezzi non piccoli quattro zucchine, un peperone rosso e uno giallo, una melanzana, quattro pomodori rossi, una cipolla bianca.

Mettere in una teglia larga da forno con olio d’oliva, due spicchi d’aglio, basilico e/o prezzemolo tritati, un pochino di acqua (non scolare troppo le verdure dopo averle lavate ed è sufficiente), sale, un pizzico di pepe o volendo poco peperoncino.
Far cuocere a 180°-200° finché le verdure non siano ben cotte e quasi rosolate ed il liquido completamente riassorbito. Se si fosse formato troppo liquido, verso la fine della cottura, scolarlo e tenerlo da parte per eventualmente aggiungerlo più tardi all’occorrenza.verdure estive

Sono ottime anche fredde.

Melanzane alla parmigiana

Parmigiana del 7 agosto 2008

Ricettine per la mia amica Maria Teresa: Melanzane alla parmigiana

Prendere due melanzane ed affettarle…metterle per un’oretta sotto sale grosso. Friggerle in olio bollente dopo averle infarinate. Adagiarle sopra alla carta scottex, affinchè si asciughino dall’unto. Prendere una teglia e spalmare sul fondo conserva di pomodoro con origano, fare uno strato di melanzane, cospargere di conserva di pomodoro con origano, spolverizzare di formaggio grana grattugiato, poi cospargere di mozzarella tagliata a dadini. Continuare a fare strati di melanzane, conserva di pomodoro, grana e mozzarella fino al completamento della teglia. Infornare per circa mezz’oretta in forno a 150 gradi. La mozzarella deve risultare dorata……baci Ferny

grazie mtb

altra ricetta di abreast

Toh, guarda! Una volta tanto posso dire qualcosa anche io! E chissà che non venga pubblicato, in maniera analoga a quanto hai fatto con questo post… io le melanzane alla parmigiana le preparo così: per il sugo utilizzo la passata di pomodoro nel quale metto carne macinata di maiale, qualcosa di molto simile al ragù ma cotto poco (non deve asciugarsi); friggo le melanzane dopo averle passate non nella farina bensì nell’uovo e come ferny le lascio asciugare nello scottex (perdonatemi la pubblicità); quindi le adagio in una teglia da forno mettendo uno strato di melanzane, un po’ di sugo e, alternativamente, uno strato di provola (che contrariamente alla mozzarella o al fior di latte non “caccia acqua”!) ed uno di mortadella, il tutto ricoperto da parmigiano. lo strato finale, quindi, è costituito solo da sugo, parmigiano e provola in modo che, con il grill del forno, possa fare la “simpatica e deliziosa crosticina”… temperatura e durata della cottura sono analoghi a quelli indicati da ferny.

Ah, dimenticavo… tutte le volte che le ho preparate c’è voluta circa mezza giornata per prepararle e poco meno di 20 minuti per finire l’intera teglia!!!

Si può dare il via ad una raccolta di ricette di questo squisito piatto: attendo! mtb

Altra versione della PARMIGIANA di melanzane (24 agosto 2017)

20170824_203530pic

Preparare un sughetto di pomodori freschi ed odori e lasciarlo da parte.
Friggere le melanzane impastellate con farina ed uovo. Lasciarle asciugare.
In una pirofila mono-porzione adagiare una fetta di melanzana, fettine di mozzarella ben scolata, basilico e di nuovo una fetta di melanzana, fettine di mozzarella.

Infornare per circa 10/15 minuti per far sciogliere la mozzarella. Intanto, nel sughetto mescolare del parmigiano grattugiato. Togliere le pirofile dal forno e versarci sopra la salsa di pomodoro e guarnire con una foglia di basilico. Un filo di olio evo a crudo ed ecco fatto!!

L’idea mi è venuta, mangiando, una pietanza in un ottimo ristorante di Gubbio: La Balestra

XML Sitemap