Polpettine di melanzane

Tagliare a cubetti due melanzane medie sbucciate, cuocere in padella con poco olio scaldato e uno spicchio d’aglio, salare e pepare leggermente; cuocere per circa mezz’ora, aggiungendo un po’ d’acqua calda se serve. Mescolare spesso.

Lasciar raffreddare e poi tritare grossolanamente, aggiungere due uova battute, un pugno di pecorino romano ed uno di parmigiano, pane grattugiato, fino ad avere una consistenza morbida, foglioline di maggiorana e un po’ di prezzemolo tritato.

Formare delle polpettine di circa 4 cm di diametro. A me ne sono venute trenta.
Cuocere in padella su olio evo ben caldo (o forno preriscaldato su carta da forno).  Far rosolare bene e servire, magari accompagnandole con una buona salsa di pomodoro al basilico.

melanzane

Caponatina siciliana

caponatina sicilianaRicetta da qui: Caponatina siciliana.
Mie varianti:
ho messo olive nere e non verdi,
un peperone rosso ed uno giallo,
cipollotti sia bianchi che rossi,
pomodori freschi maturi e un barattolo di polpa.

Melanzane trifolate alla menta

Tagliare una melanzana tonda a dadini ed eventualmente lasciarla spurgare sotto sale (io non l’ho fatto), tritare due-tre spicchi di aglietto fresco e  mettere in padella con qualche cucchiaiata di olio evo, far leggermente stufare, aggiungere i dadini di melanzana, un pezzetto di peperoncino e rosolare girando spesso; dopo la rosolatura salare e spruzzare con il succo di mezzo limone e una spruzzata di aceto; far evaporare ed infine aggiungere un pezzetto di foglia di alloro e qualche fogliolina di menta.

Far raffreddare in una ciotola e servire dopo qualche ora.

Melanzane trifolate alla menta

E stasera per cena anche hummus di ceci e il mio pane con farina macinata a pietra di tipo 1, un pugno di semola rimacinata di Puglia e germe di grano.

hummus di ceci

Frullare nel mixer due cucchiai di sesamo, aggiungere poi un pezzetto di aglietto fresco, un rametto di aneto fresco o una foglia di basilico o prezzemolo, il succo di mezzo limone, ceci già lessati, circa 50 ml di olio extravergine di oliva e un pizzico di paprika dolce. Frullare fino ad avere una crema densa. Salare un poco se necessario.

pane

Il moussakà (μουσακάς)

 

Ho letto varie ricette in rete e dal mix di idee il moussakà è stato sfornato per cena. Non sarà certo l’originale μουσακάς greco, ma devo dire che l’abbiamo proprio gustato!

  • due-tre patate medio-grandi a fette (4-5 mm di spessore) tenute in acqua e sale per un’ora circa
  • due melanzane medie affettate e tenute sotto sale
  • una cipolla medio-grande tritata sottile, due spicchi di aglio spezzati (per toglierli alla fine), una foglia di alloro, poco prezzemolo, sale, un pizzico di pepe, uno di cannella e una grattugiata di noce moscata, carne macinata di vitello (300 g circa), tre cucchiai di passata di pomodoro, mezzo bicchiere di vino rosso
  • besciamella (40 g di burro, 40 g di farina, 550 g di latte intero, sale)
  • parmigiano grattugiato

Scolare ed asciugare le patate e le melanzane, passarle in poco olio evo, mescolando con le mani in una ciotola e poi distenderle in una teglia coperta di carta da forno e cuocere a 250° per circa 20 minuti, girandole a metà cottura facendo attenzione che non brucino.

Nel frattempo preparare il sugo: stufare la cipolla e l’aglio con poco olio evo ed un pizzico di sale, aggiungere la carne, l’alloro e far rosolare, sfumare con il vino rosso; quando non si sente più l’odore dell’alcol del vino aggiungere il pomodoro e far cuocere per circa 40 minuti, aggiungendo, se occorre, un po’ di acqua calda. Terminata la cottura, aggiustare di sale, pepare ed aggiungere un po’ di prezzemolo tritato, la cannella e la noce moscata. Consiglio moderazione con questi ultimi profumi per non farli prevalere troppo.
Mentre il sugo cuoce si può preparare la besciamella;  al termine della cottura mescolarci un bel pugno di parmigiano grattugiato e ancora un pizzico di noce moscata.

Quando tutti gli ingredienti sono cotti si procede a disporre in una pirofila uno strato di patate, uno di melanzane, la carne con il suo sughetto, una spolverata di formaggio e la besciamella.
Io ho fermato qui gli strati, ma si potrebbero mettere dopo la carne ancora melanzane e poi carne e quindi la besciamella.

Cuocere a 180° per circa 35 minuti. Far riposare un po’ prima di tagliarla a quadrotti!

Pasta alla “norma”

Oggi PASTA alla NORMA!

Pasta alla Norma

Ricetta da Sale&Pepe

Replica del giorno dopo per amici
pasta alla norma

Cena con avanzi ‘doc’

Piccolo avanzo di ottimo Risotto con i funghi preparato da S.:
ho aggiunto un uovo e un pochino di parmigiano e fatto una velocissima “frittata” … buona!

Piccolo avanzo di  Peperonata con melanzane preparata da S. (L’enciclopedia della Cucina Italiana, vol. 10 – Verdure e contorni, pag. 199 – Supplementi di Repubblica di qualche anno fa):
ho cotto delle patate intere e sbucciate nel microonde, poi le ho tagliate a metà tipo barchette e rimesso sopra le verdure ben riscaldate … buone!

L’importante è non buttare via nulla!

Spaghetti alla Norma

Tagliare una melanzana a fettine sottili – circa venti – e metterle sotto sale per mezz’ora.

Nel frattempo preparare un sughetto con un trito di cipolla, olio d’oliva e pomodori freschi o conservati a pezzettini.

Mettere a bollire l’acqua per la pasta e cuocere gli spaghetti. Mentre la pasta cuoce, scolare e asciugare bene le melanzane e friggerle velocemente in olio d’oliva. Farle asciugare in carta assorbente.

Scolare la pasta e versarla nella padella dove si è preparato il sughetto, mescolare, aggiungere abbondante ricotta salata grattugiata in una grattugia a fori larghi e le melanzane.

Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

Servire subito.

Verdure miste al forno

Una melanzana – due zucchine – due patate medie – un peperone – mezza cipolla grande – due pomodori maturi – prezzemolo, aglio, olio extravergine d’olivaprezzemolo tritato, tre cucchiai di pangrattatosale e poco pepe.

Tagliare la melanzana a metà nel senso della lunghezza e poi a fette di circa mezzo centimetro; metterle a spurgare sotto sale; allo stesso modo tagliare le zucchine, fare a tocchetti le patate; tagliare a listerelle i peperoni, la cipolla e i pomodori dopo averne tolto i semi. Strizzare le melanzane per togliere l’acqua residua di spurgo e disporre tutte le verdure in una teglia da forno molto larga e bassa.
Condire con l’olio, sale, un pizzico di pepe, prezzemolo e aglio a pezzi, aggiungere il pangrattato e mescolare bene il tutto con le mani in modo che il condimento sia uniforme.

Stendere bene le verdure nella teglia in modo da formare un solo strato.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa dieci-quindici minuti.

Allo stesso modo si possono preparare anche patate e funghi (in questa  ricetta non c’è il pangrattato, ma si può mettere), oppure solo patate tagliate a fette più o meno alte e condite con un misto di odori come rosmarino, salvia, timo, aglio.

In ogni caso,  i tempi di preparazione e cottura sono abbastanza brevi, tenendo conto che le verdure si possono preparare e  insaporire anche in anticipo e poi cuocere una ventina di minuti prima di servire.

Sformato: melanzane, patate, scamorza, prosciutto

 

Lo scoprii qualche anno fa a casa di un’amica carissima; mi piacque molto e l’ho fatto alcune volte, ma non ultimamente.

Per la ricetta vado un po’ a memoria… sperando che non m’inganni…
melanzaneTagliare le melanzane a fette lunghe e tenerle sottosale almeno mezz’ora, asciugarle e quindi grigliarle o friggerle rapidamente in olio d’oliva.

Lessare delle patate e successivamente schiacciarle bene con la forchetta; condire con olio, sale, rosmarino tritato e volendo qualche pezzetto di aglio.

Rivestire il fondo e i bordi di una pirofila alta e leggermente unta con un po’ di olio con le fette di melanzana. Mettere all’interno uno strato di patate, uno di fette di prosciutto e poi fette di scamorza.

Continuare a strati ed infine ricoprire con fette di melanzane, prosciutto e scamorza.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20-25 minuti; all’inizio si può anche coprire con carta stagnola per evitare che si bruci sopra.

Al posto del prosciutto si può usare anche lo speck e la scamorza affumicata.

A mio avviso è più buono tiepido.

Fritto misto di verdure

Fritto misto di verdure

Non si può mangiare tutti i giorni, ma una volta al mille sì!


Verdure miste
: melanzane a fette, fiori di zucca, tronchetti di zucchine, cipolle ad anelli, il tutto in una semplice pastella di farina ed acqua moltooooo gasata  e moltooooo fredda!

fritto misto di verdure

Involtini di melanzane e muffins salati

Più o meno la ricetta è questa … con qualche variante: non ho fritto le melanzane, ma le ho grigliate; all’interno ho messo fettine sottilissime di pomodoro condite con sale e origano, prosciutto cotto, sottilette e basilico. Sopra agli involtini ho rimesso qualche pezzettino di pomodoro e di formaggio, basilico e un filo d’olio.

… e questa.
Invece di mettere il composto in uno stampo da plum-cake ho fatto dei mucchietti sugli stampini di carta da forno per muffin e tenuti in forno ventilato a 180° per una ventina di minuti.

Millefoglie di melanzane e scamorza

Grigliare delle fette rotonde di melanzana lunga, dopo averle tenute una mezz’ora almeno sotto sale e poi asciugate.

Disporre su una pirofila le fette più grandi, ricoprire ciascuna con una fetta di scamorza affumicata, una fettina di pomodoro maturo, un’altra fetta di melanzana più piccola e ancora una fettina di scamorza.

Infornare per una decina di minuti nel forno ben caldo. Servire subito.

Le ricette di R.

Tris di verdure: melanzane, zucchine, peperoni

melanzane, zucchine, peperoni

Affettare le melanzane, tagliare le zucchine a rondelle; mettere le verdure sotto sale, separatamente, per almeno un’ora.

Tagliare a striscioline i peperoni ed affettare sottilmente una cipolla bianca.

Melanzane: grigliarle velocemente dopo averle ben scolate e asciugate. Disporle in una terrina dove si è preparato il condimento con olio extravergine di oliva, aceto balsamico, foglioline di timo e di rosmarino, uno spicchio di aglio e un peperoncino.
Sono una variante della ricetta Melanzane grigliate.

Zucchine: scaldare in una larga padella dell’olio d’oliva e cuocere velocemente le zucchine, girandole spesso e delicatamente. Verso la fine aggiungere delle foglioline di mentuccia romana e un pizzico di pepe.
Intanto far bollire circa un decilitro di acqua e un decilitro di aceto con uno spicchio di aglio. Versare nelle zucchine e far evaporare pochissimo.

Peperoni: in agrodolce, insieme alla cipolla preparata prima.

Garganelli alle verdure estive

garganelli alle verdure estive In una padella larga, mettere un pezzetto di cipolla tritata finemente con un pochino di acqua e un pizzico di sale; far ammorbidire la cipolla e aggiungere dell’olio extravergine d’oliva, farlo scaldare leggermente e aggiungere mezza salsiccia sbriciolata e un peperoncino.
Far saltare velocemente dei dadini di melanzane e zucchine, tenute sotto sale per almeno un quarto d’ora e poi scolate e asciugate, insieme a dei dadini di peperone.
Muovere sempre la padella in modo da non far bruciacchiare le verdure; infine aggiungere qualche dadino di pomodoro fresco e un trito di basilico.
Spegnere il fornello.

Mentre si prepara il condimento, cuocere i garganelli in acqua salata; versarli, poi, nella padella con le verdure: far saltare a fuoco vivo un minuto, mescolando delicatamente.

Buon appetito … erano ottimi …

Involtini di melanzane

Allora … ricettina :
involtini con le melanzane 
Tagliare le melanzane per il verso lungo e lasciarle sotto sale per un’ora.
Friggerle in olio (senza infarinarle) e metterle sopra una carta scottex affinche’ l’unto venga assorbito.
Fare gli involtini con una fettina di melanzana, una fettina di fontina e una fettina di prosciutto cotto.
Metterle un una teglia e spolverizzarle con grana grattugiato.
Infornare per dieci minuti a 150 gradi.
Si puo’ variare la ricetta facendo gli involtini con una fetta di melanzana e una di fontina poi si sparge sugli involtini un poco di pomodoro e il grana grattugiato. Diventano simili alla parmigiana di melanzane come sapore. Questa ricetta l’ho gustata al ristorante poi l’ho copiata con qualche modifica ed è veramente facile ed ottima.
Ciao Maria Teresa.un bacio, Ferny

grazie Ferny per le tue ricette sempre graditissime

mt

Pagina 1 di 212

XML Sitemap