Taglietelle colorate con funghi e salsiccia

Taglietelle colorate con funghi e salsiccia Funghi pioppini e champignons, salsiccia, tagliatelle di tre colori (rossa, gialla, verde).
Cuocere i funghi, lasciandone alcuni interi o a metà e gli altri a pezzettini, con poco olio, sale e pepe.

Sbriciolare la salsiccia (una ogni due-tre persone) e cuocerla con un po’ di acqua facendola sgrassare, buttare l’acqua rimasta e mettere pochissimo olio e finire di rosolare delicatamente.

Cuocere la pasta, riunire in una padella larga i funghi e la salsiccia precedentemente cotti separatamente, riaccendere il fornello e buttarci la pasta senza scolarla troppo, ripassare un paio di minuti e aggiungere del prezzemolo tritato.

Se si gradisce si possono aggiungere delle lamelle di Montasio semi-stagionato o fresco: ci sta molto bene; io l’ho messo ma non ho la foto.
Servire subito

Burger di champignon con salsa alla senape

Ricetta di Sale&Pepe di Gennaio 2016 pag. 86

burger di champignon

Ragu di carne e funghi

Torni a casa stanca e trovi chi ti ha preparato questo: 

Pasta con ragu di carne e funghi

Corso di cucina

Oggi bellissimo corso di cucina: Menù d’autunno.

POLPETTINE FRITTE con panna acida
TORTELLONI di FUNGHI e TALEGGIO
SPEZZATINO di CONIGLIO in porchetta con POLENTA
TORTA AUTUNNALE di Nonna Idilia
PANNA COTTA con CASTAGNE
Corso di CUCINA 27 10 2012 

> clic sulle foto per ingrandire <
 Presto i dettagli…

riferimento: LC Gubbio Piazza Grande: Menù d’autunno

Patate funghi e salsicce

… sono sempre ottime …

Champignons ripieni

Pulire degli champignons di media grandezza, staccare i gambi,  farli a pezzettini insieme a qualche funghetto più piccolo e  cuocerli in padella per qualche minuto  in poco olio, uno spicchio di aglio, un pochino di acqua e vino bianco.
Fare in modo che resti abbastanza brodoso in modo da non aggiungere poi altri liquidi. Aggiungere del prezzemolo tritato, qualche cucchiaiata di pane grattugiato e di parmigiano, un pizzico di sale e di pepe.
Farcire le cappelle dei funghi leggermente salate.
funghi ripieni

In una teglia da forno mettere olio, un pochino di acqua e vino bianco, dei pezzettini di aglio e disporvi i funghi.

Cuocere in forno ben caldo a 180°-200°, all’inizio coperti con carta stagnola e poi finire di gratinare senza la carta.
Se ci si accorge che rimane troppo fondo di cottura e i funghi sono cotti, toglierlo quando si elimina la carta da sopra.

Consiglio… non si butta nulla: se il fondo di cottura tolto è abbondante e se vi sono avanzati funghetti tritati cotti o parte del ripieno, mettete da parte in frigo. Vi serviranno per fare un ottimo risotto con l’aggiunta di un po’ di salsiccia sbriciolata e qualche dadino di mozzarella.
… come ho fatto io oggi con ciò che mi è rimasto degli ingredienti per i sofficini (mozzarella e salsiccia) e per gli champignons ripieni.

Tagliatelle alla boscaiola

Una ricetta un po’ vecchia che risale al tempo dell’uso della panna in cucina, perlomeno nelle nostre zone … trenta, trentacinque anni fa?
Comunque sempre buona e appetitosa.

Cuocere circa un etto di piselli con poco olio, cipolla tritata fine, sale e, se serve, un po’ di acqua calda.
Trifolare circa un etto e mezzo di funghi champignons, o misti, o porcini con poco olio, sale e uno spicchio d’aglio.

Riunire le due verdure in un’unica padella con un dadino di burro aggiungendo un cucchiaio o due di passata di pomodoro. Far cuocere insieme per pochi minuti. Aggiustare di sale e pepare leggermente.
Tagliare  a striscioline due fette di prosciutto cotto e aggiungere insieme a qualche cucchiaiata di panna fresca o panna da cucina. Spegnere il fornello: la panna e il prosciutto cotto devono solo amalgamarsi agli altri ingredienti per un paio di minuti.

Nel frattempo far bollire l’acqua, cuocere le tagliatelle e versarle non molto scolate nella padella con il condimento.

Mescolare e aggiungere un trito di prezzemolo fresco e un pugno di parmigiano grattugiato.
Servire subito altrimenti si asciugano troppo.

Le dosi sono per due-tre persone… poi dipende dalla quantità di tagliatelle che si vuol cuocere. Oggi avevo delle tagliatelle fatte in casa che mi aveva regalato la mia vicina di casa (Le tagliatelle della signora P. ).

Verdure miste al forno

Una melanzana – due zucchine – due patate medie – un peperone – mezza cipolla grande – due pomodori maturi – prezzemolo, aglio, olio extravergine d’olivaprezzemolo tritato, tre cucchiai di pangrattatosale e poco pepe.

Tagliare la melanzana a metà nel senso della lunghezza e poi a fette di circa mezzo centimetro; metterle a spurgare sotto sale; allo stesso modo tagliare le zucchine, fare a tocchetti le patate; tagliare a listerelle i peperoni, la cipolla e i pomodori dopo averne tolto i semi. Strizzare le melanzane per togliere l’acqua residua di spurgo e disporre tutte le verdure in una teglia da forno molto larga e bassa.
Condire con l’olio, sale, un pizzico di pepe, prezzemolo e aglio a pezzi, aggiungere il pangrattato e mescolare bene il tutto con le mani in modo che il condimento sia uniforme.

Stendere bene le verdure nella teglia in modo da formare un solo strato.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa dieci-quindici minuti.

Allo stesso modo si possono preparare anche patate e funghi (in questa  ricetta non c’è il pangrattato, ma si può mettere), oppure solo patate tagliate a fette più o meno alte e condite con un misto di odori come rosmarino, salvia, timo, aglio.

In ogni caso,  i tempi di preparazione e cottura sono abbastanza brevi, tenendo conto che le verdure si possono preparare e  insaporire anche in anticipo e poi cuocere una ventina di minuti prima di servire.

Menu invernale

Antipasto con sformatino freddo di formaggi

Antipasto:

Sformatino freddo ai formaggi con lamelle di mandorle e miele di castagno
Lombetto di maiale
Sfogliatine natalizie

 

Nidi di tagliatelle ai funghiPrimo:

Nidi di tagliatelle
ai funghi e mozzarella

 

 

 

Controgirello di vitello Bouquetière, Cipolline in agrodolce, Arance condite, Patate arrosto agli aromi
Secondo:

Controgirello di vitello Bouquetière
Cipolline in agrodolce
Arance condite
Patate arrosto agli aromi

Nidi di patate con piselli e funghi

Nidi di patate con piselli e funghiLessare in acqua leggermente salata quattro patate di media grandezza ben lavate e non sbucciate.
Quando saranno cotte, sbucciarle e  passarle al passatutto o allo schiacciapatate.
Aggiungere due uova battute, un pizzico di noce moscata e un bel pugno di parmigiano grattugiato.
Aggiustare di sale e, volendo, aggiungere un pizzichino di pepe.
Amalgamare bene il tutto e mettere dei mucchietti di composto in dei pirottini di carta da muffins e inserirli poi nello stampo apposito.
Oppure, ancor meglio, mettere i mucchietti  in  un coppapasta non molto grande ma alto per dare la forma rotonda, adagiandoli  in una pirofila leggermente imburrata.

Al centro fare una concavità premendo con le dita bagnate di acqua … non vi dico come ho fatto io perchè forse vi metterete a ridere … ho preso un tappo in plastica di bottiglia da spumante e con la parte rotonda, che immmergevo continuamente in acqua, ho formato la concavità.

Cuocere poi in forno ben caldo per circa 15-20 minuti facendo attenzione a non farli brunire troppo … come i miei.

Inoltre, cuocere:

  • i piselli con poco olio e burro, un pezzetto di cipolla tritata, qualche dadino di pancetta (facoltativo), una carota piccola a dadini, sale e pepe.
  • i funghi misti trifolati con olio, aglio, sale e pepe ed infine prezzemolo tritato.

Disporre i nidi di patate in un piatto da portata o lasciarli nella pirofila; riempire le concavità: alcuni con un cucchiaio di piselli, altri con un cucchiaio di funghi.
Servire ben caldi.

Si possono preparare prima e “assemblare” al momento di servire riscaldando i nidi, senza il ripieno, in forno per due minuti e piselli e funghi nei loro pentolini di cottura o al microonde.

Sono ottimi come contorno di carne come rosbiff, girello, arista all’arancia.

Io ho usato i pirottini di carta da muffins, ma lo sconsiglio perchè poi non si staccano molto bene.

Puntine in crema di patate, porcini e prezzemolo

Crema di patate con funghi porcini Una crema dal gusto delicato, contraddistinta da un connubio unico di sapori.

qui la ricetta: Puntine in crema di patate, porcini e prezzemolo

nota: le puntine le ho cotte a parte in acqua salata e, dopo averle scolate, le ho aggiunte alla crema. I funghi sono surgelati. La ricetta l’ho trovata scritta sulla scatola della pastina.

 

AGGIORNAMENTO: il link della Barilla non c’è più… ho ritrovato la scatola delle puntine e scrivo qui la ricetta per delle amiche che me l’hanno chiesta.
Per 4 persone:

  • 200 gr di puntine Barilla
  • 150 gr di porcini freschi
  • 40 gr di sedano
  • 15 gr di prezzemolo
  • 3 patate
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 cipolla tritata
  • 1/2 l di brodo
  • sale, pepe, olio evo q.b.

In una pentola unire l’olio, la cipolla, l’aglio, le patate a pezzi e il sedano, facendo rosolare per qualche minuto. aggiungere il brodo e far cuocere a fuoco vivo per 20 minuti circa.
Passare il tutto al mixer.
Tagliare i porcini a fettine sottili e trifolarli in padella con sale, pepe e un pizzico di prezzemolo (io ho aggiunto un po’ di olio).
Cuocere le puntine nella zuppa  guarnire con i funghi (e prezzemolo).

Gnocchi prezzemolati ai funghi e salsiccia con pomodoro fresco

gnocchi

 

Cottura dei funghi trifolati:
scaldare due cucchiai di olio extravergine d’oliva con due spicchi di aglio fresco e mezza cipollina fresca tagliata a rondelle.
Mettere i funghi a pezzetti e una piccola parte tritati, precedentemente, nel mixer.
Ho usato degli champignons freschi e un misto di funghi surgelati con i porcini. Salare.
Cuocere per una decina di minuti, aggiungendo un pochino di acqua se si asciugano troppo.

Nel frattempo, in una padella larga mettere con poco olio una salsiccia sbriciolata, precedentemente scottata intera in acqua bollente un paio di minuti, con aglio e cipollotto freschi. Far rosolare pochi minuti, sfumare con del vino rosso. Aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro. Cuocere per pochi minuti, aggiungere i funghi e lasciare insieme a fuoco vivace per pochissimo tempo.

Preparare dei dadini di pomodoro fresco, nel mio caso sono dei perini maturi.
Cuocere gli gnocchi di patate. Durante la breve cottura degli gnocchi, versare i dadini di pomodoro nel sugo e riaccendere il fornello. Aggiungere del prezzemolo tritato.

Mettere nella padella con il sugo gli gnocchi scolati, amalgamare delicatamente aggiungendo un paio di cucchiai di pecorino romano grattugiato.

Servire, decorando con altro prezzemolo tritato.

Piccolo menu

Bauletto di polenta al tartufo e funghi

Bauletto di polenta al tartufo

 

Risotto con zucchine mantecato con salsa di pecorino e zafferano
 
Risotto
Cuocere i funghi di varie qualità in padella con due spicchi d’aglio vestiti, olio, sale e pepe.
Preparare  la polenta al tartufo con acqua, latte, un po’ di olio e sale. Versare in stampini leggermente unti di olio fino a metà; mettere al centro due-tre pezzetti di funghi e un tocchetto di formaggio morbido.
Ricoprire con la polenta fino al bordo.
Al momento di servire, preparare una salsa al formaggio: in un pentolino scaldare bene un po’ di panna e latte con dadini di formaggio finchè non si formerà una crema; riscaldare gli sformatini e i funghi nel microonde; disporre al centro di un piattino il bauletto di polenta, colare sopra la salsa,  mettere un cucchiaio di funghi e decorare con prezzemolo tritato fresco o liofilizzato.
La ricetta qui nel blog:
Risotto con zucchine mantecato con salsa di pecorino e zafferano

Il radicchio rosso è crudo e non condito.

 

Arista all’arancia e bacche rosa … con frittelline di verdure in pastella

Arista all'arancia e bacche rosa

Fagottino alle mele in salsa di vaniglia

Fagottino alle mele in salsa di vaniglia

Scaldare un po’ di olio e di burro in una pentola. Tagliare a fettine sottili uno scalogno e un pezzetto di cipolla, aggiungere mezza carota e un gambo di sedano. Mettere la carne e farla ben “sigillare” da tutte le parti;  far rosolare bene, salare e pepare leggermente.Versare circa un bicchiere di vino bianco o spumante e il succo di un’arancia.

Ultimare la cottura; togliere l’arista e lasciarla raffreddare; tagliarla a fette sottili e deporla in un piatto da portata.
Filtrare in uno chinois il fondo di cottura schiacciando le verdure, far sobbollire a fuoco dolce, aggiungere una cucchiaiata di farina setacciata, cuocere per qualche minuto mescolando sempre finchè il sugo non si è un po’ addensato.
Filtrarlo ancora e aggiungere le bacche rosa. Versarlo sopra la carne e lasciare insaporire almeno un’ora prima di servire. Riscaldare due minuti nel microonde al momento di portare in tavola.Un’altra versione di questo piatto qui nel blog.

Frittelline di verdure in pastella
Tagliare a striscioline sottili patate, zucchine, porro, cipolla, gambi di sedano, carota; salare e pepare.
Preparare una pastella fluida con farina, acqua minerale gassata, un uovo, sale e pepe. Mettere le verdure nella pastella, mescolare delicatamente e friggere a cucchiaiate in olio ben caldo.
Far asciugare in carta assorbente e servire subito.

Sbucciare e tagliare le mele a dadi non troppo piccoli. Scaldare in padella una noce di burro, versare le mele, far insaporire due minuti, aggiungere del rhum e un pugno di uvetta sultanina.  Far evaporare e lasciar intiepidire; aggiungere due o tre biscotti sbriciolati, dei pinoli leggermente tostati, due cucchiai di marmellata di mirtilli e un pizzico di cannella in polvere. Mescolare delicatamente.
Tagliare a quadrati di circa 10-12 cm di lato la pasta frolla (ho usato quella già pronta).
Mettere al centro un cucchiaio abbondante di composto e richiudere a fagottino prendendo i quattro angoli con le dita bagnate di acqua.
Cuocere a 180° per circa 15-20 minuti.

Salsa alla vaniglia
Montare tre rossi d’uovo con un cucchiaio abbondante di zucchero per ognuno.
Far bollire 250 ml di panna liquida e 200 ml di latte intero con una stecca di vaniglia incisa.
Versarci a filo il composto di uova e zucchero e, mescolando, continuare a cuocere a fuoco dolcissimo senza farla rapprendere.
Filtrare in un colino. Per ogni commensale: versare la crema calda nel fondo di un piatto, appoggiare al centro il fagottino tenuto tiepido, guarnire con frutti di bosco e spolverizzare con zucchero a velo.

Corona di patate con funghi trifolati

Corona di patate con funghi trifolatiLessare in acqua salata cinque-sei patate di media grandezza intere e ben lavate.
Passarle con il passatutto dopo averle sbucciate; aggiungere dei formaggi tritati grossolanamente  come groviera,fontina (anche pezzetti di vario tipo), una mozzarella piccola e due fette di prosciutto cotto tagliati a pezzetti, un pugno di parmigiano grattugiato, due uova leggermente battute, un pizzico di noce moscata grattugiata e di pepe (facoltativo).
Amalgamare gli ingredienti e versare in uno stampo ad anello imburrato e cosparso di pane grattugiato.
Compattare bene l’impasto battendo  lo stampo sul tavolo delicatamente.
Cospargere sopra ancora con pane grattugiato ed infornare, in forno ventilato, a 180°;cuocere finchè non si è formata una crosticina dorata: ci vorrà circa mezz’ora.

Cuocere in padella dei funghi champignons tagliati a quarti, con aglio, olio d’oliva e, infine, prezzemolo tritato.
Capovolgere lo sformato in un piatto rotondo e riempire il foro con i funghi.

Al posto dei funghi si possono mettere anche dei piselli cotti in padella con olio e/o burro un po’ di cipolla e carota tritate finemente, un po’ di brodo, sale e un pizzico di pepe.

Ricetta audio di prova

Sto provando i files audio: potete ascoltare la ricetta paglia e fieno con funghi , in questo file audio … abbiate pazienza qualche secondo…

Pagina 1 di 212

XML Sitemap