Frittata al forno con zucchine

In rete esistono varie ricette di questo piatto leggero e buono.
Questa è la mia versione: 5 uova, quattro/cinque zucchine medie alle quali ho tolto i semi, una pochino di cipolla (se piace),  una robiola, 150/200 g di certosa, 150/200 g di prosciutto crudo o cotto, olio, sale, pepe,  prezzemolo tritato o liofilizzato, maggiorana e/o erba cipollina.

  • grattugiare le zucchine e la cipolla in una grattugia a fori grandi, scaldare in padella un cucchiaio di olio evo, aggiungere le zucchine, la cipolla, gli odori, sale, un pizzico di pepe.
    Mescolare rapidamente per 3/4 minuti per far asciugare le verdure
  • battere le uova e aggiungere le verdure, mescolare e versare in una teglia rettangolare da forno coperta da cartaforno; cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti; togliere dal forno e far raffreddare
  • mentre la frittata cuoce mescolare bene con una forchetta i formaggi insaporendoli con un pizzico di pepe e prezzemolo o erba cipollina
  • spalmare nella frittata il formaggio con una spatola e coprire di prosciutto (qui ho usato il cotto)
  • arrotolare delicatamente stringendola bene nella carta e porre in frigo per non meno di un’ora
  • affettare con un coltello bagnato di acqua e disporre nel piatto da portata; guarnire con prezzemolo


Questa è la versione fresca ed estiva, ottima per cena o insieme ad altri antipasti o buffet.
La versione calda prevede lo stesso procedimento solo che al posto dei formaggi freschi vanno fettine di formaggio come scamorza o altro a piacere

Salade chèvre chaud aux noix

Insalata con crostini di formaggio di capra e noci

Da qualche giorno ho in mente di farla nel ricordo delle tante volte che l’ho mangiata in Francia.
Ci si deve accontentare un po’… non la baguette francese, ma una “frusta” eugubina e del formaggio di capra non stagionato ed un morbido caprino.

  • lavare l’ insalata: in questo caso ho usato una busta pronta con indivia riccia, indivia scarola e radicchio rosso
  • preparare una vinagraitte con olio evo, un pizzico di sale, succo di limone aggiungendo un cucchiaio di senape con grani ed emulsionando il tutto in una ciotolina con una piccola frusta
  • tritare qualche fogliolina di timo e origano, aggiungere un pizzico di pepe nero
  • tagliare il formaggio di capra a fettine e cospargerlo con il trito; il caprino morbido l’ho amalgamato con le erbe
  • tagliare il pane a fettine alte circa un centimetro, farlo tostare leggermente in una griglia da fornello, mettere sopra ad ogni fetta una nocciolina di burro e il formaggio, passare per 2 minuti sotto al grill del forno
  • nel frattempo condire l’insalata con la vinagraitte in un piatto largo (da pizza) aggiungendo i gherigli di noce
  • disporre sopra i crostini caldi e servire subito

…  et voilà!

 Il risultato ed il sapore non erano proprio male!

 

Crostatine di pecorino con mostarda di pere

Anche questa è una ricetta trovata in un quaderno di appunti e risale ad un numero del settimanale Grazia del giugno 2008.

CROSTATINE
150 gr di farina bianca  e 60 gr di farina gialla finissima
100 gr di burro ammorbidito
un tuorlo d’uovo
un pizzico di sale
tre cucchiai di acqua fredda

Impastare tutti gli ingredienti. Formare una palla, avvolgerla in pellicola trasparente e mettere in frigo per un’ora.

Nel frattempo, preparare il ripieno con:
2 uova, 125 gr di mascarpone, 100 gr di pecorino non stagionato, sale e pepe.

Preparare la MOSTARDA di PERE:
tagliare a tocchetti due pere Williams non troppo mature, aggiungere 80 gr di zucchero, 2 dl di acqua fredda e un cucchiaio di senape gialla macinata.
Cuocere a fuoco dolce finchè le pere non risultino morbide. Togliere le pere e far addensare lo sciroppo aggiungere 4 gocce di essenza di senape.

Stendere la pasta delle crostatine in una sfoglia di circa 3 mm, foderare 4 stampi da crostata da 10 cm di diametro. Impastare gli avanzi di pasta, stendere e spolverizzare di farina gialla. Fare delle striscioline di circa 7 mm.
Porre il ripieno sulle crostatine, decorare con le striscioline e cuocere per 25 minuti in forno a 200°.

Servire accompagnate dai dadini di pera e dalla mostarda.

Menu del 15.02.2009

Menu del 15 febbraio 2009

Negli ultimi tempi mi ripeto un po’, ma con ospiti diversi si può proporre lo stesso piatto: in questo caso solo l’antipasto.

Antipasto:
Sformatino freddo di formaggi con lamelle di mandorle e miele di castagno
Sfogliatine con aromi
Capocollo umbro
Cotognata

Primo:
Cuori colorati con ripieno di prosciutto

Secondo:
Coniglio saporito con salsa di senape e panna con contorno di insalatina mista

Dessert
Dolci di Carnevale e frutta

Menu invernale

Antipasto con sformatino freddo di formaggi

Antipasto:

Sformatino freddo ai formaggi con lamelle di mandorle e miele di castagno
Lombetto di maiale
Sfogliatine natalizie

 

Nidi di tagliatelle ai funghiPrimo:

Nidi di tagliatelle
ai funghi e mozzarella

 

 

 

Controgirello di vitello Bouquetière, Cipolline in agrodolce, Arance condite, Patate arrosto agli aromi
Secondo:

Controgirello di vitello Bouquetière
Cipolline in agrodolce
Arance condite
Patate arrosto agli aromi

Teglia di formaggi

Tagliare del pane raffermo a fette e metterlo in una teglia larga da forno cercando di coprire tutto il fondo.

Battere leggermente un paio d’uova con un po’ di latte, un pizzico di sale e, volendo, di pepe.

Ricoprire il pane con fette di formaggi vari: mozzarella, emmenthal, fontina, parmigiano grattugiato

Versarvi sopra le uova battute e infornare in forno preriscaldato a 180° finchè non si sarà formata una bella crosticina dorata.

Ricordi: erano i tempi della preparazione all’esame di maturità o forse di quelli dell’Università, dello studio pazzo e disperato e, con una carissima amica con la quale studiavo, ogni tanto ci concedevamo un po’ di relax facendoci lasciare libera la cucina dalla mia mamma… chissà dove avevamo trovato questa ricetta!

Ottima anche per riciclare un po’ di pane avanzato e i formaggi. Forse insieme al latte ci sta bene un po’ di panna liquida fresca.

Striscioline di emmenthal con capperi

Striscioline di emmenthal con capperi

 

 

Tagliare a striscioline lunghe 5-6 cm e non troppo sottili l’emmenthal dolce.
Aggiungere dei capperi dissalati o sott’aceto ben scolati.
Condire con un filo d’olio d’oliva, prezzemolo tritato, un pizzico di pepe.

Lasciar insaporire prima di servire.

Da presentare in una ciotolina per aperitivo o insieme ad altri antipasti.

Bignés al formaggio

Ingredienti:
250 cc di acqua, 150 gr di farina, 100 gr di burro, 4 uova, 200 gr di emmenthal, un pizzico di sale.

Mettere a bollire l’acqua con il sale e il burro. Quando bolle e il burro si è sciolto, versare la farina tutta insieme nell’acqua e girare con un mestolo di legno finchè non si sia tutta amalgamata e il tutto diventi una palla. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

Aggiungere un uovo alla volta mescolando molto bene  fino a riformare una palla compatta (eventualmente usare il robot).

Incorporare il formaggio tagliato a dadini.

Su una teglia da forno, con carta da forno, mettere  l’impasto a cucchiaini e ben distanziati.

Mettere in forno preriscaldato a 180° per una trentina di minuti, finchè i bignés non siano ben gonfi e dorati.

Lasciar raffreddare in forno… ovviamente spento!

I formaggi DOP

www.formaggitaliani.it

I formaggi DOP

Ho appena sentito in TV una notizia sul formaggio “ragusano” che non conosco: mi sono incuriosita sui Formaggi Italiani DOP ed ecco qui qualche link … mt
www.formaggitaliani.it
www.formaggitaliani.it/formaggidop/elenco

Tipo di formaggio dop:
Provincia di produzione:
Asiago
Padova, Trento, Treviso, Vicenza.
Bitto
Bergamo, Sondrio.
Bra
Cuneo, Torino.
Caciocavallo Silano
Crotone, Catanzaro, Cosenza, Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Isernia, Campobasso, Bari, Taranto, Brindisi, Matera, Potenza.
Canestrato Pugliese
Foggia.
Casciotta d’Urbino
Pesaro.
Castelmagno
Cuneo.
Fiore Sardo
Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari.
Fontina
Aosta.
Formai de Mut
Bergamo.
Gorgonzola
Cuneo, Novara, Vercelli, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lodi, Milano, Pavia.
Grana Padano
Lodi, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Mantova, Milano, Pavia, Sondrio, Varese, Alessandria, Asti, Cuneo, Novara, Torino, Vercelli, Trento, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza, Bologna, Ferrara, Forlì, Piacenza, Ravenna.
Montasio
Udine, Pordenone, Gorizia, Trieste, Belluno, Treviso, Padova, Venezia.
Monte Veronese
Verona.
Mozzarella di Bufala Campana
Caserta, Salerno, Frosinone, Latina, Napoli, Benevento, Roma.
Murazzano
Cuneo.
Parmigiano Reggiano
Modena, Parma, Reggio Emilia, Mantova, Bologna.
Pecorino Romano
Roma, Grosseto, Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari.
Pecorino Sardo
Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari.
Pecorino Siciliano
Catania, Enna, Trapani, Caltanissetta, Palermo, Ragusa, Siracusa, Messina, Agrigento.
Pecorino Toscano
Arezzo, Pisa, Massa Carrara, Livorno, Grosseto, Firenze, Prato, Lucca, Pistoia, Siena.
Provolone Valpadana
Brescia, Cremona, Padova,Piacenza, Rovigo, Verona, Vicenza, Bergamo, Mantova, Milano, Trento.
Quartirolo Lombardo
Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lodi, Milano, Pavia, Varese.
Ragusano
Ragusa, Siracusa.
Raschera
Cuneo.
Robiola di Roccaverano
Alessandria, Asti.
Taleggio
Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lodi, Milano, Pavia, Treviso, Novara.
Toma Piemontese
Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Vercelli.
Valle d’Aosta Fromadzo
Aosta.
Valtellina casera
Sondrio.

…. non può mancare anche un link alle ricette con i formaggi  Le ricette di formaggitaliani.it

Pagina 1 di 11

XML Sitemap