Le schiacciate

Umbria e Toscana si incontrano!!

Salvia e cipolla - Uva, rosmarino e anice

Salvia e cipolla – Uva, rosmarino e anice

 

Frisella con zuppa di cipolle e tuorlo fritto

Per due friselle

Tuorli fritti
Separare due tuorli dall’albume e versarli in due ciotoline con il fondo pieno di pangrattato, coprire con altro pangrattato e mettere in freezer. (In rete ci sono molte informazioni; questa cosa dell’uovo fritto mi stuzzica da quando l’ho mangiato il giorno di Ferragosto alla Locanda del Capitano di Giancarlo Polito)

Zuppa di cipolle: scaldare un po’ di burro ed olio in pentola a pressione per fare prima e anche per rendere le cipolle più morbide, rosolare una cipolla grande dorata tagliata a fettine sottili, aggiungere un pizzico di farina e mescolare finché si sente che il fondo quasi attacca; salare e coprire d’acqua; chiudere la pentola e cuocere per 10 minuti circa.

Versare parte del liquido delle cipolle sulle friselle e, se fossero troppo dure, aggiungere un po’ di acqua o brodo, coprire con le cipolle e poi emmentaler svizzero o groviera a julienne.
Mettere in forno ben caldo per qualche minuto. Togliere dal forno e mettere un pizzico di pepe nero.

Friggere delicatamente i tuorli, scolarli dall’olio e disporne ciascuno sulle friselle appena tolte dal forno.

Servire subito. Questa combinazione come sarà? Tra un’oretta ve lo dico! Spero che questo miscuglio di idee possa dar piacere al palato!

AGGIORNAMENTO dopo la cena: buona la combinazione di sapori, ma la frisella non era delle migliori; dovrò imparare a farle o trovare una buona marca qui!
Le foto e l’impiattamento fanno pena, ma la soddisfazione maggiore è stato l’uovo fritto che mi è venuto bene!

Frisella con zuppa di cipolle e tuorlo fritto

Frisella con zuppa di cipolle e tuorlo fritto

 

Insalata di polpettine con cipolle e maionese

 

Preparare delle polpette molto piccole con carne macinata, uova, sale e pepe; volendo si potrebbe aggiungere un po’ di pangrattato ed aglio, ma qui non c’erano; friggerle in olio caldo e lasciarle asciugare bene.
Affettare a fettine sottili la cipolla bianca e cuocere in acqua calda ed aceto (proporzione 1 a 1/2) e sale; lasciar scolare.
Mescolare le polpetine e la cipolla con qualche cucchiaio di maionese oppure con yogurt bianco mescolato a poca maionese.
Decorare con sottaceti. Mettere in frigo.

Polpettine con cipolle e maionese

Ottima insalata che abbiamo mangiato oggi. Grazie a chi ce l’ha preparata!

Polpettine con cipolle e maionese (ricetta rumena)

Salsa ai peperoni (simil Zacuscă)

Salsa ai peperoni (simil Zacuscă)

Questa salsa nasce dalla lettura di una ricetta rumena (Zacuscă di peperoni, melanzane e cipolle – ricetta rumena) con le mie varianti.

Ho usato:
un peperone rosso e uno giallo
una cipolla bianca di Trevi
mezza carota grattugiata di Trevi
passata di pomodoro
circa 150 ml di olio d’oliva
una foglia di alloro
sale, peperoncino in polvere
3/4 foglie di basilico, un ciuffettino di prezzemolo
Ho cotto i peperoni in forno e li ho spellati. Ho tritato la cipolla e ammorbidita in padella nell’olio caldo, poi ho aggiunto la carota, ho fatto insaporire insieme ed, infine,  la passata di pomodoro, l’alloro, il peperoncino, il sale, il basilico e il prezzemolo; ho fatto cuocere per circa 10 minuti; nel frattempo ho frullato in modo grossolano i peperoni, ho frullato la salsa senza l’alloro che ho rimesso dopo ed aggiunto i peperoni. Ho mescolato il tutto e fatto cuocere a fuoco lento circa un’ora aggiungendo, al bisogno, un  pochino di acqua calda. L’ho versata calda in barattoli di vetro sterilizzati, lasciata raffreddare e messa in frigo. Non ho invasato per la lunga conservazione perché ho paura del botulino.
Si può usare su fettine o bruschette di pane o ci si può condire la pasta.

In foto è spalmata sul pane di Chiaserna ed accompagnata dalla caponatina (senza peperoni)

Caponatina siciliana

caponatina sicilianaRicetta da qui: Caponatina siciliana.
Mie varianti:
ho messo olive nere e non verdi,
un peperone rosso ed uno giallo,
cipollotti sia bianchi che rossi,
pomodori freschi maturi e un barattolo di polpa.

Plumcake salato con verdure

Plumcake salato con verdure

Ingredienti
 

  • 250 g di farina bianca 00
  • 3  uova
  • 20 ml di olio e.v.o.
  • due cucchiai abbondanti di yogurt bianco
  • un pezzetto di cipolla tritata finemente
  • 2 zucchine tagliate a cubetti piccoli
  • una carota tagliata a cubetti piccoli
  • due cucchiai di formaggio cremoso
  • erba cipollina e prezzemolo tritati
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • sale q.b.
Preparazione
Far insaporire in una padella per pochi minuti con poco olio ed un pizzico di sale le verdure (cipolla, zucchine, carote).
Mettere in una ciotola capiente le uova, lo yogurt, il formaggio, due-tre pizzichi di sale e sbattere con una frusta elettrica.
Aggiungere la farina setacciata sempre aiutandovi con la frusta elettrica.
Unire le verdure, l’erba cipollina e il prezzemolo e amalgamare al composto.
Infine unire il lievito e mescolare bene l’impasto con una spatola o un cucchiaio di legno.
 
Ricoprire di carta forno bagnata e strizzata uno stampo da plumcake e versare dentro l’impasto.
Infornare il plumcake in forno preriscaldato a 175° per circa 35 minuti.
Fare intiepidire il plumcake e toglierlo dallo stampo. Tagliare a fette.
 

Cake affumicato con groviera e piselli

  • 250 gr di farina
  • 4 uova piccole
  • 2 dl di yogurt bianco
  • 80 gr di groviera
  • 100 gr di pancetta affumicata
  • una cipolla rossa di Tropea
  • 80 gr di piselli surgelati
  • aceto balsamico
  • una bustina di lievito per torte salate
  • olio, sale affumicato, pepe

Soffriggere la cipolla in un cucchiaio di olio finchè diventa trasparente, condire con un cucchiaio di aceto balsamico e sale affumicato; tagliare la pancetta a dadini e rosolare senza grassi in una padellina, far asciugare poi in carta assorbente.
Con la frusta a mano battere le uova con un po’ di olio e yogurt, sale e pepe, incorporare la farina e il lievito, aggiungere le verdure, la pancetta e la groviera grattugiata. Coprire di carta forno uno stampo da plumcake e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 40 minuti.
Servire con insalata di radicchi.

Ricetta di Donna Moderna di marzo 2011

Le mie varianti: ho aggiunto anche due cucchiai di parmigiano grattugiato e dei dadini di zucchina che ho cotto velocemente con la cipolla, non ho usato la pancetta affumicata nè il sale affumicato perchè non li avevo.

Questo il cake di oggi:Cake affumicato con groviera e piselli

 

Tortilla española

Stasera Tortilla española secondo la ricetta tipica… più o meno così …

Ottima comunque … nell’onda del ricordo di una Spagna visitata tanti anni fa.

E il vuelta-tortilla lo abbiamo?

Ingredienti: uova, patate, cipolle, olio evo, sale

In una padella scaldare 5/6 cucchiai di olio, tagliare a metà e poi a fettine sottili due patate medie e una cipolla grande. Versare le patate nell’olio caldo e cuocere per una decina di minuti facendo attenzione che non brucino, aggiungere la cipolla, salare, mescolare e continuare a cuocere ancora per circa dieci minuti a fuoco basso. Nel frattempo battere le uova (4),  salarle leggermente ed aggiungere le verdure tolte dalla padella con un mestolo forato e sgocciolate dall’olio.
Mescolare delicatamente e versare il tutto nella padella dove è rimasto l’olio di cottura, muovere delicatamente, cuocere da una parte e rovesciare la frittata aiutandosi con un coperchio ben spennellato di olio. Far cuocere ancora muovendo ogni tanto la padella e servire.

Questo metodo va bene per qualsiasi frittata con verdure e non solo.

Maria Teresa e Sergio
cena di stasera

Patate e cipolle

Serata un po’ triste e pensierosa… per fortuna che qualche buon sapore invernale ti fa smettere di pensare.

Pelare le patate e scottarle per un decina di minuti in acqua salata.cipolla
Allo stesso modo scottare una cipolla ben pulita e lavata. Tagliarla a fette sottili. Scolare e tagliare a pezzetti le patate. Mettere in una teglia da forno larga insieme agli anelli di cipolla.
Condire con olio, sale, pepe, aglio, rametti di rosmarino, salvia e prezzemolo.
Cuocere in forno a 180° per una mezz’ora finchè il tutto sarà ben dorato.
Nel frattempo, far cuocere in acqua bollente, per alcuni minuti,  delle salsicce per farle sgrassare.
Scolarle e metterle in forno in un contenitore piccolo con un pochino di acqua sul fondo mentre cuociono le patate.

Verso la fine della cottura, aggiungere le  salsicce alla teglia di patate e cipolla e far rosolare insieme per qualche  minuto.

Involtini di arista con verdure al forno

Per due persone:
Preparare 4 involtini come scritto qui: involtini di arista.
Cuocere nella pentola a pressione 3  patate tagliate a tocchi grandi e in modo che rimangano ben toste.
Tagliare a fette una cipolla bianca, metterla sotto sale per una mezz’ora con delle rondelle di zucchina.

Scolare le patate e l’acqua che si è formata dalle altre verdure;  disporre su una teglia da forno, condire con olio extravergine d’oliva, poco sale, un pizzico di pepe, rametti di rosmarino, due tre foglie di salvia.
Adagiare negli spazi  intermedi gli involtini e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

Nella prima fase della cottura tenere il tutto coperto con un  foglio di carta di alluminio affinchè le verdure  diventino morbide.

Completare facendo formare una crosticina dorata.

Cena del 12 ottobre 2009

Appunti sparsi: pomodori al prezzemolo e peperoni con cipolla

Perchè appunti sparsi?
Ricordi di cucina e non solo di quest’agosto bollente…

… certo il forno acceso non gradisce, ma per queste verdure veloci da preparare, però gustose nella loro semplicità,  si può … tenendo conto che si possono conservare anche un paio di giorni in frigo e sono buone soprattutto fredde (ovviamente non gelate!!).

POMODORI CON PREZZEMOLO e AGLIO
Tagliare a metà, in orizzontale, dei pomodori rossi maturi, ma ben tosti. Togliere i semi avendo l’accortezza di non far perdere troppo succo, salarli all’interno e cospargere con un trito grossolano di prezzemolo e aglio.Volendo, pepare moderatamente.

Metterli allineati e vicini in una teglia da forno leggermente unta di olio evo. Passare un filo di olio sopra ad ogni mezzo pomodoro e infornare a 170°-180°.
Cuocere finchè non diventano morbidi e leggermente “arrostiti”. In genere bastano una ventina di minuti.

PEPERONI CON CIPOLLA
Pulire due peperoni gialli e tagliarli a strisce non molto sottili.
Affettare una cipolla bianca. Mettere le due verdure in una teglia da forno, con un paio di spicchi d’aglio a pezzi. Condire con olio evo, salare.
Mescolare per amalgamare il condimento.
Infornare e cuocere a 170°-180° finchè non i peperoni non risultano morbidi.

Se ci si accorge che non cuociono bene, ma tendono a bruciarsi, aggiungere un pochino di acqua e ricoprire con un foglio di carta d’alluminio da togliere alcuni minuti prima del termine della cottura.

Le due verdure possono essere cotte in forno contemporaneamente anche se non si dispone di un forno ventilato: comunque fare attenzione ai pomodori che hanno un tempo di cottura, in genere, minore dei peperoni.

Si risparmia, in tempo, energia elettrica e … si soffre meno caldo!

Fritto misto di verdure

Fritto misto di verdure

Non si può mangiare tutti i giorni, ma una volta al mille sì!


Verdure miste
: melanzane a fette, fiori di zucca, tronchetti di zucchine, cipolle ad anelli, il tutto in una semplice pastella di farina ed acqua moltooooo gasata  e moltooooo fredda!

fritto misto di verdure

Salsa alla cipolla

In un vasetto al supermercato ho letto gli ingredienti ed ho provato così:
lessare due cipolle in brodo di carne, scolarle, frullarle insieme ad un pochino di pane grattugiato e un pizzico di prezzemolo. Amalgamare poi la salsa con olio di oliva e aceto balsamico; aggiustare, eventualmente, di sale.

L’esperimento è riuscito: la salsa è molto delicata e ottima con le carni bollite oppure per accompagnare un formaggio saporito come il pecorino.

La zuppa di cipolle

Per Ferny che ha richiesto la ricetta della zuppa di cipolle:

zuppa di cipolle 1 da “La cucina della felicità“,  zuppa di cipolle 2 , zuppa di cipolle 3 , zuppa di cipolle 4

Buona settimana a tutti!

La cipolla surgelata

Quante volte avete aperto una bella cipolla per prenderne un pezzetto e poi, non usandola più per qualche giorno, l’avete dovuta buttare?

Io ho risolto così: lavo bene la cipolla, dopo averla sbucciata, la taglio a spicchi più o meno grandi, faccio asciugare un po’ in un colino, metto i pezzi in una vaschetta da congelatore, meglio se di plastica con il coperchio … per riciclare vanno benissimo le vaschette dei gelati ben lavate, o della ricotta o altri contenitori simili …, chiudo il contenitore in una bustina da congelatore per evitare il diffondersi dell’odore di cipolla, surgelo e, quando ne ho bisogno, ne prendo la quantità desiderata. Se si usano solo bustine da congelatore, meglio usarne due, una dentro l’ altra. Se ne può preparare anche una piccola scorta.

Non va scongelata, anzi, se si deve tritarla finemente, così indurita dal freddo, si taglia benissimo … non solo … niente lacrime!

Pagina 1 di 212

XML Sitemap