Ciambella con fornetto Versilia

ciambella con versilia

Ieri ho fatto una nuova prova con il fornetto Versilia e finalmente la ciambella è venuta bene! Grazie ai vari consigli del gruppo FB – Il Forno sul Fornello e vedendo lì vari esperimenti, ho inserito nel Versilia da 28 cm un’altra teglia con buco, leggermente più piccola che è rimasta sospesa dal fondo del fornetto. Poiché l’impasto era da tre uova è rimasta più vicina al coperchio che emana calore e si è colorita anche sopra a differenza delle altre volte in cui era ben cotta ma sbiadita sopra.

Questa la ricetta:
3 uova – 350 g di farina – 250 g di zucchero – circa 80 g di burro –  un bicchiere di latte fresco intero – buccia grattugiata di mezzo limone – una bustina di lievito per dolci – un cucchiaio di cacao amaro.

Ho frullato nel Bimby prima le uova e il latte, poi aggiunto il burro ed infine gli altri ingredienti escluso il cacao. Ho versato il tutto tranne una piccola parte di impasto alla quale ho aggiunto il cacao, nella teglia imburrata che ho inserito nel Versilia. Infine sopra ho messo in modo casuale le cucchiaiate “nere”.

Cottura: circa 6-7 minuti in fornello medio a fuoco alto, altri 40 minuti in fornello piccolo basso e verso la fine alto. Chiusura dei buchi gli ultimi 10 minuti con pezzetti arrotolati di carta stagnola.

Bocconcini di pollo

Tagliare a tocchetti il petto di pollo, mettere in un piatto a marinare  una mezz’ora circa o anche più con succo di limone, un pizzico di sale e uno di pepe.
Far ammorbidire in una padella con olio evo un bel trito di cipolla fresca di Tropea o cipollotto bianco con un pizzico di sale. Infarinare velocemente i pezzetti di carne lasciando anche il sughetto della marinatura.
Gettare in padella a fuoco vivo e far rosolare facendo attenzione a non sbruciacchiare. Sfumare con poco vino bianco.
Versare il contenuto di un vasetto di verdure per condimento da insalata di riso o sottaceti misti … ne avevo uno in frigo da smaltire …
Prima, comunque, scolo le verdure dal vasetto e le passo sotto l’acqua corrente.
Completare la cottura per pochi minuti aggiungendo infine alcune foglie di basilico spezzettate con le mani e un filo di aceto balsamico.
Servire tiepido o anche freddo (non di frigorifero!!)

bocconcini di pollo

Pomodori con fornetto Versilia

Nuovo esperimento con il fornetto Versilia.
Grazie ai vari consigli del gruppo FB – Il Forno sul Fornello e leggendo lì una ricetta di pomodori ripieni li ho preparati con qualche piccola variante.

pomodori ripieni

Ho rivestito internamente il fornetto con carta da forno leggermente umida e cotto i pomodori a fuoco medio per circa mezz’ora.

Ricetta pomodori:
6 pomodori oblunghi maturi tagliati a metà nel senso della lunghezza, svuotati dai semi, leggermente salati e lasciati scolare durante la preparazione del ripieno.
Cuocere delicatamente in una padella con poco olio evo un pezzetto di cipollotto di Tropea ben tritato e leggermente salato, aggiungere tre-quattro cucchiai di pane grattugiato e far rosolare due minuti.
Togliere dal fornello aggiungere dadini formaggio (io ho usato il galbanino), aggiustare di sale, aggiungere un pizzico di pepe e un trito di odori: basilico, prezzemolo, maggiorana.
Riempire i pomodori, appoggiare nel fornetto e  irrorare con un filo di olio.
Cuocere a fuoco medio medio per circa mezz’ora.

Ho servito con delle polpettine di carne che ho dorato per due minuti a parte con poco olio in una padella e inserito a metà cottura dei pomodori nel Versilia.

Pane ed altro

Per il compleanno di una carissima bimba, ho preparato pane, polpettine di carne e di zucchine, verdure estive al forno.

pane,polpette,verdure

Ho fatto il pane secondo l’ottima ricetta di Paoletta I panini tipo Mc Donald’s, con la dose raddoppiata. Con la maggior parte dell’impasto (circa 2/3) ho fatto la rosa di panini e con il resto dei piccoli panini impastandoci noci e semi di zucca tritati, semini di papavero e di sesamo.

Le polpette di carne sono le classiche con carne macinata di vitello e un pochino di magro di maiale, parmigiano grattugiatoprezzemolo tritato, uovo, poco pane grattugiato, un pochino di latte, sale e pepe mentre quelle di zucchine si trovano qui nel blog.

La ricetta delle verdure sempre ottime è sempre qui nel blog.

Un buon pranzo a Loro Ciuffenna!

Pranzo a base di pesce, al ristorante LA TORRE!
Ottimo!!
 — con Sergio Tardetti a Loro Ciuffenna.

la scelta del menu ...

Polpo alla griglia con insalata di fragole e burrata di Andria
Zuppetta di calamari con fagioli “zolfino”

ristorante LATORRE
… e qui abbiamo scoperto il fagiolo zolfino e poi saremmo tornati a casa con mezzo chilo di fagioli …

Loro Ciuffenna 2014

 

Scuola di cucina con una piccola amica

Oggi scuola di cucina con una piccola amica: abbiamo fatto i panini con i semini, le camille ed ora stiamo preparando i sofficini fatti in casa!!
Prima abbiamo preparato l’impasto per il pane e, mentre lievitava, le camille. Durante la cottura delle camille ci siamo messe a preparare i sofficini.

 

Seconda giornata di “lavoro in cucina”!!


DSCN2442rit

DSCN2444rit

insieme ad una bambina che vuole imparare a cucinare
http://aniceecannella.blogspot.it/2009/11/per-favore-non-chiamateli-gocciole.html e http://aniceecannella.blogspot.it/2008/06/i-panini-tipo-mc-donalds.html
grazie!!

DUE LUGLIO

Due Luglio
Pubblicato il mercoledì, 9 luglio 2014 da biblos

Il due Luglio 2013 io e Teresa avremmo dovuto festeggiare i nostri venticinque anni di vita insieme. Le vicissitudini familiari che stavamo attraversando ci impedirono qualsiasi forma di festeggiamento, ben altri erano i problemi a cui fare fronte.
Per l’occasione, avevo regalato a mia moglie questi pochi versi, che mi piace riproporre e condividere per il nostro ventiseiesimo anniversario. Grazie agli amici che avranno la bontà di leggerli, ma grazie soprattutto a Teresa che li ha saputi tirare fuori dal ripostiglio dei miei più nascosti segreti.

DUE LUGLIO

Mi chiese se volevo rispettarti
Amarti, perdonarti, preoccuparmi,
Per quanti anni ci fossero concessi

“Sì”, fu la mia risposta, troppo breve
E con quel tono un po’ di circostanza
Ma c’era il luogo e l’ora che incombeva

E quella folla in fibrillante attesa
Pronta a sciogliersi in lacrime e in abbracci
E a chiedere insistente un nostro bacio

Suggello di un’impresa troppo audace
Che prendeva l’abbrivio in quell’istante
Per arrestarsi al termine del Tempo

Avrei voluto dire altre parole
Oltre quel sì, ma forte l’emozione
Mi stringeva la gola e tratteneva

I pensieri già pronti a traboccare.
E poi quel luogo che non ci consente
Altre risposte o ammette altre domande

“Sì”, fu la tua risposta, lo ricordo
Come se fosse adesso, scandita
In mezzo al mormorio di quella gente

Ferma, decisa, un gesto di coraggio
Come ne occorre a volte nella vita
Per andare oltre l’uno ed oltre il due

Poi mi chiese di prendere l’anello
E mettertelo al dito, risplendeva
Sotto la luce di un fervente luglio

Fu in quell’istante che si fermò il tempo
A separare passato e presente
L’uno non era più, l’altro c’è ancora

E ogni giorno quel giorno si rinnova

2 luglio 1988

Relax

una pausa esami ci ha permesso 24 ore di relax… già finite purtroppo…
grazie Enrico, la cena di ieri sera era buonissima!
qui: Agriturismo COLLE del SOLE – Gubbio

aperitivo

aperitivo