- MaTeBi - http://www.matebi.it -

Crostatine di pecorino con mostarda di pere

Anche questa è una ricetta trovata in un quaderno di appunti e risale ad un numero del settimanale Grazia del giugno 2008.

CROSTATINE
150 gr di farina bianca  e 60 gr di farina gialla finissima
100 gr di burro ammorbidito
un tuorlo d’uovo
un pizzico di sale
tre cucchiai di acqua fredda

Impastare tutti gli ingredienti. Formare una palla, avvolgerla in pellicola trasparente e mettere in frigo per un’ora.

Nel frattempo, preparare il ripieno con:
2 uova, 125 gr di mascarpone, 100 gr di pecorino non stagionato, sale e pepe.

Preparare la MOSTARDA di PERE:
tagliare a tocchetti due pere Williams non troppo mature, aggiungere 80 gr di zucchero, 2 dl di acqua fredda e un cucchiaio di senape gialla macinata.
Cuocere a fuoco dolce finchè le pere non risultino morbide. Togliere le pere e far addensare lo sciroppo aggiungere 4 gocce di essenza di senape.

Stendere la pasta delle crostatine in una sfoglia di circa 3 mm, foderare 4 stampi da crostata da 10 cm di diametro. Impastare gli avanzi di pasta, stendere e spolverizzare di farina gialla. Fare delle striscioline di circa 7 mm.
Porre il ripieno sulle crostatine, decorare con le striscioline e cuocere per 25 minuti in forno a 200°.

Servire accompagnate dai dadini di pera e dalla mostarda.

Commenti Facebook

This post has already been read 12830 times!

3 Comments (Open | Close)

3 Comments To "Crostatine di pecorino con mostarda di pere"

#1 Pingback By Pasta Pronta On martedì, 30 Novembre 2010 @ 11:22

[…] Crostatine di pecorino con mostarda di pere : MaTeBi 1 rotolo di pasta brisé (pronta) 1 rotolo di pasta sfoglia (pronta gr di pancetta tagliata . sabato, 10 aprile Conchiglioni ripieni (0) L'altra sera, a casa di amici, abbiamo mangiato degli ottimi conchiglioni ripieni . […]

#2 Comment By Barbara On martedì, 30 Novembre 2010 @ 14:26

Me le ricordo le ricette di Grazia, sempre ottime! Grazie per averla riproposta!

#3 Comment By mtb On martedì, 30 Novembre 2010 @ 14:38

Queste ultime due ricette erano in un numero di Grazia del giugno 2008, ricopiate dalla rivista in un quadernino perchè mi erano sembrate interessanti.
Grazie Barbara per essere passata da qui.
mt