- MaTeBi - http://www.matebi.it -

L’infinito

"Potete spiegarmi il concetto di infinito nella matematica contemporanea?"

Qui qualche risposta: http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=2541 [1]

Commenti Facebook

This post has already been read 10616 times!

4 Comments (Open | Close)

4 Comments To "L’infinito"

#1 Comment By fatima On domenica, 24 Settembre 2006 @ 13:48

Fatima

#2 Comment By sebastiano3555 On venerdì, 29 Settembre 2006 @ 16:31

Il tema dell’infinito come spiegato in matematica e da te trattato e’ molto interessante.

Oggi nel mio blog ho esposto una mia idea sul caso Milingo e gradirei tanto che tu trovassi il tempo di leggerlo e darmi il tuo parere. Grazie.

#3 Comment By utente anonimo On giovedì, 5 Ottobre 2006 @ 15:09

Buongiorno. Per favore può spiegarmi come si determina 1fascio proprio e improprio? Grazie by un’alunna

#4 Comment By Mareprofondo On martedì, 24 Ottobre 2006 @ 13:55

La domandina sul fasco di rette forse è una birichinata maliziosa, ma rispondo io lo stesso, anche si tratta solo di un problema di definizioni.

Nel piano cartesiano una retta ha equazione y=mx+q, dove m è il coefficente angolare, cioè indica la pendenza della retta rispetto all’asse x, mentre q è il valore dell’intercetta della retta sull’asse y.

Un fascio di rette proprio è l’insieme di tutte le rette che passano per un dato punto, diciamo di coordinate (x1, y1), per cui l’equazione di un fascoio di rette proprio ha equazione y-y1=m(x-x1)

ove m è un numero reale qualsiasi.

Un fascio di rette improprio è l’insieme delle rette parallele ad una retta data.

Se essa ha coefficente angolare m1, l’equazione del fascio è y=m1x+q, ove q è un numero reale qualsiasi.

Ora, in un piano ci sono per definizione infiniti punti e anche infinite rette, pertanto possiamo dire che esistono infiniti fasci propri di rette e infiniti impropri.

Bella la matematica, bella, misconosciuta e tutto sommato…”inutile”.