Tris di verdure: melanzane, zucchine, peperoni

melanzane, zucchine, peperoni

Affettare le melanzane, tagliare le zucchine a rondelle; mettere le verdure sotto sale, separatamente, per almeno un’ora.

Tagliare a striscioline i peperoni ed affettare sottilmente una cipolla bianca.

Melanzane: grigliarle velocemente dopo averle ben scolate e asciugate. Disporle in una terrina dove si è preparato il condimento con olio extravergine di oliva, aceto balsamico, foglioline di timo e di rosmarino, uno spicchio di aglio e un peperoncino.
Sono una variante della ricetta Melanzane grigliate.

Zucchine: scaldare in una larga padella dell’olio d’oliva e cuocere velocemente le zucchine, girandole spesso e delicatamente. Verso la fine aggiungere delle foglioline di mentuccia romana e un pizzico di pepe.
Intanto far bollire circa un decilitro di acqua e un decilitro di aceto con uno spicchio di aglio. Versare nelle zucchine e far evaporare pochissimo.

Peperoni: in agrodolce, insieme alla cipolla preparata prima.

Garganelli alle verdure estive

garganelli alle verdure estive In una padella larga, mettere un pezzetto di cipolla tritata finemente con un pochino di acqua e un pizzico di sale; far ammorbidire la cipolla e aggiungere dell’olio extravergine d’oliva, farlo scaldare leggermente e aggiungere mezza salsiccia sbriciolata e un peperoncino.
Far saltare velocemente dei dadini di melanzane e zucchine, tenute sotto sale per almeno un quarto d’ora e poi scolate e asciugate, insieme a dei dadini di peperone.
Muovere sempre la padella in modo da non far bruciacchiare le verdure; infine aggiungere qualche dadino di pomodoro fresco e un trito di basilico.
Spegnere il fornello.

Mentre si prepara il condimento, cuocere i garganelli in acqua salata; versarli, poi, nella padella con le verdure: far saltare a fuoco vivo un minuto, mescolando delicatamente.

Buon appetito … erano ottimi …

Borghi più belli in Umbria

Perugia, 22 giugno ’06

I Borghi Più Belli d’Italia dell’Umbria hanno raggiunto il ragguardevole numero di 12.
Nelle ultime settimane il Comitato Scientifico ha visitato tre centri della regione per verificarne le caratteristiche e per valutarne la rispondenza alla Carta di Qualità del Club.
San Gemini in provincia di Terni, Bettona e Spello in provincia di Perugia sono stati ammessi al Club facendo diventare l’Umbria con i suoi 12 comuni, insieme alla Toscana e all’Abruzzo, una delle regioni maggiormente rappresentate.

fonte : www.provincia.perugia.it

riferimenti: I borghi più belli d’Italia

Questa è una notizia molto bella per il mio paese!!!

Bettona: la porta sulle mura

SOLUZIONI della prova scritta di matematica

Ci siamo, oggi è il gran giorno: la prova scritta di matematica dell’anno scolastico 2005-2006.

Stiamo risolvendo i problemi ed i quesiti in tempo reale, ogni volta che completiamo una prova la mettiamo online in questa pagina.

Collegati spesso per ricevere passo dopo passo tutti i file relativi alle SOLUZIONI della prova scritta di matematica.

da http://www.zanichelli.it/materiali/provamatematica/

Esami 2006: seconda prova

A.S. 2005/2006 – SECONDA PROVA – LICEI CLASSICO E SCIENTIFICO, MAGISTRALE

da     www.istruzione.it/argomenti/esamedistato/prove/2006 

Le stelle e l’astrofisica per tutti

Il libro-intervista della scienziata scritto con una studentessa 17enne
Un testo divulgativo tra vita quotidiana e misteri dell’Universo

Le stelle e l’astrofisica per tutti
la Hack si racconta alla giovane Eda
di FEDERICA FORTE

"Eda e Margherita passeggiano lungo la costa. Eda guarda il mare: "È affascinante, immutabile", dice. Margherita, però, le indica la luna e comincia a spiegarle l’effetto della marea, la gravitazione, le teorie e le osservazioni che hanno cambiato la conoscenza e la percezione del mondo. In un libro-racconto (di prossima pubblicazione per la Sperling e Kupfler) che è un percorso dalle situazioni quotidiane, dall’esperienza tangibile di tutti i giorni al mistero profondo della materia, della fisica e delle sue leggi.

» continua a leggere
da www.repubblica.it

Avviso per gli alunni di quinta

I Dirigenti scolastici disporranno, altresì, perché i candidati siano avvertiti tempestivamente che è assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, portare a scuola telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini), nonché dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere, e che nei confronti di coloro che fossero sorpresi ad utilizzarli è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, la esclusione da tutte le prove.
Tale divieto è inoltre esteso ad apparecchiature elettroniche portatili di tipo “palmari” o a personal computer portatili di qualsiasi tipo, in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite collegamenti “wireless”, comunemente diffusi nelle scuole, o alla normale rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS o GSM o BLUETOOTH.
Presidenti e commissari, dal canto loro, avranno il compito di vigilare sul rispetto del summenzionato divieto, al fine di evitare il verificarsi di episodi incresciosi che, oltre a turbare il sereno svolgimento delle prove scritte, risulterebbero gravemente penalizzanti per gli stessi candidati.
Analoga cura sarà altresì rivolta alla vigilanza sulle apparecchiature elettronico-telematiche in dotazione alle scuole, al fine di evitare che durante lo svolgimento delle prove scritte se ne faccia un uso improprio con collegamenti all’esterno.
Dovrà essere pertanto disattivato qualunque collegamento delle scuole con la rete INTERNET e dovranno essere resi inaccessibili, nel corso delle prove scritte, aule e laboratori di informatica, nonché qualunque tipo di personal computer collegato o collegabile alla rete.
Inoltre, al fine di garantire il corretto svolgimento delle prove scritte, la Struttura Informatica del Ministero vigilerà, in collaborazione con la Polizia delle Comunicazioni, per prevenire l’utilizzo irregolare della rete INTERNET da parte di qualunque soggetto e l’uso delle connessioni di telefonia fissa e mobile.

da www.istruzione.it/normativa/2006/prot164_06.shtml

Orata al forno con pomodori e funghetti al profumo di timo

la cena di stasera

Orata
L’orata è stata tenuta un’oretta sotto limone, dopo essere stata pulita, poi riempita con una farcia di pane grattugiato, olio, timo, prezzemolo e qualche fettina di aglio.
Cottura in forno ben caldo, appoggiata ad una griglia.
I pomodori rossi divisi a metà e le cappelle dei funghi, prima salati e lasciati capovolti per una mezz’ora, sono stati conditi con aglio, olio, prezzemolo, timo, un pizzico di pepe e cotti due minuti nel microonde e poi rimessi in forno per pochi minuti.

XML Sitemap