La pinza

dolce friulano tipico del periodo dell’Epifania

300 g di zucchero
1 buccia di limone
200 g di uvetta
300 g di fichi secchi
2 bustine di lievito
1 litro di latte
1 pizzico di sale
mezzo bicchiere di olio
4 bustine di vanillina
3 uova intere
20 g di semi finocchio
20 g di pinoli
2 panini tipo comune raffermi
3 cucchiai di grappa
circa mezzo kg farina

TEMPO DI COTTURA: 90 minuti circa a 220°

Scaldare il latte con lo zucchero e la vanillina (non portare ad ebollizione), preparare il pane tagliato a fette.
Versare il latte nel pane e mescolare finché sia ben ammorbidito.Tagliare i fichi a pezzi e aggiungere un po’ alla volta i vari ingredienti.
Alla fine aggiungere la farina e il lievito,mescolare e versare tutto il contenuto in una pirofila da forno(misura 35×25 alta circa 7cm ) unta con burro e pane grattato, affinché il dolce non si attacchi.

N.B.: L’impasto dovrà essere abbastanza morbido come la pasta per le frittelle.
p.s.: Se si vuole oltre alla buccia di limone mettere anche succo e buccia di arance e succo di limone.

Un caro saluto e mille abbracci da A. e E.

Grazie di questa ricetta: vi abbraccio
mt

This post has already been read 7054 times!

» 3.083 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

7 thoughts on “La pinza

  1. Uhm…questa è una variante della pinza, che, in soldoni, si può tradurre con l’italiano focaccia. Ne esiste una che è composta da impasto lievitato tipo pane e “ciccioli” di maiale. E ne esiste una che ha la pasta molto simie al panettone, ma senza uvetta e canditi, che è ottimissima (ehehe) con nutella e marmellata. E’ quella che, con la denominazione di pinza, viene venduta in molti supermercati anche fuori de friuli.

    Ecco, ora che ho rotto…messo i puntini sulle i, ti abbraccio. Sabri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina 1 di 11

XML Sitemap