Aromi per arrosti e Aglione

AROMI per arrosti

Lavare accuratamente salvia, rosmarino, finocchio selvatico, timo, dragoncello, alloro nella proporzione preferita.

Asciugare bene e frullare con abbondante sale fino.

Mettere in un vasetto di vetro, dopo aver lasciato il trito ad asciugare in una vaschetta larga per almeno qualche ora.

  • si utilizza per condire gli arrosti, filetti di maiale, bistecche o ovunque servano questi aromi

  • si può fare a piacere mettendo anche una sola erba aromatica o mescolandole secondo il gusto
  • è una vera risorsa in cucina

  • è importante non aggiungere al momento dell’uso altro sale! Prima assaggiare!

°°°°°°°°°°°°°

AGLIONE da un commento di Ferny

Io per condire praticamente tutto (carni e verdure varie) uso quello che noi chiamiamo “aglione” e si prepara con un aglio intero (gli spicchi li uso con la buccia) un chilo di sale grosso e rosmarino (poca salvia a piacere). Frullo tutto nel mixer e conservo in un vaso,non necessariamente in frigo….semplice ma efficace..Ferny

This post has already been read 4965 times!

» 8.663 views   Stampa questo articolo Stampa questo articolo

11 thoughts on “Aromi per arrosti e Aglione

  1. scusate ma se non ricordo male L’ AGLIONE  della Val di Chiana, pianta erbacea rarissima in via di estinzione, a differenza dell’aglio che conosciamo .,non contamina l’alito   ” a prova di bacio…

  2. vorrei comperare l’aglione ma abito a Pesaro e nn so dove trovarlo. l’avevo comperato facendo un fine settimana a Chianciano Terme e facendo un giro nei dintorni.. Pienza, Montalcino etc… buonissimo per fare un sugo semplice ma appetitoso. Nn posso fare 2 ore e mezzo di macchina solo x comperare un paio di sacchettini di questa miscela chiamata “aglione”. Potete aiutarmi??

    • È un prodotto in via d’estinzione ed inserito nell’Arca del Gusto di Slow Food x salvarlo. Adesso si è creata anche la Comunità del Cibo dell’Aglione della Chiena sempre con Slow Food Condotta Montepulciano-Chiusi. Per adesso c’è n’è pochissimo xché i produttori sono pochissimi e lo fanno per diletto e per tradizione. Adesso si spera che possa diventare un prodotto da salvare e d”inserire nelle produzioni locali.

  3. Vorrei correggere il nome dato alla Comunità del Cibo dell’Aglione dato che nell”articolo precedente non ho potuto fare correzioni, mi è partito…
    Si chiama “Aglione della Chiana” abbiamo deciso con i piccoli produttori e noi di S.Food, di identificarlo con questo nome proprio per l’identificazione storica-territoriale. del prodotto in Valdichiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pagina 1 di 11

XML Sitemap